ore 10:38 - Martedì, 11 Settembre 2012


Us Open, Murray: "Mi sento sollevato"

Finalmente è arrivato il primo successo in uno Slam per il britannico. Deluso Djokovic

Andy Murray
Andy Murray

Dopo quattro finali perse, è arrivato finalmente il primo titolo del Grande Slam della carriera di Andy Murray. Con il trionfo agli Us Open lo scozzese - primo britannico dai tempi di Fred Perry (1936) a vincere un major - si leva l'etichetta di eterno incompiuto. "Quando mi sono reso conto di aver vinto, mi sono sentito un po' scioccato. Mi sono sentito sollevato, ho avvertito una grandissima emozione", dice Murray, che ha coronato un'estate stellare: finale a Wimbledon, medaglia d'oro alle Olimpiadi e ora, dopo l'exploit negli Usa, il terzo posto nel ranking Atp guidato dallo svizzero Roger Federer davanti a Djokovic. "Mi sento sollevato", ha ripetuto Murray, ripensando ai 4 ko precendenti negli atti conclusivi dei principali tornei. "Se non avessi vinto qui -ha ammesso Murray- sarebbe stata dura ripartire. Avanti 2 set a 1, sarebbe stato difficile accettare una sconfitta...".

Deluso, inevitabilmente, il serbo Djokovic, che andava a caccia del settimo titolo dello Slam in carriera. "Abbiamo corso tantissimo entrambi. Non sono riuscito a piazzare i colpi vincenti quando serviva davvero. Ogni sconfitta è dura da digerire. Sono deluso, ma so di aver dato tutto. E nessuno più di Andy meritava di vincere", ha detto Nole, battuto dopo 26 successi consecutivi sul cemento in un major.

Redazione Datasport

Ricerca per tag
us open murray djokovic

© RIPRODUZIONE RISERVATA