AUGURI - Tony Hawk, la Leggenda degi skater

2020-05-12 15:15:07
AUGURI - Tony Hawk, la Leggenda degi skater
Pubblicato il 12 maggio 2020 alle 15:15:07
Categoria: Notizie altri sport
Autore: Maurizio Penati

Compie oggi 52 anni Anthony Frank Hawk, uno degli skater più conosciuti al mondo, nato il 12 maggio 1968 a San Diego. Cresciuto a San Diego, in gioventù, è stato descritto come iperattivo. Sua madre ha dichiarato che a quell’età era molto duro con sé stesso e la sua frustrazione era talmente dura che i suoi genitori lo avevano fatto valutare psicologicamente a scuola. I risultati furono che Tony aveva una predisposizione ad essere talentuoso. Con un quoziente intellettivo di 144, i consulenti scolastici consigliarono di metterlo nelle classi avanzate. I suoi genitori hanno sempre sostenuto la sua passione per lo skateboard perché serviva come valvola di sfogo per il suo grande quantitativo di energia. Le abilità che Hawk ha sviluppato, gli hanno consentito di diventare uno skater professionista all'età di quattordici anni.

Tony è stato il campione del mondo Nazionale Skateboard Association per dodici anni consecutivi. Il 27 giugno del 1999, “Birdman” è stato il primo skater a completare un "900 ", un trick che prevede due giri e mezzo dello skateboard a mezz'aria su un pattino. Hawk ha avuto successo al suo dodicesimo tentativo e dopo averlo completato ha commentato: «Questo è il giorno più bello della mia vita».

Nel 2002, ha creato il "Boom Boom HuckJam", uno spettacolo di sport estremi che gira in tour che è stato lanciato a Las Vegas. Durante la sua carriera, “Falco” ha fatto numerose apparizioni in film, social, e soprattutto nella sua serie di videogiochi. E’ stato anche coinvolto in varie attività filantropiche, inclusa la Tony Hawk Foundation che aiuta a costruire skatepark in aree disagiate.

Nel giugno 2009 Hawk è stato invitato dal presidente Barak Obama per la celebrazione del “Father’s Day” ed ha percorso con il suo skateboard i corridoi del vicino Old Executive Office Building. E’ stata la prima volta che qualcuno ha utilizzato una tavola sui terreni della Casa Bianca con il permesso dei funzionari. Nel 2014, è stato nominato uno degli skateboarder più influenti di tutti i tempi da FoxWeekly. Il 27 giugno 2016, all'età di 48 anni, Tony Hawk ha eseguito quello che afferma essere la sua ultima 900 celebrando il tutto con un video su Youtube. Per quanto riguarda la vita privata, nell'aprile 1990, Hawk ha sposato Cindy Dunbar, frequentata fin dal liceo. Il loro figlio, Riley Hawk , è nato il 6 dicembre 1992, ed è ovviamente uno skateboarder professionista. Dopo il divorzio nel 1993, Tony è convolato a nozze con Erin Lee nel 1996. Hanno due figli, Spencer (26 Marzo 1999) e Keegan (18 luglio 2001). Lee e Hawk divorziano nel 2004. Tony trova nuovamente l’amore e si sposa con Lhotse Merriam il 12 gennaio del 2006, sulle Isole Fiji. Unica figlia della coppia, Kadence Clover Hawk. Ma anche in questo caso la coppia annuncia il divorzio il 7 febbraio 2011.

Dal maggio 2014, la casa di famiglia degli Hawk si trova a Encinitas, in California, dove Riley Hawk è stato presentato con il suo primo skateboard firmato. Hawk ha annunciato la notizia a suo figlio, e il proprietario di Baker Skateboards, Andrew Reynolds, era presente. Tony ha sposato la sua quarta moglie, Cathy Goodman, il 28 giugno 2015, con una cerimonia a Limerick, Irlanda. Hawk ha creato la Fondazione Tony Hawk nel 2002 in risposta alla mancanza di skatepark sicuri e legali in America. A partire dal giugno 2018 la sua fondazione ha raccolto quasi 6 milioni di dollari a favore di 596 progetti di costruzione di skatepark, strutture divenute ora preziosissime stante l’inserimento dello skate board tra le discipline olimpiche dimostrative dei prossimi Giochi Olimpici di Tokyo. Nel 2015, la Fondazione ha ricevuto il premio Robert Wood Johnson Sport, che onora i destinatari per i loro approcci innovativi e influenti di utilizzare lo sport per costruire una cultura nelle loro comunità. Nel 2007, Tony Hawk, Andre Agassi, Muhammad Ali, Lance Armstrong, Warrick Dunn, Jeff Gordon, Mia Hamm, Andrea Jaeger, Jackie Joyner-Kersee, Mario Lemieux, Alonzo Mourning, e Cal Ripken Jr. hanno fondato la società benevola, "Atleti per la speranza”, organizzazione che mira a ispirare tutte le persone che svolgono volontariato a sostenere le loro comunità attraverso le azioni degli atleti professionisti.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it