Tennis, la Vinci annuncia il ritiro

2017-11-30 18:11:14
Tennis, la Vinci annuncia il ritiro
Pubblicato il 30 novembre 2017 alle 18:11:14
Categoria: Tennis
Autore: Piergiuseppe Pinto

La carriera tennistica di Roberta Vinci durerà ancora sei mesi. La tarantina ha ufficializzato le sue intenzioni sul futuro, dopo una stagione di dubbi e problemi fisici. Ancora qualche mese e poi abbandonerà quel mondo che tante soddisfazioni le ha dato nella sua lunga carriera. Dopo aver fatto intendere varie volte che il ritiro era nell’aria ma non imminente, ha annunciato che lascerà il tennis ai prossimi Internazionali d’Italia a Roma, che si disputeranno dal 7 al 20 Maggio 2018.

"Giocherò fino agli Internazionali d'Italia e al Foro dirò addio al tennis, sperando di farlo nel modo migliore - ha spiegato la 34enne tarantina in visita alla Gazzetta dello Sport - Voglio chiudere con il botto. Roma sarà il mio ultimo torneo, anche se la settimana prima dovessi essere tra le prime dieci del mondo".Vinci in carriera ha vinto 10 tornei ed è stata, finora, l'unica italiana a conquistare un trofeo su tutte le superfici (terra, cemento, indoor ed erba). Negli Us Open 2015 ha perso in finale contro Flavia Pennetta dopo essersi tolta la soddisfazione di aver eliminato in semifinale la numero uno al mondo Serena Williams. In azzurro ha vinto 4 Fed Cup, mentre nel doppio ha riportato 25 successi (22 con la Errani) e 5 titoli dello Slam (2 Australian Open, Parigi, Wimbledon, Us Open).

Scesa al numero 117 della classifica Wta, la Vinci dovrà ripartire dalle qualificazioni. "Ne sono consapevole e non mi importa. Comincerò con gli Australian Open, poi valuterò di volta in volta. Certo non faccio i tornei per partecipare e basta. Cercherò di vincere più partite possibili, con l'obiettivo di arrivare in forma a Roma". Per programmare gli ultimi mesi di carriera, Roberta ha scelto di ripartire da Milano: "L’esperienza di Palermo con Francesco (Cinà, l’allenatore di tutti i suoi grandi successi) si era conclusa, come accade a certe fasi della vita. Così ho deciso di affidarmi a Lorenzo Di Giovanni, che aveva già seguito la Schiavone, e al preparatore Andrea Guarnaccia".Sul futuro le idee non sono ancora chiare, ma quel che è certo è che rimarrà a Milano: “Adesso voglio comprare una bella casa a Milano, la mia avventura in città non si concluderà con il ritiro. Il dopo? Non so, per adesso sono concentrata sui prossimi sei mesi. Sicuramente resterò nel tennis, mi piacerebbe un ruolo di campo, poter insegnare ai più giovani, trasmettere loro qualcosa delle mie conoscenze e della mia passione".

Articolo a cura di Davide de Rosa Laderchi 

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it