Serie A: Pescara-Bologna, le pagelle

2013-02-03 18:20:42
Pubblicato il 3 febbraio 2013 alle 18:20:42
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Serie A: le pagelle di Pescara-Bologna, terminata 2-3

Rivivi le emozioni di Pescara-Bologna: cronaca, pagelle e tabellino

PESCARA
Perin 6 respinge i tentativi dalla distanza con la consueta sicurezza, ma non può nulla sui tre gol incassati. Con una difesa migliore non sarebbe di sicuro il portiere più battuto del campionato
Zanon 4.5 poco propositivo sulla fascia e veniale quando provoca il rigore su Cherubin con uno sgambetto evitabile. Inoltre il gol del 2-3 arriva dalla sua fascia. Giornata molto difficile
Modesto 5.5 non fa danni, ma non riesce quasi mai a rendersi protagonista di azioni degne di nota in avanti. Prestazione anonima
Bianchi Arce 5 impacciato e non sempre attento, il Bologna riesce a sfondare centralmente soprattutto per la sua poca affidabilità.
Cosic 5.5 nella prima frazione di gioco si mostra rassicurante, facendo una bella figura con una chiusura provvidenziale su Gilardino. Naufraga col resto della squadra nella ripresa
Bjarnason 5.5 il suo ingresso non riesce a dare la scossa al centrocampo pescarese in bambola
Cascione 6 ci mette molta forza di volontà, recuperando i palloni che può e dando una mano in avanti quando c'è bisogno degli inserimenti. Non ha demeritato
D'Agostino 5.5 mezzo punto in più solo per il rigore trasformato. Deve dare molto di più alla causa, se migliorerà il suo rendimento in cabina di regia entrando più nel vivo delle azioni la salvezza per i biancocelesti è possibile
Rizzo 5.5 gioca una discreta partita nei primi 45' mostrandosi molto attivo nella fase di interdizione, ma nel secondo tempo sparisce dal terreno di gioco
Weiss 7 sontuoso per almeno un'ora. Si procura i due rigori e ne trasforma uno, ispira l'attacco con dribbling fulminanti e sprazzi della sua classe. Fino a quando regge trascina da solo il Pescara, poi è costretto ad alzare bandiera bianca
Vukusic 4.5 un ectoplasma. L'ex Hajduk Spalato si dimostra sempre più inadeguato alla serie A di partita in partita
Abbruscato 5.5 gli capita solo un pallone interessante in area, ma Antonsson arriva prima di lui
Sforzini 6 si batte parecchio andando alla caccia di ogni pallone, ma ha vita difficile contro Antonsson. Comunque ci ha messo molta buona volontà
Celik 5 da quando entra in campo solo falli e palle perse. Totalmente inutile alla causa
Bergodi 5 I giorni di ritiro inizialmente hanno un effetto positivo sulla squadra, tant'è che gioca un buonissimo primo tempo. Ma nella ripresa, preso il gol da Gilardino, la squadra non reagisce più e nemmeno i cambi riescono a scuoterla. Un atteggiamento impaurito ed inspiegabile: ora la sua posizione si fa decisamente complicata

BOLOGNA
Curci 6 costretto a raccogliere la palla in fondo al sacco per due volte dopo essere stato spiazzato sui due rigori. Per il resto mai particolarmente impegnato
Morleo 6.5 con Cherubin forma un'ottima coppia sulla fascia sinistra e dalla sua parte nascono la maggior parte dei dolori per la difesa biancoceleste. E' suo il cross per il 3-2 di Konè
Sorensen 6 si arrangia usando le maniere ruvide, ma tiene bene l'assedio biancoceleste nel finale
Garics 6 diligente nel suo compito dal suo ingresso in campo
Motta 6 senza infamia e senza lode. Molto impegno e molta corsa, ma la qualità nelle sue giocate spesso scarseggia
Antonsson 6.5 provoca il primo rigore stendendo Weiss, ma vince nettamente la sfida aerea con Sforzini. Decisivo il suo apporto nella fase conclusiva del match
Cherubin 6.5 si guadagna il rigore del 1-1 e, oltre che mostrarsi attento in difesa, è molto propositivo nella fase di costruzione
Diamanti 7 ravviva il gioco con la sua fantasia, creando molto per i propri compagni. Freddo dagli undici metri, perfetto sulla punizione dalla quale nasce la rete di Gilardino. Dopo un periodo di appannamento sembra essere tornato sui suoi livelli standard
Perez 6.5 giganteggia in mezzo al campo grazie al suo consueto dinamismo. Cresce il suo rendimento nella ripresa e non a caso il Bologna prende il largo
Taider 5.5 scalda i guanti a Perin nel primo tempo, ma in sostanza gioca una gara costellata di appoggi sbagliati e di poca personalità in cabina di regia. E' lui a stendere in area Weiss sul finire del primo tempo, provocando così il penalty da cui nasce il 2-1 pescarese
Gilardino 7 dopo un tempo passato senza incidere, alla prima palla buona il “Gila” colpisce festeggiando così la 400sima presenza in serie A. Segnerebbe una doppietta con uno splendido gol al volo, ma De Marco annulla per fuorigioco. Evergreen
Pasquato 5.5 ammonito per una sciocchezza evitabile nel finale
Moscardelli 5.5 tiene su la squadra nei minuti conclusivi, ma non ce la sentiamo di dargli una valutazione per soli 10' giocati
Kone 6.5 nella prima frazione di gioco non trova mai la posizione giusta in campo, pestando spesso i piedi a Diamanti. Ma è incredibile come il greco riesca a realizzare solo gol di pregevole fattura e dopo Napoli si ripete all'Adriatico. Mezzo voto in meno comunque per via del clamoroso gol che si mangia sul finale
Pioli 6.5 Dopo un primo tempo in cui lo svantaggio è parso un po' ingiusto il Bologna fa valere la sua maggiore forza e qualità nella ripresa portando a casa tre punti pesantissimi per la salvezza. L'unico neo è che la squadra incassa troppi gol.