Serie A: Catania-Udinese, le pagelle

2013-03-16 20:33:30
Pubblicato il 16 marzo 2013 alle 20:33:30
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Catania-Udinese: cronaca, pagelle e tabellino

Le pagele di Catania-Udinese terminata 3-1

CATANIA
Andujar 6.5 Reattivo su tutte le palle, attento in particolare su una conclusione violenta di Badu. Sul gol invece non ha colpe
Marchese 5.5 Molta meno spinta sulla fascia rispetto al solito e pure lui partecipa alla frittata che permette a Muriel di realizzare il gol della bandiera
Bellusci 5.5 Troppe sbavature e troppo nervosismo. In una partita in cui si è limitato a mettere la museruola all'isolato Muriel si è reso protagonista di sbavature, come nell'azione del 3-1
Legrottaglie 6.5 Torna al centro della difesa e si fa sentire: non sbaglia un anticipo e dirige con la massima compostezza la retroguardia di Maran
Alvarez 5.5 Poco preciso e molto falloso: prestazione in chiaroscuro e non sufficiente
Lodi 6.5 In una giornata meno brillante del solito si conferma il solito cecchino su calcio piazzato. Comunque quando è lui ad impostare il Catania non spreca mai un pallone
Castro 7 Assieme a Gomez dà la sensazione di essere l'uomo più pericoloso dei suoi: regala finezze ed accelerazioni, oltre che porgere al Papu la palla del vantaggio. E nel finale Maran gli concede la standing ovation
Biagianti s.v. Un tiro alto e nulla di più in 10'
Izco 6 L'inesauribile motorino non è altrettanto redditizio quando deve inventare, però il suo compito lo svolge con discreti risultati
Barrientos 6.5 E' al rientro e si vede che gli manca brillantezza. Ma è decisivo nelle azioni dei gol con il bellissimo lancio da cui nasce l'1-0 e con l'assist per il raddoppio di Gomez
Almiron 6 Non è al massimo della condizione e lo si capisce nella prima frazione di gioco. Migliora col passare dei minuti facendo valere la sua qualità in mezzo al campo
Keko s.v. Rileva Gomez nei minuti di recupero
Gomez 7.5 Posizionato da finto centravanti si prende la scena realizzando una doppietta di pregevole fattura. Questo oltre al fatto che il suo movimento getta sempre scompiglio nella difesa friulana. Nella settimana della proclamazione del nuovo pontefice argentino, Catania si gode il suo "Papu"
Doukara s.v. Entra al posto di Gomez per favorirgli la standing ovation

Allenatore
Maran 6.5 Torna alla vittoria in una giornata dove il Catania, nonostante il punteggio netto, è stato meno brillante del solito. Orfano di Bergessio indovina la mossa di Gomez centravanti e gestisce bene la gara avendo ragione di una squadra difficile, seppur rimaneggiata, come l'Udinese

UDINESE
Brkic 5.5 La punizione di Lodi è deviata, ma lui era sulla traiettoria. Non sempre sicuro
Gabriel Silva 5 I primi due gol arrivano dalla sua fascia: discreto quando deve proporsi in avanti, ma troppo disattento sulla fase difensiva
Angella 6 Quando è dietro chiude come può e quando si riversa in avanti è spesso pericoloso sulle palle aeree
Danilo 5.5 Dopo un ottimo primo tempo crolla sotto i colpi di Gomez. Completamente fuori posizione in particolare sul raddoppio etneo
Faraoni 6.5 Spinge con qualità, come dimostra la sua percussione dalla destra verso il centro nel primo tempo. Fino al momento della sostituzione si segnala come uno dei migliori dei friulani
Benatia 5 E' lui a tenere in gioco gli attaccanti etnei sull'azione del primo gol e sul secondo Castro se lo beve. Serata decisamente no
Merkel 6 Nella prima frazione di gioco prende per mano la squadra mettendo al servizio qualità e tanta voglia di fare bene (come ad esempio una conclusione fuori di un soffio). Dopo lo svantaggio sparisce dalla partita, ma fino a quel punto è stato il migliore dei suoi
Badu 6 E' l'ultimo ad arrendersi, come dimostrano le conclusioni verso Andujar dopo i gol presi. Però si fa anticipare di testa da Gomez sul 2-0: serviva maggior attenzione
Allan 5 Fa girare poco la squadra e non riesce a contenere le furenti ripartenzi catanesi nella ripresa. Annientato
Campos Toro 5.5 Il suo ingresso non incide nel match: ancora troppo giovane e troppo timido per la serie A
Zielinski s.v. Debutta nella massima serie a 17 anni
Pereyra 5 Posizionato nella trequarti non trova mai il guizzo e la sua prestazione termina nell'anonimato
Muriel 6 In una serata in cui parte orfano del suo gemello Di Natale il colombiano compie molti errori tra passaggi errati e controlli maldestri. Il gol - il sesto in campionato - lo salva dalla bocciatura
Ranegie s.v. Qualche sportellata in un finale già segnato

Allenatore
Guidolin 5.5
Fa quello che può con il materiale che ha, complici le pesanti assenze e la panchina corta. Regge un tempo prima di cedere di schianto. L'unico rimprovero che gli si può fare è la tenuta difensiva della squadra che in questa stagione è parsa tutt'altro che ineccepibile, specialmente lontano dal Friuli