La Roma: "Lo sceicco non ha fornito garanzie"

2013-02-25 10:00:34
Pubblicato il 25 febbraio 2013 alle 10:00:34
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

La Roma inizia a chiarire la vicenda relativa allo sceicco Al Qaddumi. Con una nota ufficiale emessa su richiesta della Consob (dopo che ieri si era sparsa la notizia dell'apertura di un fascicolo per l'eccessivo balzo delle quotazioni in Borsa nei giorni scorsi) la società giallorossa spiega la propria posizione: "Adnan Adel Aref al Qaddumi al Shtewi è stato oggetto di un'attività di due diligence con riferimento alla disponibilità di risorse finanziarie idonee per realizzare operazioni di questo tipo (ovvero l'ingresso in società, ndr)".

"Il potenziale partner ha reso le usuali dichiarazioni e garanzie in merito alla propria consistenza patrimoniale per far fronte ad investimenti di questo tipo - specifica la nota - ma non sono state rilasciate formali garanzie con riferimento all'esecuzione delle proprie obbligazioni". La Roma spiega dunque quali sono le condizioni reali per l'eventuale ingresso di Al Qaddumi in società: "L'unica condizione per la chiusura dell'operazione è l'effettivo pagamento del prezzo dell'investimento effettuato: il termine ultimo per il versamento del corrispettivo da parte è il 14 marzo 2013. Indipendentemente dall'esito della trattativa - conclude la nota -, James Pallotta continuerà a mantenere la gestione delle operazioni di A.S. Roma S.p.A.".