Roma, Andreazzoli: "Terzo posto? Sognare non è peccato"

2013-03-02 14:31:46
Pubblicato il 2 marzo 2013 alle 14:31:46
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Due vittorie in tre partite sono un bottino più che positivo per Andreazzoli da quando siede sulla panchina della Roma. Il tecnico gialorosso, alla vigilia della sfida con il Genoa, parla anche di un possibile posto in Champions: "I giocatori hanno ricominciato a credere nel terzo posto? Essere sognatori non è un peccato - spiega in conferenza stampa -, anzi, chi non ha sogni ha già finito di vivere. Certo è che poi c'è da fare i conti con la realtà, che vede una situazione problematica in termini di punteggio. Non sono tra quelli che vogliono fare programmi a lunga scadenza, ha senso invece concentrarci molto e guardare l'impegno successivo con un'attenzione particolare e maniacale".

Ma dopo due vittorie consecutive, l'ambiente giallorosso deve evitare facili esaltazioni: "Credo che le aspettative per questa squadra fossero alte anche quando le cose andavano meno bene - continua -. Non è cambiato niente, l'aspettativa è sempre alta, non diventano più difficili le cose perchè abbiamo vinto due partite, anzi, mi auguro se fosse così, che peggiori la situazione anche la settimana prossima e anche quella successiva".

Domani all'Olimpico, la Roma si troverà di fronte due vecchie conoscenze, Borriello e Bertolacci: "Marco l'ho visto in gran spolvero, l'ho visto giocare domenica scorsa molto bene, è un giocatore molto importante, lo è sempre stato, è uno di quelli che riesce a fare reparto da solo e con il Genoa lo sta facendo - conclude Andreazzoli -. Per Bertolacci ho una particolare predisposizione di simpatia perché è veramente un caro ragazzo, al di là delle qualità tecniche, e l'ho visto molto migliorato".