Roma, Andreazzoli: "Abbiamo imparato a difendere"

2013-02-25 10:43:44
Pubblicato il 25 febbraio 2013 alle 10:43:44
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Risveglio di gioia per Aurelio Andreazzoli, all'indomani della vittoria di Bergamo, la seconda consecutiva dopo l'impresa all'Olimpico contro la Juventus. "Abbiamo imparato a difendere, lo possiamo dire - spiega il nuovo tecnico capitolino ai microfoni di Radio Anch'io Lo Sport -. Abbiamo raggiunto un risultato importante in un ambiente non certo ideale, per l'avversaria e per le condizioni climatiche. Ci siamo adattati bene alla situazione e abbiamo ottenuto ciò che volevamo, il risultato pieno".

Andreazzoli dà poi la sua versione sul cambio di rotta da lui portato dopo il disastroso ultimo mese con Zeman: "Ho sempre avuto un'idea di ciò che non funzionava all'interno dell'ambiente Roma perché lo conosco da diversi anni - spiega l'allenatore -. Ho solo cercato di mettere mano a quello che ritenevo non andasse, non solo all'interno della squadra: servivano energie nuove, ho chiesto anche al pubblico di darsi da fare e ho ricevuto grandi risposte".

Un'opinione anche sull'avventura del boemo nella capitale: "Non è scattata la scintilla, forse con lui è mancato qualche elemento e la giusta chimica non è nata. Ma la sua Roma in alcune gare ha espresso un calcio meraviglioso, annichilendo l'avversario. Purtroppo non c'è stata continuità". Andreazzoli parla infine del suo futuro: "Il mio ruolo prevede un contratto di cinque anni, è a discrezione dei vari allenatori che arrivano a Roma il mio utilizzo e le modalità dello stesso - conclude il tecnico -. Le voci su Allegri e Mazzarri? So benissimo qual è il mio ruolo all'interno della società e sono tranquillo".