Palermo, Zamparini: "Deluso dai nuovi"

2013-03-04 18:48:49
Pubblicato il 4 marzo 2013 alle 18:48:49
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

"Quello col Torino è un punto guadagnato. Dobbiamo fare 19 punti in 11 partite, ieri ho visto una squadra messa bene in campo ma non avevamo l'attacco". Queste le parole del presidente del Palermo Maurizio Zamparini all'indomani dello 0-0 maturato in trasferta contro il Torino. "Spero che Miccoli, Dybala e Ilicic da qui alla fine ci diano una mano per fare i gol - ha aggiunto il patron rosanero -. La grande delusione sono i nuovi, ma c'era da aspettarselo".

Per il Palermo si è trattato del quarto pareggio consecutivo, i primi tre dei quali con Malesani in panchina, poi esonerato e rimpiazzato dal ritorno di Gasperini. "La fortuna ieri è girata, in altre partite il Palermo avrebbe giocato e il Torino avrebbe vinto - ha spiegato Zamparini -. E' la caratteristica della nostra squadra, la mancanza di attaccanti che fanno la differenza. La campagna acquisti di gennaio è stata dissennata. E' arrivato solo il portiere, ma aver perso Budan, Brienza e Giorgi per prendere giocatori non pronti è stato un errore".

Non sono mancate le frecciate all'ex ds Lo Monaco: "Lo Monaco ha detto che è tutta colpa mia - ha commentato Zamparini -, ma non ho risposto. Io penso che i nuovi arrivi siano giocatori validi che devono inserirsi. Ieri Rios e Garcia sono stati i migliori in campo, mi arrabbio quando vengono maltrattati. Questi giocatori, così come Munoz, sono ragazzi seri e danno l'anima. Ci manca un Amauri in avanti, un combattente. A gennaio lo volevo di nuovo, ma il Parma non me l'ha dato. Mi aspettavo che arrivasse un Calaiò, un Floro Flores. Boselli diventerà bravo quando si ambienterà. La corsa non è solo sul Genoa - ha concluso -. Penso che la salvezza sia a quota 38 punti, perché le altre mica potranno vincere sempre".