Serie D girone H 2019-2020
Serie D girone H 2019-2020
Tempo reale
Tempo reale

Fidelis Andria - Audace Cerignola: 0 - 0 | Tempo reale, Formazioni

25 settembre 2019 ore 15:00

Arbitro: Roberto Lovison
15'
30'
45'
60'
75'
90'
Cronaca a cura di: Gianluca Losito
Mostra dettagli:

Andria e Cerignola non si fanno male e la gara termina sul risultato di 0 a 0. Un finale ipocrita rispetto a quello che ha raccontato il campo, ovverosia due squadre offensive e belle da vedere. Male gli elementi offensivi in tal merito: sono 8 i tiri delle due compagini coinvolte, ma nessuno di questi, tra parate prodigiose e errori marchiani, ha portato all'esultanza massima. Rimane in zone di classifica poco nobili la Fidelis, a ridosso della zona retrocessione con 5 punti, ma a 4 dalla vetta. A 7 punti arriva il Cerignola, praticamente all'interno della zona play-off. 

90'+7
Occasione utilizzata male: al Degli Ulivi il Cerignola ferma l'Andria sullo 0 a 0 al termine di una partita che ha visto protagonisti i due attacchi, ma in negativo.

90'+6
Ammonito Caiazza che stoppa Palazzo lanciato in contropiede verso l'area cerignolana. Ultima occasione per l'Andria.

90'+3
L'ultimo squillo della partita è di Gava, che supera un uomo e tira in porta dalla media distanza: conclusione forte ma centrale.

90'+2
Cartellino giallo anche per Di Filippo dopo un intervento in ritardo su Alfarano.

90'+1
Sono stati assegnati 5 minuti di recupero.

87'
Rischia la Fidelis: Cinque si appropria del pallone ruvidamente e tira nello specchio, fondamentale la respinta di Segantini.

82'
Su punizione di Dalla Bona devia Tedesco di testa, ma non centra la porta.

81'
Ultimo cambio Fidelis: esce Della Corte, entra Gava.

74'
Lascia il campo il 2000 Catalano, al suo posto l'altro under Massa. Si sposta da mezzala sinistra Della Corte.

71'
Fuori anche Banegas, per gli ultimi 20 minuti Favarin si gioca la carta Palazzo.

71'
L'Andria sostituisce Petruccelli inserendo Arfauoi.

71'
Fuori Martiniello nel Cerignola, al suo posto Cinque.

69'
Ancora uno one-man show di Petruccelli, che porta la palla per i suoi soliti 30 metri e conclude, ma anche stavolta arriva al tiro stanco e smorza la conclusione, che finisce lentamente fuori.

65'
Volendo fare un bilancio della prima ora di gioco, risulta lampante come il pattern dell'intero incontro sia il grande spreco di occasioni da entrambe le parti. Con una fase di finalizzazione migliore da parte di ambo gli undici in campo, saremmo potuti essere di fronte ad una partita pirotecnica.

63'
Un'altra occasione ghiotta sprecata, questa volta di marca Cerignola. Martiniello ruba palla a Cipolletta, entra in area ma si coordina male e manda il pallone alto. 

59'
Doppia occasione in 30 secondi per il Cerignola: prima Marotta calcia fuori dagli sviluppi dell'angolo, poi Martiniello manda clamorosamente alto un pallonetto davanti a Segantini.

58'
Rischia l'autorete l'Andria quando il rinvio basso di Segantini sbatte sulle gambe di Kosnic, finendo fortunatamente in corner.

55'
Primo ammonito anche nella Fidelis, giallo ai danni di Petruccelli.

54'
Inaugura il valzer delle sostituzioni anche Favarin: Cristaldi lascia il campo causa crampi, lo sostituisce Tedesco.

51'
Cartellino giallo ad Alfarano per un intervento duro a centrocampo.

50'
Cambia ancora il Cerignola: fuori Sindic, dentro Russo.

46'
Il Cerignola sostituisce l'ex Nives, al suo posto entra Muscatiello.

46'
Tocca Cristaldi, l'Andria batte il calcio d'inizio e così comincia la seconda metà di match.

45'
Erroraccio di Banegas! Il portiere del Cerignola sbaglia il rinvio, lui raccoglie la palla e tira in porta, non riuscendo a prendere lo specchio da pochi passi. Su questa azione si chiude la prima frazione.

41'
Continua il forcing offensivo degli uomini di Favarin, ma il tiro di Catalano non crea grattacapi all'estremo difensore gialloblu.

39'
Di nuovo l'Andria, di nuovo con Petruccelli! Il numero 16 prende palla vincendo un contrasto sulla fascia, entra in area dalla fascia sinistra con il destro e lascia andare un tiro sul primo palo, fuori di pochissimo.

27'
Pericoloso ancora il Cerignola! Dagli sviluppi di un calcio d'angolo Alfarano può colpire dal vertice del dischetto, ma la sua conclusione finisce alta

24'
Dopo due calci d'angolo il forcing offensivo della Fidelis si allenta a causa di un fallo in attacco di Cipolletta.

22'
Ancora pericolosissima l'Andria! Un altro pallone recuperato sulla trequarti, stavolta finisce sui piedi di Banegas che se lo aggiusta sul mancino e conclude a rete, bravissimo Tricarico a ribadire in angolo.

21'
Si ripropone in avanti l'Andria: una pressione riuscita bene porta Catalano a recuperare palla sulla trequarti, il suo tiro ad effetto finisce fuori non di molto.

16'
Da segnalare una precisa scelta tattica di mister Favarin: in fase di non possesso Catalano rimane basso come frangiflutti, Dalla Bona e Petruccelli si alzano sulla stessa linea di Banegas a formare una sorta di 5-1-3-1 per schermare i due mediani che, pressati, non riescono a giocare palloni puliti.

14'
Ancora Cerignola, ancora da lontano: questa volta è Sindic a concludere, anche stavolta in maniera velleitraria.

13'
Arriva il primo squillo degli uomini di Potenza: Martiniello raccoglie palla nel mezzo spazio di destra, calcia in porta da 25 metri ma la sua conclusione sbilenca finisce fuori.

2'
Fidelis subito pericolosissima! Zingaro lancia Banegas che fa sponda per Petruccelli, l'incursore classe '99 si fa 40 metri palla al piede e scocca un tiro preciso ma lento, smanaccia Tricarico.

1'
Ha inizio Andria-Cerignola! Calcio d'inizio battuto dagli ospiti in maglia bianca. Fidelis con la prima maglia blu con fascia bianca.

Le squadre sono arrivate sul terreno di gioco, la partita sta per iniziare. Fischiatissimo il grande ex Potenza.

Arrivano le formazioni ufficiali e con esse le prime sorprese: Favarin stravolge la coppia d'attacco rilanciando il duo argentino Cristaldi-Banegas che aveva cambiato la partita col Casarano. Esordio dal primo minuto a centrocampo per Dalla Bona, per il resto confermati gli stessi di domenica scorsa. Nel Cerignola giocano due ex in mezzo al campo (Longo e Nives) e uno in attacco (Loiodice).

Manca poco più di mezz'ora all'inizio della contesa tra Andria e Cerignola. Una sfida tra due squadre con diverse similitudini (la difesa a 3 principalmente) ma anche differenze chiare (l'Andria è una squadra più verticale, il Cerignola una squadra che disfa gli avversari con il possesso palla). Arbitra il sig. Lovison di Padova. Fischio d'inizio alle ore 15.

Fidelis Andria e Cerignola si sfidano nel recupero della 2ª giornata, non giocata l'8 settembre per via delle vicissitudini dei gialloblu. Ci arriva slanciata la Fidelis, dopo una vittoria sudata contro il Casarano; ci arriva con i cerotti il Cerignola, dopo la sconfitta a Brindisi. Partita dal sapore particolare per mister Alessandro Potenza dopo l'addio shock di inizio luglio dalla panchina della Fidelis per approdare in poche ore su quella dei cerignolani. L'anno scorso, su campo neutro (si giocò ad Apricena), finì 0-1 per il Cerignola. Fischio d'inizio alle ore 15.
Fidelis Andria
IN CAMPO (3-5-2)
M. Segantini
J. Kosnic
C. Cipolletta
L. De Filippo 92°
V. Zingaro
A. Petruccelli 71° 54°
A. Catalano 74°
D. Dalla Bona
G. Della Corte 81°
P. Banegas 71°
M. Cristaldi 54°

IN PANCHINA
1 A. D'Andrea
F. Massa 74°
M. Bedin
A. Gava 81°
Y. Arfaoui 71°
L. Palazzo 71°
A. Varriale
E. Tedesco 54°
L. Muratore
Allenatore
Giancarlo Favarin
Audace Cerignola
IN CAMPO (3-4-3)
F. Tricarico
T. Syku
T. Coletti
A. Caiazza 96°
R. Nives 46°
L. Sindic 50°
L. Longo
D. Alfarano 51°
M. Marotta
A. Martiniello 71°
N. Loiodice

IN PANCHINA
M. Cappa
18 L. Russo 50°
F. Muscatiello 46°
A. De Cristofaro
G. Tancredi
D. Di Cecco
C. Parise
L. Cinque 71°
L. Mentana
Allenatore
Alessandro Potenza

Logo Fidelis Andria

3-5-2

Arbitro: Roberto Lovison

Logo Audace Cerignola

3-4-3

Segantini
Tricarico
Kosnic
Syku
Cipolletta
Coletti
De Filippo
Caiazza
Zingaro
Nives
Petruccelli
Sindic
Catalano
Longo
Dalla Bona
Alfarano
Della Corte
Marotta
Banegas
Martiniello
Cristaldi
Loiodice

Il grafico rappresenta le formazioni iniziali delle squadre.

Pagelle a cura di: Gianluca Losito

Arbitro
Roberto Lovison 6.0
Non benissimo nell'amministrazione generale della partita, ma non fa errori gravi.

Fidelis Andria
Allenatore: Giancarlo Favarin 7.0
Le prova tutte per vincere, ma i limiti della rosa, in particolare a livello under, sono ben noti. Apprezzamento particolare per la meticolosa organizzazione tattica.
Matteo Segantini (POR): 6.5
Per la prima volta da quando è ad Andria si rende protagonista apprezzato, nel finale di partita quando respinge una conclusione di Cinque. Guadagna sicurezza partita dopo partita, ormai i pali dell'Andria sono i suoi.
Jevrem Kosnic (DIF): 6.5
Esperienza e leadership al servizio della Fidelis. Nel finale ferma Marotta lanciatissimo in contropiede e quell'intervento vale come un gol.
Ciro Cipolletta (DIF): 6.0
Del pacchetto arretrato è quello meno in vista, ma porta una buona prestazione a casa. Ancora troppo falloso
Leonardo De Filippo (DIF): 6.5
Meglio domenica che oggi, ma anche contro il Cerignola è clean sheet. Lui ci mette del suo facendo giocare poco Loiodice.
Vincenzo Zingaro (DIF): 6.5
Partita molto simile a quella di tre giorni fa: difensivamente perfetto, corre senza sosta ma la fase di rifinitura, seppur valutando l'attenuante del campo, è da migliorare.
Alessandro Petruccelli (CEN): 6.5
Alla faccia dell'infortunio: il più frizzante dei suoi, corre e dribbla come un ossesso. Peccato per la poca lucidità nel decision making: quando si trova nei pressi dell'area di rigore o al suo interno, raramente fa la scelta giusta per segnare.
Alessandro Catalano (CEN): 7.0
Questo giovane centrocampista si sta inaspettatamente prendendo le chiavi della mediana federiciana. Mostra un'esperienza ed un'intelligenza rara per la sua età: semplice ma efficace in tutte le sue giocate. Con lui la palla è in banca. Peccato per l'infortunio, da valutare l'entità dello stesso.
Daniele Dalla Bona (CEN): 6.5
Sorprende per la tenuta fisica notevole nell'arco della partita, non per la caratura tecnica, il suo marchio di fabbrica. L'esordio dal primo minuto è più che positivo.
Giovanni Della Corte (DIF): 6.5
Pedina preziosa per via della sua duttilità, come il suo omologo compie diversi errori al cross ma per il resto effettua una prova discreta.
Pablo Ezequiel Banegas (ATT): 6.5
Ci mette la classe e il dribbling, arriva vicino alla rete ma Tricarico gli nega la gioia con un grande intervento. Lui è il rifinitore che serve a questa squadra.
Matias Cristaldi (ATT): 6.0
Si era fatto piacere più domenica, quando aveva dato la scossa negli ultimi venti minuti, ma l'abnegazione e continuità del pressing gli valgono la sufficienza anche oggi. Non è questo, però, il vero Cristaldi.
Francesco Massa (DIF): 6.0
Entra meglio di domenica, ma non incide.
André Gava (CEN): 6.5
Da mezzo sinistro garantisce tecnica, dribbling e una certa qualità balistica. Merita più spazio.
Yassin Arfaoui (CEN): 6.0
Ha l'attenuante di dover adattarsi in un ruolo non suo, ma deve avere più mordente per essere utile ai suoi.
Loris Palazzo (ATT): 6.5
L'emblema del suo stralcio di partita è il recupero a centrocampo negli ultimi minuti: comportamento da capitano.
Emmanuele Tedesco (ATT): 6.0
Deve ancora entrare a pieno nei meccanismi di squadra.
Audace Cerignola
Allenatore: Alessandro Potenza 6.5
Per lui è una partita particolare, questo è ben noto. Non soffre la pressione e se la gioca fino in fondo, anche se l'Andria disputa una partita migliore. Si tratta di un tecnico di acclarata qualità.
Francesco Tricarico (POR): 7.5
È il più giovane dei 40 in distinta, è il migliore dei 30 scesi in campo: il punto del Cerignola è in buona parte suo. Portiere talentuoso
Tom Syku (DIF): 6.0
Tommaso Coletti (CEN): 6.5
Insieme ai compagni di reparto non si lascia imbucare facilmente dagli avanti andriesi. È il regista difensivo del Cerignola
Aldo Caiazza (DIF): 6.5
Nonostante la giovane età riesce a non sfigurare in un ruolo delicato.
Ruben Nives (DIF): 5.5
Dopo la fugace esperienza estiva ad Andria vorrebbe dimostrare a Favarin e De Santis che si sono sbagliati sul suo conto, ma viene superato spesso dall'esuberanza di Dalla Corte.
Luka Sindic (CEN): 6.0
Viene schermato dalle mezzali dell'Andria e riesce a produrre poco gioco, ma si vede sulla trequarti qualche volta. Sufficienza tirata.
Lorenzo Longo (CEN): 6.0
Prima volta da ex ad Andria, ma non mostra le qualità che lo hanno fatto apprezzare qui. Partita di gestione
Diego Alfarano (DIF): 5.5
Mario Marotta (ATT): 6.0
Un giocatore molto tecnico non può che soffrire un campo così martoriato, ma rispetto al suo simile Loiodice ci prova di più.
Antonio Martiniello (ATT): 5.0
Ha sulla coscienza il pareggio dopo quell'errore a pochi passi dalla porta. Risulta poco lucido anche in altre situazioni.
Nicola Loiodice (ATT): 5.0
Da un giocatore di questo livello ci si aspetta ben altra influenza sulla partita.
Luca Russo (DIF): 6.0
Francesco Muscatiello (CEN): 6.0
Lorenzo Cinque (ATT): 6.0
Della sua partita si ricorda la conclusione murata da Segantini: non un errore grave né un miracolo del portiere azzurro.

Gli highlights saranno disponibili a breve. Per segnalazioni contattateci all'indirizzo email seried@datasport.it

-
Possesso palla
-
8
Tiri totali
8
2
Tiri specchio
1
-
Tiri respinti
-
-
Legni
-
2
Corner
4
23
Falli
8
1
Fuorigioco
3
2
Ammoniti
2
-
Espulsi
-

Fidelis Andria-Audace Cerignola 0-0

FIDELIS-ANDRIA (3-5-2): Segantini 6,5; Kosnic 6,5, Cipolletta 6, De Filippo 6,5; Zingaro 6,5, Petruccelli 6,5 (71' Arfaoui 6) , Catalano 7 (74' Massa 6) , Dalla Bona 6,5, Della Corte 6,5 (81' Gava 6,5) ; Banegas 6,5 (71' Palazzo 6,5) , Cristaldi 6 (54' Tedesco 6) .
A disposizione: D'Andrea, Bedin, Varriale, Muratore.
Allenatore: Giancarlo Favarin 7.
AUDACE-CERIGNOLA (3-4-3): Tricarico 7,5; Syku 6, Coletti 6,5, Caiazza 6,5; Nives 5,5 (46' Muscatiello ) , Sindic 6 (50' Russo ) , Longo 6, Alfarano 5,5; Marotta 6, Martiniello 5 (71' Cinque 6) , Loiodice 5.
A disposizione: Cappa, De Cristofaro, Tancredi, Di Cecco, Parise, Mentana.
Allenatore: Alessandro Potenza 6,5.
ARBITRO: Roberto Lovison 6
NOTE: nessuna
AMMONITI: 51' Alfarano (A); 54' Petruccelli (F); 90' De Filippo (F); 90' Caiazza (A).
ESPULSI: nessuno.
ANGOLI: 2-4.
RECUPERO: pt 0, st 0