Serie A: Sampdoria-Genoa 2-1, le pagelle

2016-10-22 20:25:25
Serie A: Sampdoria-Genoa 2-1, le pagelle
Pubblicato il 22 ottobre 2016 alle 20:25:25
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Le pagelle di Sampdoria-Genoa, terminata 2-1

SAMPDORIA
Puggioni 6.5 -E' il suo derby, e se lo prende andando a salvare i suoi da una zuccata tremenda di capitan Burdisso. Decisivo anche nel finale su Ninkovic. Protagonista assoluto.
Sala 5 -Ancora male. Nel primo tempo Barreto non lo protegge a dovere, e Laxalt ne palesa ancora una volta i cronici limiti difensivi già evidenziati a Pescara. Cresce nella ripresa ma i meriti son più di altri che suoi. Tallone d'Achille.
Silvestre 7 -Gara sontuosa dal primo all'ultimo minuto. Se la Samp tiene i meriti sono soprattuto suoi. Vicino anche al gol al 38', uno dei migliori in un derby spettacolo.
Skriniar 6.5 - Gara senza macchie. Finalmente non cade in errori banali e mostra di essere in crescita sia di convinzione che tattica. Si farà.
Regini 5.5 -Nel primo tempo Edenilson lo invita a ballare il Samba e non fa certo un figurone. Ha il merito però di non crollare e nel finale di mazza e di ramazza risolve più di una mischia. Mal di testa.
Palombo 6 -Esperienza al servizio di un'impresa. Prezioso.
Barreto 6.5 -Primo tempo incolore, costantemente preso in mezzo da Rincon e Laxalt, soffre come tutti l'ingrossarsi della marea genoana. Si inventa la verticalizzazione che vale il rigore di Quagliarella e da quel momento la sua gara sterza. Gladiatore.
Djuricic s.v. -Gioca pochi minuti di gara ma mostra subito qualità. In rampa di lancio.
Linetty 6 -Meno fraseggio corto e più in verticale. Mostra anche di essere capace di ruvidità e durezze non da lui. Utile.
Torreira 5.5 -La sua regia viene di fatto tagliata fuori dallla rapidità di un match che non conosce pause. Si limita quindi a fare da riferimento in mezzo al campo senza incidere. Fuori dai giochi.
Bruno Fernandes 6.5 -Avvio di grandissima qualità. Sventaglia alla parfezione per Muriel e dà il La al gol del vantaggio. Poi cala inesorabilmente fino alla prevista staffetta con Alvarez. Incisivo.
Alvarez 5.5 -Gestisce come peggio non potrebbe un paio di contropiede. Sciupone.
Quagliarella 6 -Si procura e spreca il rigore che poteva mandare i suoi già all'intervallo in vantaggio. Ma al netto di una sfida pazza, ha il grosso merito di non smettere un attimo di impensierire Burdisso e compagni. In palla.
Muriel 7 -Crea grattacapi costanti a Burdisso e compagni. Segna, causa l'autogol di Izzo e esalta i riflessi di Perin in alemno altre due occasioni. Un fulmine colombiano delizia il Ferraris.

Allenatore
Giampaolo 7
-Per una volta gli va bene tutto. Vince il primo derby della sua carriera e allontana forse per sempre le voci di una sua cacciata. Buona la prima.

GENOA
Perin 6 -Para tutto il parabile ma a volte la sua irruenza ne vanifica gli sforzi. Un rigore procurato e un autogol in coabitazione sono troppa roba concessa al netto di una prestazione comunque positiva.
Edenilson 7 -Primo tempo da autentico mattatore. Un gol sfiorato, un assiat con tunnel annesso per il pari di Rigoni e tantissime iniziative che fanno lettralmente ammattire Regini e compagni. Cala inevitabilmente nella ripresa ma conferma di essere in crescita esponenziale. Stantuffo.
Izzo 6.5 -Sfortunatissimo sull'autogol , nel complesso contribuisce a contenere molte ripartenze doriane senza mai rinunciare a proporsi anche in attacco. Il futuro è tutto suo. Coriaceo.
Munoz 6 -Sostituisce Orban a rischio rosso. Senza eccellere né demeritare. Solido.
Orban 5 -Rischia e meriterebbe il rosso per un intervento da codice penale su Muriel. L'anello debole della linea a tre rossoblu.
Burdisso 6 -Sbanda sulle sgommate in ripetuta di Muriel e maledice i riflessi di Puggioni che gli nega il gol dell'1-2. Gara mai tranquilla e mai banale. Capitano abbattuto.
Laxalt 6 -Comincia mettendo a ferro e fuoco la sua fascia di competenza e dando l' impressione di praticare un altro sport rispetto al dirimpettatio Sala. Nella ripresa, però, Barreto gli mette la museruola e la sua gara si spegne. Intermittente.
Rigoni 6 -Gol a parte, non incide.
Miguel Veloso 6.5 -Metronomo dagli ottimi piedi e dalla grande visione di gioco, gestisce con sapienza una miriade di palloni confermando di essere una delle chiavi di questo Genoa comunque da applausi.
Ninkovic 6 -Avrebbe meritato un minutaggio maggiore. In dieci minuti abbondanti crea almeno tre palle-gol confermandosi nel ruolo di "spaccapartite". Furetto.
Rincon 5.5 -Meno presente del solito nel vivo del match. Combina poco anche in fase offensiva. Limitato.
Simeone 5.5 -Due o tre strappi da fenomeno. Per il resto si fa stringere nella morsa di Silvestre e raramente trova il modo di uscirne. In trappola.
Pandev 5 -L'ombra del giocatore che fu. Ottanta minuti di inconsistenza rara. Zavorra.
Pavoletti 5.5 -Ha sulla testa almeno due palloni utili a ledere l'imbattibilità di Perin. Li spreca un po' per precipitazione, un po' per destino. Non era il suo derby. Nero.

Allenatore
Juric 6
-Gara pazza. Il suo Genoa la interpreta male nell'approccio ai due tempi ma fondamentalmente conferma le qualità che ne hanno fatto una delle compagini più sosprendenti di questo avvio di stagione. Tribunato e scontento.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it