Nba: gioia Belinelli, Oklahoma City al tappeto

2016-01-05 08:35:01
Pubblicato il 5 gennaio 2016 alle 08:35:01
Categoria: NBA
Autore: Redazione Datasport.it

Altra notte di gioia per Marco Belinelli. L'azzurro conferma il suo periodo di forma contribuendo in maniera determinante al 116-104 con cui Sacramento espugna la Chesapeake Energy Arena di Oklahoma City: 21 i punti dell'italiano, meglio di lui fa solo un DeMarcus Cousins da sballo con 33 punti e 19 rimbalzi. Golden State sconfigge 111-101 Charlotte con un Draymond Green da record, successi netti anche per San Antonio e Cleveland.
 
28 punti contro Philadelphia, 19 contro Phoenix e 21 contro Oklahoma City: il 2016 di Belinelli è iniziato nel migliore dei modi. E se contro i Sixers il suo exploit non era servito, contro i Thunder l'azzurro è determinante per l'inatteso colpo di Sacramento. OkCity è priva di Durant e si arrende ai Kings, trascinati dal talento di San Giovanni in Persiceto ma soprattutto da Cousins, autore di un clamoroso season-high di 19 rimbalzi al cospetto di Serge Ibaka. Male l'altro azzurro Bargnani, 0 punti in soli 4 minuti nel 103-94 di Boston sui Nets.
 
Golden State trova il 32esimo successo della sua regular season con i 60 punti equamente divisi degli Splash Brothers: di fronte agli Hornets di sua maestà Michael Jordan, un Curry in dubbio fino all'ultimo risulta decisivo con 12/21 dal campo. Ma a far notizia sono i record di Draymond Green: con 13 punti, 15 rimbalzi e 10 assist l'ala di Saginaw entra nella storia degli Warriors con tre triple doppie consecutive, impresa riuscita solo ad un mostro sacro come Tom Gola negli anni '60. Green è anche il secondo nelle ultime sette stagioni con tre doppie doppie di fila, l'anno scorso l'aveva preceduto Russell Westbrook.
 
Nelle altre gare della notte spicca il netto 123-98 di San Antonio in casa dei Bucks: sono 30 i successi degli Spurs, trascinati da Kawhi Leonard che firma 24 punti con 9/12 dal campo. La grande prova di Kyrie Irving (25 punti, 6 rimbalzi e 8 assist) vale invece a Cleveland la vittoria per 122-100 su Toronto. Spettacolare, infine, la sfida tra i vecchi amici Paul George e Chris Bosh in Miami-Indiana: vincono gli Heat 103-100 dopo un overtime, grazie ai 31 punti e 11 rimbalzi dell'ex Raptor.