Serie A 2018-2019
Serie A 2018-2019
Tempo reale
Tempo reale

Genoa - Inter: 0 - 4 | Tempo reale, Formazioni

30° giornata Serie A 2018-2019

Stadio Luigi Ferraris

3 aprile 2019 ore 21:00
Il Meteo ora sul campo

Arbitro: Maurizio Mariani
Logo Genoa
0
-
4

Conclusa

Logo Inter

Inter

15° R. Gagliardini
40° M. Icardi (Rig.)
54° I. Perisic
81° R. Gagliardini

Genoa

Logo Genoa
0

Inter

Logo Inter
4
15° R. Gagliardini
40° M. Icardi (Rig.)
54° I. Perisic
81° R. Gagliardini

Conclusa

15'
30'
45'
60'
75'
90'
Cronaca a cura di: Giulio Zampini
Mostra dettagli:

Finisce la gara al Ferraris di Genova: 0-4 il netto verdetto del campo.

Un’Inter di ragionamento, dominio territoriale e del pallone, capace di pazientare senza mai forzare la giocata. Così facendo, la squadra di Spalletti ne ha guadagnato in autostima e controllo del gioco, finendo per mettere sotto il Genoa per lunghi tratti.

I rossoblù, dal canto loro, sono stati incapaci (più per evidenti meriti nerazzurri che demeriti propri) di rimescolare il copione della gara: troppo differente il gap tattico, ancor prima che tecnico e atletico, tra le due compagini

I nerazzurri, esaltati nel collettivo dal singolo (e viceversa), hanno così potuto mettere fin da subito in discesa la gara: il goal di Gagliardini, arrivato dopo 15 minuti di gioco e che ha rigenerato il centrocampista nerazzurro, più sciolto per il resto della gara, è stato seguito dal rigore trasformato (e procurato) con freddezza da Icardi (con fallo da ultimo uomo commesso da Romero, giustamente espulso), il tre a zero di Perisic, pescato solo davanti al portiere da un’ottima giocata in verticale dell’Inter infervorata dall’assist di Icardi e l’inaspettato 4-0 di Gagliardini, arrivato con un colpo di testa che Radu, per poco, non blocca sulla linea di porta

89'
Prova Nainggolan a pescare Keita in profondità, ma il suggerimento è impreciso. Il pallone finisce nelle braccia di Radu

81'
GOAL! Arriva l'atteso poker dell'Inter: ne è Gagliardini l'artefice, che spizza in porta (Radu blocca quasi sulla linea, ma non riesce a evitare il goal) un pallone giunto da calcio d'angolo

81'
Terza e ultima sostituzione anche per il Genoa: esce Ivan Radovanovic ed entra Luca Mazzitelli

80'
Terza e ultima sostituzione per l'Inter: esce Mauro Emanuel Icardi ed entra Diao Keita Baldé

79'
Chiude bene e tempestivamente Radu in uscita su Icardi

79'
Continua il torello dei giocatori nerazzurri, con il passare dei minuti sempre più sicuri dei 3 punti

76'
Para quasi sulla linea Handanovic un colpo di tacco nel cuore dell'area piccola di Kouame

74'
Pareggia l'Inter nelle sostituzioni: esce Matteo Politano ed entra Iglesias Borja Valero

74'
Calcia dai 20 metri ad incrociare Politano: è stupenda, in questa occasione, la parata di Radu

73'
Doppia parata di Radu su Nainggolan prima e Icardi poi, intenti a chiudere definitivamente il match

68'
Tenta Pezzella il tiro dal limite dell'area avversaria, tempestivamente deviato in calcio d'angolo. Ci prova così, il Genoa, nell'ardua intenzione di riaprire un match fin qui largamente dominato dai nerazzurri, sia nel controllo della gare che, di conseguenza, nel risultato

65'
Arriva anche il primo cambio di formazione dettato da Spalletti: esce Marcelo Brozovic ed entra Naval Joao Mario

65'
Seconda sostituzione per il Genoa: esce Stefano Sturaro ed entra Daniel Bessa

65'
Commette Koaume fallo su Handanovic, facendo così respirare i nerazzurri fin qui dominanti

61'
Sterza Perisic nel cuore dell'area avversaria, finendo per mangiarsi l'occasione del possibile quattro a zero nerazzurro

57'
Prova Politano a pescare in area avversaria un compagno, ma il pallone impreciso, finisce nella facile uscita di Radu

56'
Dopo il controllo del Var, il goal viene convalidato: è 3-0 Inter

54'
GOAL! Aumenta le distanze l'Inter grazie alla rete di Perisic, pescato solo davanti al portiere da un'ottima e paziente giocata di Icardi (in versione assist-man)

51'
Pesca Gagliardini con un lancio lungo Icardi, che di sponda spalle alla porta serve Nainggolan in arrivo da dietro. L'azione, sviluppatasi sugli esterni nel frattempo, finisce con un tocco di mano dell'attaccante argentino 

48'
Colpisce di testa Icardi il pallone crossato dalla destra, che finisce distante dallo specchio della porta avversaria

46'

Iniziata la seconda frazione di gara. Nessun cambio di formazione tra le due compagini

Finisce la prima frazione di gara al Ferraris di Genova: 0-2 il risultato parziale, maturato grazie alle reti di Gagliardini (su assist di Asamoah, arrivato dal versante sinistro) e il rigore procurato e trasformato, con freddezza, da Icardi (il fallo da ultimo uomo, costato anche il cartellino rosso, è di Romero).

Si complicano, in ottica secondo tempo, i piani per i padroni di casa, sotto di due reti e uno in meno in campo. Da segnalare l’ottima prestazione dei nerazzurri, soprattutto di Politano, una scheggia nella retroguardia rossoblù, Brozovic, il vero playmaker nerazzurro, Nainggolan, per una volta dentro alla partita e al ruolo di trequartista fin dall’inizio e Asamoah, sempre attento ed esperto nelle chiusure

45'+1
Tenta la conclusione Nainggolan dal limite dell'area avversaria scaraventando, però, il pallone di poco alto sulla traversa

45'+1
Assegnato 1 minuto di recupero

41'
La prima sostituzione del match è a favore dei rossoblù: esce Antonio Sanabria ed entra Davide Biraschi

40'
GOAL! Raddoppia l'Inter su calcio di rigore, maturato grazie all'espulsione di Romero, da ultimo uomo, proprio sull'attaccante argentino

39'
Si complica la strada per il Genoa, sotto di due reti e in 10 uomini per l'espulsione di Romero

39'
Clamoroso al Ferraris di Genova: il Genoa in 10 per un fallo da espulsione, da ultimo uomo,di Romero su Icardi. In campo è parapiglia, l'arbitra aspetta la consulenza del Var. Seguiranno aggiornamenti

37'
Chiude Asamoah nel cuore dell'area avversaria un'azione culminata con il fischio dell'arbitro Mariani per fuorigioco

36'
Ammonito Ervin Zukanovic tra le fila dei padroni di casa

36'
Pesca, Politano, con un cambio di fronte Perisic, che tenta la conclusione, poi murata dal difensore rossoblù

35'
Prova Nainggolan a pescare nel cuore dell'area avversaria Icardi, ma il pallone finisce sulla retroguardia rossoblù

31'
Rimane a terra Perisic per uno scontro di gioco

30'
Sbaglia Gagliardini il cambio di gioco su Perisic, mandando il pallone in rimessa laterale a favore dei rossoblù. Si innervosisce, nella mimica, il croato interista

28'
Sugli sviluppi della palla inattiva, arriva Koaume a colpire di testa, anticipando i difensori nerazzurri e mandando, però, il pallone sul fondo

28'
Guadagna un calcio di punizione importante il Genoa dai 30 metri. Sulla palla va Sturaro, che la metterà sicuramente in mezzo

27'
Pareggia l'Inter nel conto dei cartellini gialli: ammonito Kwadwo Asamoah per una brutta e pericolosa entrata da dietro sull'avversario

26'
Chiude Romero a centrocampo su Perisic, evitando di regalare palla e campo aperto al croato nerazzurro

25'
Chiudono prima Sturaro e poi Zukanovic un azione pericolosa dei nerazzurri dalla destra. Il pallone, rimpallato più volte, finisce sul fondo: sarà l'ennesimo corner della gara per l'Inter

23'
Prova Politano l'azione individuale sul versante di destra, tentando il dribbling su Zukanovic e finendo per mandare il pallone sul fondo

21'
Palo! Icardi, servito da Politano in un'azione da contropiede, tenta la conclusione solo davanti al portiere: la palla finisce sul legno alla destra di Radu

20'
Beccato in fuorigioco Rolon lanciato in profondità a raccogliere un pallone giunto filtrante dalle retrovie

19'
Chiudono prima Skriniar e poi Asamoah due cross rossoblù verso il cuore dell'area nerazzurra

18'
Va vicino al raddoppio l'Inter con un colpo di testa sotto porta di Perisic, innocuo per precisione, con Radu che blocca nella sua facile presa plastica

15'
GOAL! Passa in vantaggio l'Inter grazie al goal di Gagliardini su assist dalla sinistra di Asamoah

14'
Arriva dopo 13 minuti di gioco il primo cartellino giallo del match: ammonito Lukas Lerager tra i padroni di casa. Un forte segnale dell'arbitro Mariani, intento fin da subito a tenere sotto controllo lo sviluppo del match

14'
In un uno-due veloce in attacco l'Inter crea scompiglio nella difesa rossoblù: il duetto Icardi-Politano, concluso con il tiro del fantasista ex Sassuolo, finisce sul fondo

12'
Sugli sviluppi del calcio d'angolo, dai 20 metri e al volo si coordina Nainggolan, che spedisce il pallone con cura e potenza ma centrale nelle braccia di Radu

12'
Guadagna il secondo calcio d'angolo della sua gara l'Inter. Sulla battuta va Politano

11'
Tenta la conclusione a giro Perisic dentro l'area avversaria: il tiro, che sbatte sul muro difensivo eretto da Pereira, finisce in rimessa laterale

8'
Da posizione defilata e quasi innocua, Sturaro cerca di ribattere a rete un buon passaggio dettato in profondità: la conclusione, impotente, finisce nelle facili braccia del portiere sloveno

7'
Va giù in area di rigore Mauro Icardi, leggermente toccato da Romero, ma la posizione irregolare dell'attaccante nerazzurro ferma tutto: è fuorigioco. Riparte Radu con un lancio lungo

6'
Chiude con attenzione Pereira di testa su Perisic, mandando la palla in fallo laterale da buona posizione per l'Inter

4'
E' l'Inter a guadagnare il primo calcio d'angolo del match

3'
Esce fuori dalla propria area Handanovic colpendo il pallone di testa ed evitando così una pericolosa azione dei padroni di casa. Il portiere sloveno, oltre al tempestivo intervento, guadagna il calcio di punizione per fallo

1'
Chiude di mestiere ed esperienza Miranda su Koaume, lasciando scorrere la palla sul fondo. Riparte l'Inter da Handanovic

1'

Iniziato il match a Genova tra Genoa e Inter!

Tra i padroni di casa confermato il 4-3-3 di Prandelli con la sorpresa Sturaro ala destra, una scelta motivata dalla preferenza di una mediana fisica (Radovanovic-Lerager-Rolon)

Spalletti, a livello di formazione, risponde con il classico 4-2-3-1 con la variante Icardi di nuovo titolare (come preannunciato nel pre-partita), Gagliardini a centrocampo e Miranda centrale difensivo (con De Vrij assente per infortunio)

Risultati in altalena ultimamente per il Genoa, che affronta a Marassi un'Inter incappata nella sconfitta interna con la Lazio nell'ultimo turno. I precedenti di campionato a Genova vedono in vantaggio il Grifone, con 28 vittorie a 16; 22 i pareggi. Nello scorso torneo finì 2-0 per i liguri.
Genoa
IN CAMPO (4-3-3)
97 I. Radu
32 M. Pedro Pereira
87 E. Zukanovic 36°
17 C. Romero 39°
13 G. Pezzella
21 I. Radovanovic 81°
8 L. Lerager 14°
18 E. Rolon
27 S. Sturaro 65°
9 A. Sanabria 41°
11 C. Kouame

IN PANCHINA
1 F. Marchetti
93 Jandrei
10 G. Lapadula
3 K. Gunter
39 A. Favilli
15 L. Mazzitelli 81°
22 D. Lazovic
33 I. Lakicevic
14 D. Biraschi 41°
24 D. Bessa 65°
19 G. Pandev
44 L. Miguel Veloso
Allenatore
Cesare Prandelli
Inter
IN CAMPO (4-2-3-1)
1 S. Handanovic
33 D. D'Ambrosio
37 M. Skriniar
23 J. Miranda
18 K. Asamoah 27° 15°
5 R. Gagliardini 15° 81°
77 M. Brozovic 65°
16 M. Politano 74°
14 R. Nainggolan
44 I. Perisic 54°
9 M. Icardi (R)40° 54° 80°

IN PANCHINA
27 D. Padelli
87 A. Candreva
13 A. Ranocchia
21 S. Cedric
20 I. Borja Valero 74°
8 M. Vecino
15 N. Joao Mario 65°
61 F. Colidio
29 H. Dalbert
74 E. Salcedo
11 D. Keita Baldé 80°
Allenatore
Luciano Spalletti

Logo Genoa

4-3-3

Arbitro: Maurizio Mariani

Logo Inter

4-2-3-1

97 Radu
1 Handanovic
32 Pedro Pereira
33 D'Ambrosio
87 Zukanovic
37 Skriniar
17 Romero
23 Miranda
13 Pezzella
18 Asamoah
21 Radovanovic
5 Gagliardini
8 Lerager
77 Brozovic
18 Rolon
16 Politano
27 Sturaro
14 Nainggolan
9 Sanabria
44 Perisic
11 Kouame
9 Icardi

Il grafico rappresenta le formazioni iniziali delle squadre.

Pagelle a cura di: Giulio Zampini

Arbitro
Maurizio Mariani 6.0
La prima ammonizione arriva dopo 13 minuti: è il chiaro segnale di voler mantenere sotto controllo, fin da subito, l'evoluzione del match. E si prende, Mariani, anche le responsabilità in occasione del rigore dato a Icardi e l'espulsione a Romero

Genoa
Allenatore: Cesare Prandelli 4.0
I rossoblù, dal canto loro, sono stati incapaci (più per evidenti meriti nerazzurri che demeriti propri) di rimescolare il copione della gara: troppo differente il gap tattico, ancor prima che tecnico e atletico, tra le due compagini
Ionut Andrei Radu (POR): 6.0
Vittima sacrificale. Non ha le maggiori colpe
Miguel Pedro Pereira (DIF): 5.0
Dalle sue parti si aggira Perisic, uno che quando è in serata fa diventare matto qualsiasi avversario intenzionato a limitarlo. Non sfigura il terzino del Genoa, alternando chiusure tempestive (e attente) a normali imbucate (meno del dovuto) da parte della catena laterale di sinistra nerazzurra
Ervin Zukanovic (DIF): 4.5
Ha molte colpe in occasione delle reti nerazzurre
Cristian Romero (DIF): 5.0
Difende a tutto campo su qualsiasi avversario di turno dimostrando le basi per diventare grande: marca tempestivamente l’uomo alle sue spalle, evitando che si giri per attaccare la porta. Pecca, però, in occasione del rigore regalato a Icardi, un’ingenuità che costa caro alla sua squadra (sotto di due reti e in uno in meno)
Giuseppe Pezzella (DIF): 5.0
Non entra mai in partita, finendo per azzeccare poche scelte
Ivan Radovanovic (CEN): 4.5
Risucchiato totalmente dal dominio territoriale e del pallone da parte dell'Inter
Lukas Lerager (CEN): 5.0
Dominato a centrocampo dall'Inter, finisce la gara con il mal di testa
Esteban Rolon (CEN): 4.5
Si sbatte, ma non ha la forza di cambiare i connotati della gara. E' lui a perdersi Gagliardini nel goal che sblocca la gara
Stefano Sturaro (CEN): 5.5
Parte, a sorpresa, alto a destra. Confuso tatticamente, finisce per cercare di mettere sostanza in una partita che lo vede spaesato
Antonio Sanabria (ATT): 5.0
Esce dopo 40 minuti per motivi tattici (subito dopo l'espulsione di Romero e lo svantaggio di due reti). Non si nota, forse non ne ha il tempo
Christian Kouame (ATT): 5.0
Quasi mai cercato e trovato dai compagni. Queste sono il tipo di partite difficili da giocare per le punte
Luca Mazzitelli (CEN): s.v.
Entra a risultato ampiamente deciso. Non può incidere sul match
Davide Biraschi (DIF): 5.0
Entrato a gara in corso (dopo l'espulsione di Romero), finisce vittima di una partita difensiva e sottotono della sua squadra
Daniel Bessa (CEN): 5.0
Entra a risultato ampiamente deciso (3-0) e prova a cambiare i connotati della partita, ma non ne ha le possibilità: una goccia d'acqua in mezzo al deserto
Inter
Allenatore: Luciano Spalletti 7.0
Un’Inter di ragionamento, dominio territoriale e del pallone, capace di pazientare senza mai forzare la giocata. Così facendo, la squadra di Spalletti ne ha guadagnato in autostima e controllo del gioco, finendo per mettere sotto il Genoa per lunghi tratti.
Samir Handanovic (POR): 6.0
Spettatore non pagante
Danilo D'Ambrosio (DIF): 6.5
Non si limita al compitino difensivo ma spinge anche in fase offensiva. Non è (più?) l’anello debole della retroguardia nerazzurra
Milan Skriniar (DIF): 6.5
Normale amministrazione per un colosso come lui
Joao de Souza Filho Miranda (DIF): 6.5
Come per Skriniar, mantiene alta l'attenzione in una partita id facile gestione
Kwadwo Asamoah (CEN): 6.5
Gli tocca la grana Kouame, che sulla carta partiva a sinistra, ma che sul campo si ritrova a destra. Gioca d’esperienza, rendendo innocuo il potenziale atletico dell’attaccante rossoblù
Roberto Gagliardini (CEN): 7.0
In palla, nel senso che il goal sembra sbloccarlo: da lì in poi sembra giocare con facilità di ragionamento e tocco (e arriva la doppietta, quasi inaspettata)
Marcelo Brozovic (CEN): 6.5
Gioca a tutto campo come un vero playmaker. E’ una delle poche (se non l’unica) fonte di gioco nerazzurra a centrocampo, ma non risparmia, in nessun caso, il tackle rude per evitare la ripartenza avversaria. Carota e bastone. Esce al 65' a risultato ampiamento deciso
Matteo Politano (CEN): 7.0
Una spina nei fianchi della difesa rossoblù. Quello che doveva fare Kouame nel Genoa, lo fa Politano nell’Inter: serpentine su serpentine per mandare in bambola la difesa avversaria
Radja Nainggolan (CEN): 6.5
Per una volta fin dall'inizio della gara mentalmente, tecnicamente e tatticamente dentro di essa
Ivan Perisic (CEN): 6.5
Alterna giocate di fino a sfaticate per il bene comune
Mauro Emanuel Icardi (ATT): 7.0
Il grande ritorno. Gioca soprattutto di sponda, cercando di favorire la manovra offensiva. H freddezza in occasione del rigore e non tradisce nelle emozioni
Iglesias Borja Valero (CEN): 6.0
Entra in campo prima rispetto a Joao Mario, ma il compito è lo stesso: mantenere il controllo
Naval Joao Mario (CEN): 6.0
Entra a 15' dalla fine per mantenere il controllo territoriale e del gioco in favore dei nerazzurri
Diao Keita Baldé (ATT): 6.0
Entra solo per togliere ogni dubbio sull'umore verso Icardi, uscito al suo posto: pubblico diviso tra fischi e applausi

Finisce la gara al Ferraris di Genova: 0-4 il netto verdetto del campo.

Un’Inter di ragionamento, dominio territoriale e del pallone, capace di pazientare senza mai forzare la giocata. Così facendo, la squadra di Spalletti ne ha guadagnato in autostima e controllo del gioco, finendo per mettere sotto il Genoa per lunghi tratti.

I rossoblù, dal canto loro, sono stati incapaci (più per evidenti meriti nerazzurri che demeriti propri) di rimescolare il copione della gara: troppo differente il gap tattico, ancor prima che tecnico e atletico, tra le due compagini

I nerazzurri, esaltati nel collettivo dal singolo (e viceversa), hanno così potuto mettere fin da subito in discesa la gara: il goal di Gagliardini, arrivato dopo 15 minuti di gioco e che ha rigenerato il centrocampista nerazzurro, più sciolto per il resto della gara, è stato seguito dal rigore trasformato (e procurato) con freddezza da Icardi (con fallo da ultimo uomo commesso da Romero, giustamente espulso), il tre a zero di Perisic, pescato solo davanti al portiere da un’ottima giocata in verticale dell’Inter infervorata dall’assist di Icardi e l’inaspettato 4-0 di Gagliardini, arrivato con un colpo di testa che Radu, per poco, non blocca sulla linea di porta

26 %
Possesso palla
74 %
5
Tiri totali
12
2
Tiri specchio
9
-
Tiri respinti
-
-
Legni
1
1
Corner
6
9
Falli
12
1
Fuorigioco
3
2
Ammoniti
1
1
Espulsi
-

Genoa-Inter 0-4

MARCATORI: 15' Gagliardini (I), 40' Icardi (Rig.) (I), 54' Perisic (I), 81' Gagliardini (I).
GENOA (4-3-3): Radu 6; Pedro Pereira 5, Zukanovic 4,5, Romero 5, Pezzella 5; Radovanovic 4,5 (81' Mazzitelli sv) , Lerager 5, Rolon 4,5; Sturaro 5,5 (65' Bessa 5) , Sanabria 5 (41' Biraschi 5) , Kouame 5.
A disposizione: Marchetti, Chitolina Carniel, Lapadula, Gunter, Favilli, Lazovic, Lakicevic, Pandev, Miguel Veloso.
Allenatore: Cesare Prandelli 4.
INTER (4-2-3-1): Handanovic 6; D'Ambrosio 6,5, Skriniar 6,5, Miranda 6,5, Asamoah 6,5; Gagliardini 7, Brozovic 6,5 (65' Joao Mario 6) ; Politano 7 (74' Borja Valero 6) , Nainggolan 6,5, Perisic 6,5; Icardi 7 (80' Keita Baldé 6) .
A disposizione: Padelli, Candreva, Ranocchia, Cedric, Vecino, Colidio, Dalbert, Salcedo.
Allenatore: Luciano Spalletti 7.
ARBITRO: Maurizio Mariani 6
NOTE: nessuna
AMMONITI: 14' Lerager (G); 27' Asamoah (I); 36' Zukanovic (G).
ESPULSI: 39' Romero (I).
ANGOLI: 1-6.
RECUPERO: pt 1, st 0