Serie A 2018-2019
Serie A 2018-2019
Tempo reale
Tempo reale

Sampdoria - Milan: 1 - 0 | Tempo reale, Formazioni

29° giornata Serie A 2018-2019

Stadio Luigi Ferraris

30 marzo 2019 ore 20:30
Il Meteo ora sul campo

Arbitro: Daniele Orsato

Sampdoria

1° G. Defrel

Logo Sampdoria
1
-
0

Conclusa

Logo Milan
1° G. Defrel

Milan

Logo Milan
0

Conclusa

15'
30'
45'
60'
75'
90'
Cronaca a cura di: Giulio Zampini
Mostra dettagli:

Finisce il match al Ferraris di Genova sul punteggio di 1-0 in favore dei blucerchiati, capaci fin dall’inizio (il goal del vantaggio è tutto un regalo di Donnarumma e della retroguardia rossonera) di dominare nel gioco e nell’occupazione degli spazi. Ne ha sofferto, il Milan, di questa organizzazione tattica della Sampdoria, che ha con la sua prestazione evidenziato in larga maniera la differenza di coralità nel gioco: precisa e unita quella dei ragazzi di Giampaolo, incapace di mettere sostanza (e figuriamoci in queste condizioni la qualità) i rossoneri.

Calcio corale batte calcio approssimativo uno a zero. Dal Ferraris è tutto

90'+6
Salva Calabria quasi sulla linea il pallone del K.O. blucerchiato

90'+5
Para Audero una conclusione di testa di Calabria

90'+2
Assegnati 5 minuti di recupero

90'+1
Ammonito Mateo Musacchio per proteste

90'+1
Arriva il giudizio dell'arbitro dopo la revisione dell'azione sul contatto di Piatek al monitor: non è rigore

90'
Gioco momentaneamente fermo al Ferraris: l'arbitro va al monitor

89'
Casca in area di rigore Piatek, ma l'arbitro non giudica falloso il contatto

87'
Terza e ultima sostituzione: esce Fabio Quagliarella ed entra Manolo Gabbiadini

84'
Guadagna dai 20 metri e da posizione defilata un calcio di punizione il Milan. Sulla battuta va Calhanoglu

82'
Spizza Sala, mandando in corner, un pallone che poteva risultare pericoloso per i rossoneri

80'
Paratona di Donnarumma che, contro un Defrel lanciato solo a rete, riesce ad annientarlo bloccando il pallone a terra

79'
Sostituzione per i blucerchiati: esce Ronaldo Vieira ed entra Jakub Jankto

72'
Su tiro deviato di Quagliarella nel cuore dell'area avversaria, il pallone sbatte prepotentemente sulla traversa

72'
Tenta il tiro a giro Castillejo, sbagliando completamente nella precisione

71'
Terza e ultima sostituzione per i rossoneri: esce Lucas Biglia ed entra Lucas Tolentino Coelho Paquetà

67'
Tenta la conclusione potente Praet, che però manda il pallone alto sul fondo

67'

Ci prova da palla inattiva la Sampdoria, con la conclusione che finisce però distante dallo specchio della porta avversaria.

Riparte il Milan dal fondo

66'
Prima sostituzione per i padroni di casa: esce Gaston Ramirez ed entra Riccardo Saponara

66'
Ammonito Tiemoué Bakayoko, che commettendo fallo vicino alla propria area di rigore, regala una palla importante ai padroni di casa

64'
Seconda sostituzione per i rossoneri: esce Jesus Fernandez Suso ed entra Patrick Cutrone

60'
Pareggia il Milan ma l'arbitro ferma il gioco: è netto fallo sul portiere

60'
Devia in corner la retroguardia blucerchiata l'ennesima conclusione fotocopia (a giro) di Suso

58'
Pesca Murru con precisione chirurgica Defrel da solo davanti al portiere. L'attaccante blucerchiato, nel tentativo di ribattere a rete un pallone in modo acrobatico, la manda di poco sopra la traversa

57'
Si gira Quagliarella nel cuore dell'area avversaria e tenta la conclusione a giro, che deviata finisce in corner

56'
Mette in mezzo un pallone Linetty con l'intenzione di pescare Quagliarella, ma la troppa foga nel cross manda fuori il pallone

51'
Tenta la conclusione in porta Linetty: il tiro, a giro ma debole, finisce nelle facili braccia di Donnarumma

50'

Iniziato il secondo tempo al Ferraris.

L'unica sostituzione è l'ingresso di Conti a discapito dell'uscita di Rodríguez

46'
Sostituzione: esce Ricardo Rodriguez ed entra Andrea Conti

'+2

Finisce il primo tempo al Ferraris tra Sampdoria e Milan: 1-0 il risultato parziale a favore dei padroni di casa, fin qui padroni del territorio e del pallone

Fatale la disattenzione difensiva della retroguardia rossonera, specie sull’asse Romagnoli-Donnarumma, con il portiere del Milan che commette il primo passo falso del match: nel tentativo di costruire da dietro l’azione, regala palla a Defrel, che ribatte facilmente a rete. Il tutto, dopo neanche 30 secondi di gioco

45'+1
Guadagna, in pieno recupero, due calci d'angolo consecutivi il Milan, dal quale nasce il tiro di Musacchio che, deviato, finisce nuovamente in corner

45'+1
Assegnato 1 minuto di recupero

45'
Tenta la conclusione a giro Linetty, murata dalla retroguardia rossonera

41'
Guadagna l'ennesimo calcio d'angolo la Sampdoria

37'
Ammonito Ronaldo Vieira tra le fila dei padroni di casa

37'
Guadagna un calcio d'angolo la Sampdoria, fin qui in controllo totale della gara

35'
Il pallone, crossato in maniera imprecisa in mezzo, finisce lontano dallo specchio della porta blucerchiata. Riparte dal fondo la Sampdoria

35'
Guadagna l'ennesimo calcio d'angolo il Milan. Va Rodríguez sulla battuta

31'
Prova Calhanoglu a crossare un pallone in mezzo con l'intento di pescare la testa di Piatek: il tentativo, impreciso, finisce con la sicura presa alta in uscita di Audero

31'
Allo scoccare della mezz'ora esatta il Milan guadagna l'ennesimo calcio d'angolo

31'
Come da protocollo, la Var non interviene: resta valida la decisione dell'arbitro in campo. Si riprende da rimessa laterale in posizione pericolosa da parte del Milan

30'
Cade in area Calhanoglu, ma l'arbitro lascia correre. Silent check della Var in corso?

29'
Prova Quagliarella da posizione defilata il tiro a giro del possibile 2-0: la conclusione, imprecisa ma non per questo facile, finisce sul fondo

26'
Paratona di Audero che toglie all'ultimo secondo, con il difensore davanti, il pallone all'angolino basso calciato a giro da Suso

25'
Ammonito Samu Castillejo tra i rossoneri

22'
Sbaglia nuovamente il Milan nell'impostare da dietro, con protagonista in questa occasione Romagnoli, che pressato da Defrel stava per ricommettere l'errore fotocopia del goal che ha sbloccato la partita

20'
Tenta la conclusione al volo Vieira, che impotente e imprecisa finisce nelle facili braccia di Donnarumma

19'
Tenta il cross in mezzo Suso, che finisce però. impreciso, sul fondo

17'
Splendido passaggio filtrante di Linetty a pescare il lanciato a rete Defrel: il tiro, potente ma eseguito in fretta, finisce su deviazione del portiere in angolo

16'
Arriva la prima ammonizione della gara: cartellino giallo a Suso

10'
Prova Piatek a saltare Andersen, colpendo però il pallone palesemente con la mano. L'arbitro Orsato ferma l'azione

6'
Arriva il primo tiro davvero voluto della gara da parte della Sampdoria: è di nuovo Defrel che tenta la conclusione dal limite dell'area avversaria. Conclusione centrale

1'
GOAL! La Sampdoria passa in vantaggio dopo neanche 30 secondi di gara! Brutto errore di Donnarumma che, nel tentativo di rinviare il pallone, lo calcia addosso a Defrel

1'

Iniziato il match a Genova tra Sampdoria e Milan!

Tra le fila dei padroni di casa confermato l’undici tipo, con Vieria mediano e Ramirez trequartista dietro alle punte Quagliarella-Defrel

Per gli ospiti varia di molto la formazione che scende in campo questa sera: assenti Kessie e Paquetà, con l’arretramento a mezzala sinistra di Calhanoglu e il rientro a centrocampo di Biglia

Forte di tre vittorie nelle ultime quattro giornate, la Sampdoria testa lo stato di salute di un Milan uscito male dal Derby meneghino: la sconfitta con i cugini dell'Inter ha infatti interrotto una striscia positiva che durava da 10 giornate. I precedenti a Genova di Serie A vedono gli ospiti avanti con 23 successi a 18; 19, invece, i pareggi. Nello scorso torneo, vittoria rossonera per 2-0, identico risultato (ma dopo i supplementari) della sfida di Coppa Italia in questa stagione.
Sampdoria
IN CAMPO (4-3-1-2)
1 E. Audero
7 J. Sala
3 J. Andersen
15 O. Colley
29 N. Murru
10 D. Praet
4 R. Vieira 79° 37°
16 K. Linetty
11 G. Ramirez 66°
27 F. Quagliarella 87°
92 G. Defrel

IN PANCHINA
72 V. Belec
33 C. Rafael
20 M. Sau
26 L. Tonelli
23 M. Gabbiadini 87°
5 R. Saponara 66°
14 J. Jankto 79°
25 A. Ferrari
24 B. Bereszynski
22 C. Tavares
Allenatore
Marco Giampaolo
Milan
IN CAMPO (4-3-3)
99 G. Donnarumma
2 D. Calabria
22 M. Musacchio 91°
13 A. Romagnoli
68 R. Rodriguez 46°
14 T. Bakayoko 66°
21 L. Biglia 71°
10 H. Calhanoglu
8 J. Suso 64° 16°
19 K. Piatek
7 S. Castillejo 25°

IN PANCHINA
90 A. Donnarumma
25 P. Reina
12 A. Conti 46°
93 D. Laxalt
79 F. Kessie
33 M. Caldara
20 I. Abate
16 A. Bertolacci
17 C. Zapata
39 L. Paquetà 71°
11 F. Borini
63 P. Cutrone 64°
Allenatore
Gennaro Gattuso

Logo Sampdoria

4-3-1-2

Arbitro: Daniele Orsato

Logo Milan

4-3-3

1 Audero
99 Donnarumma
7 Sala
2 Calabria
3 Andersen
22 Musacchio
15 Colley
13 Romagnoli
29 Murru
68 Rodriguez
10 Praet
14 Bakayoko
4 Vieira
21 Biglia
16 Linetty
10 Calhanoglu
11 Ramirez
8 Suso
27 Quagliarella
19 Piatek
92 Defrel
7 Castillejo

Il grafico rappresenta le formazioni iniziali delle squadre.

Pagelle a cura di: Giulio Zampini

Arbitro
Daniele Orsato 5.5
Non sbaglia alcuna decisione, assumendosi le responsabilità nei casi più caldi e non rifiutando di andare al monitor quando il momento lo richiedeva. Tiene in pugno una gara che sul finire si surriscalda

Sampdoria
Allenatore: Marco Giampaolo 7.0
Una Sampdoria di costruzione ragionata, dominio del territorio e del pallone, che ha fin da subito dominato il Milan e il campo. Tre punti importantissimi, e meritati, per i ragazzi di Giampaolo
Emil Audero (POR): 7.0
La parata intorno alla mezzora del primo tempo su Suso è da oscar: il tiro è ravvicinato, ben posizionato e lo vede partire all’ultimo, complice la presenza del difensore che gli ostruisce la vista
Jacopo Sala (DIF): 6.0
Si vede meno delle altre volte, ma se la catena difensiva regge, è anche per merito suo
Joachim Andersen (DIF): 6.5
Attento nelle chiusure difensive. Si trova di fronte Piatek, non un attaccante qualunque, ma riesce comunque a limitarlo fisicamente
Omar Colley (DIF): 6.5
Sembra capire fin da subito la ripetitività degli attaccanti rossoneri nell’attaccare la porta, e per questo non lo saltano mai. Brucia anche sulla corsa a campo aperto Piatek
Nicola Murru (DIF): 6.0
Terzino di indole ma con piedi raffinati. La sua specialità? Pescare l'attaccante di turno con cross dalle retrovie
Dennis Praet (CEN): 6.0
Il solito equilibratore di centrocampo, che non si risparmia gli inserimenti nell'area avversaria
Ronaldo Vieira (CEN): 6.0
Mediano metodico e meccanico, nel senso che si limita a fare ciò per cui è stato istruito: fare da diga davanti alla difesa
Karol Linetty (CEN): 6.5
Ha il pregio di ribaltare subito l’azione da difensiva a offensiva con la sua capacità di saltare l’uomo nelle zone nevralgiche del campo
Gaston Ramirez (CEN): 6.0
Gioca tra le linee, aiutando i suoi compagni nel dominare a livello territoriale
Fabio Quagliarella (ATT): 6.5
Si sbatte e gioca di sponda. Non riesce a trovare la via del goal, ma il suo apporto e supporto è pur sempre dei migliori
Gregoire André Defrel (ATT): 7.5
L'immagine di uomo copertina del match oggi va a lui: è Defrel che sblocca, anche se con fortuna (ma lui era lì in pressione), il match, nel quale alla fine si distingue per le ripetute azioni e conclusioni che avrebbero potuto premiarlo maggiormente
Manolo Gabbiadini (ATT): s.v.
Entra giusto gli ultimi 5 minuti per mantenere bassa la squadra rossonera
Riccardo Saponara (CEN): 6.0
Entra nella ripresa per il suo sostituto-fotocopia Ramirez, portando come lui inventiva e tocchi interessanti per le punte di turno. Sa dialogare bene con i compagni
Jakub Jankto (CEN): 6.0
Entra per cercare di mantenere il dominio territoriale a centrocampo, evitando così le possibili ripartenze dei rossoneri. Sei d'ufficio
Milan
Allenatore: Gennaro Gattuso 5.0
Pecca di precisione il Milan, incapace di mettere sostanza (figuriamoci, in queste condizioni, la qualità) in una partita alla quale porta poca cura del dettaglio. Un calcio approssimativo quello rossonero
Gianluigi Donnarumma (POR): 5.0
E’ suo l’errore che mette fin da subito in salita il match al Milan. Pecca in fase di costruzione, regalando troppi palloni. E ne risente, mentalmente, per tutto il resto della gara
Davide Calabria (DIF): 5.5
Dalle sue parti si insinua più volte Linetty, abile mezzala che tartassa per molta parte del match il povero Calabria, quasi sempre in inferiorità numerica
Mateo Musacchio (DIF): 5.5
Continua sulla falsariga del suo compagno di reparto Romagnoli
Alessio Romagnoli (DIF): 5.0
Pecca di precisione e sicurezza nell’impostare da dietro. E il Milan, costretto per questo motivo a lanciare lungo, ne risente per tutta la gara
Ricardo Rodriguez (DIF): 5.0
Come il resto della difesa rossonera, sbaglia tanto in fase d'impostazione e nei cross. Dimostra poca sicurezza nei suoi mezzi
Tiemoué Bakayoko (CEN): 4.5
Non entra mai nel vivo della partita, sbagliando completamente ogni decisione
Lucas Biglia (CEN): 5.5
Nella poca e malsana vena costruttiva del Milan, Biglia è uno dei pochi a provare la costruzione ragionata senza tentare il lancio lungo
Hakan Calhanoglu (CEN): 5.5
Parte mezzala destra, ma viene a giocare, per forza di cose (il giro palla del Milan è scarno e spento) in mezzo al campo
Jesus Fernandez Suso (CEN): 6.0
Ormai le sue azioni sono fotocopie: finta sul sinistro e tiro a giro, eppure non riescono mai a fermarlo. Esce dopo 60 minuti per Cutrone, nel tentativo di riaccendere l'attacco rossonero
Krzysztof Piatek (ATT): 5.0
Si sbatte, ci prova, ma se la squadra lo cerca soprattutto (e soltanto) con lanci lunghi e non suggerimenti rasoterra, fatica
Samu Castillejo (ATT): 5.0
Gioca fuori posizione (non a destra ma a sinistra), finendo per disputare la classica partita dell'estraneo in campo
Andrea Conti (DIF): 5.5
Entra nella ripresa al posto di un negativo Rodríguez, provando in tutti i modi a dare una mano ai suoi compagni per ribaltare il risultato
Lucas Tolentino Coelho Paquetà (CEN): 5.5
Stanco e reduce dal tour nazionale, entra solo nel secondo tempo, ma non riesce a far pendere il dominio territoriale e di manovra dalla parte dei rossoneri
Patrick Cutrone (ATT): 6.0
Entra nella ripresa per sovvertire il risultato. Si sbatte, ma la poca vena costruttiva e offensiva della squadra gliene fa pagare le conseguenze

Finisce il match al Ferraris di Genova sul punteggio di 1-0 in favore dei blucerchiati, capaci fin dall’inizio (il goal del vantaggio è tutto un regalo di Donnarumma e della retroguardia rossonera) di dominare nel gioco e nell’occupazione degli spazi. Ne ha sofferto, il Milan, di questa organizzazione tattica della Sampdoria, che ha con la sua prestazione evidenziato in larga maniera la differenza di coralità nel gioco: precisa e unita quella dei ragazzi di Giampaolo, incapace di mettere sostanza (e figuriamoci in queste condizioni la qualità) i rossoneri.

Calcio corale batte calcio approssimativo uno a zero. Dal Ferraris è tutto

50 %
Possesso palla
50 %
14
Tiri totali
7
8
Tiri specchio
5
2
Tiri respinti
2
1
Legni
-
5
Corner
10
12
Falli
9
3
Fuorigioco
3
1
Ammoniti
4
-
Espulsi
-

Sampdoria-Milan 1-0

MARCATORI: 1' Defrel (S).
SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero 7; Sala 6, Andersen 6,5, Colley 6,5, Murru 6; Praet 6, Vieira 6 (79' Jankto 6) , Linetty 6,5; Ramirez 6 (66' Saponara 6) ; Quagliarella 6,5 (87' Gabbiadini sv) , Defrel 7,5.
A disposizione: Belec, Rafael, Sau, Tonelli, Ferrari, Bereszynski, Tavares.
Allenatore: Marco Giampaolo 7.
MILAN (4-3-3): Donnarumma 5; Calabria 5,5, Musacchio 5,5, Romagnoli 5, Rodriguez 5 (46' Conti 5,5) ; Bakayoko 4,5, Biglia 5,5 (71' Paquetà 5,5) , Calhanoglu 5,5; Suso 6 (64' Cutrone 6) , Piatek 5, Castillejo 5.
A disposizione: Donnarumma, Reina, Laxalt, Kessie, Caldara, Abate, Bertolacci, Zapata, Borini.
Allenatore: Gennaro Gattuso 5.
ARBITRO: Daniele Orsato 5,5
NOTE: Nota della partita
AMMONITI: 16' Suso (M); 25' Castillejo (M); 37' Vieira (S); 66' Bakayoko (M); 90' Musacchio (M).
ESPULSI: nessuno.
ANGOLI: 5-10.
RECUPERO: pt 1, st 7