Serie A 2018-2019
Serie A 2018-2019
Tempo reale
Tempo reale

Genoa - Juventus: 2 - 0 | Tempo reale, Formazioni

28° giornata Serie A 2018-2019

Stadio Luigi Ferraris

17 marzo 2019 ore 12:30
Il Meteo ora sul campo

Arbitro: Marco Di Bello

Genoa

72° S. Sturaro
81° G. Pandev

Logo Genoa
2
-
0

Conclusa

Logo Juventus

Genoa

Logo Genoa
2
72° S. Sturaro
81° G. Pandev

Conclusa

15'
30'
45'
60'
75'
90'
Cronaca a cura di: Giulio Zampini
Mostra dettagli:

Finisce tra gli olè irrisori del pubblico il match al Ferraris: 2-0 il risultato, maturato grazie alle reti di Sturaro e Pandev

Si vede che l'ha preparata bene Prandelli, con il suo Genoa chiuso (ma non catenacciaro), intendo a giocare di ripartenze veloci con il compito di lacerare la Juventus per vie centrali. Paga solo in parte il Genoa la poca precisione della sua squadra, e dei suoi attaccanti, negli ultimi 20 metri. Fondamentali in questo senso i due ingressi (Sturaro e Pandev, i due marcatori di oggi) e il sacrificio di Kouame

Parte male la Juventus, troppo poco attenta e decisiva nel chiudere gli spazi al Genoa, il quale per lunghi tratti la domina. Provano a riprendersi nel secondo tempo i bianconeri, che sfiorano il vantaggio a più riprese prima di cadere sotto i colpi del Genoa. Male la Juventus, ma considerando i risultati fin qui ottenuti, glielo si può perdonare

90'
Assegnati 4 minuti di recupero

85'
Ammonito Emre Can per fallo di frustrazione su Criscito

82'
Ammonito Pandev.

81'
GOAL! Raddoppia il Genoa, grazie alla buona impostazione dell'azione da parte di Kouame, che poi serve (sotto forma di assist) il pallone a Pandev, che di precisione sinistra ribatte a rete il raddoppio rossoblù. Al Ferraris è apoteosi Genoa

78'
Regala Can un pallone a Kouame nel cuore dell'area avversaria: spreca, per imprecisione, Kouame, che manda alle stelle il pallone

77'
Finisce le sostituzioni anche la Juventus: esce Rodrigo Bentancur ed entra Leonardo Spinazzola

75'
Terza e ultima sostituzione per i padroni di casa: esce Ivan Radovanovic ed entra Luis Miguel Veloso

74'
Guadagna calcio d'angolo il Genoa

72'
GOAL! Ha segnato il Genoa! Di precisione il tiro di Sturaro, dal limite dell'area avversaria (su assist di Pandev), finisce nell'angolino basso. Beffato dal rimbalzo Perin

71'
Seconda sostituzione per la Juventus: esce Mario Mandzukic ed entra Moise Kean

71'
Seconda sostituzione in casa Genoa: esce Darko Lazovic ed entra Stefano Sturaro

70'
La conclusione di Radovanovic finisce direttamente sulla barriera bianconera

69'
Guadagna un calcio di punizione da posizione interessante (25 metri) il Genoa

66'
Guadagna calcio d'angolo la Juventus

65'

Ci prova ora la Juventus, intenta a sbloccare una gara fin qui troppo involuta per i bianconeri

60'

Risponde subito il Genoa con una sostituzione: esce Antonio Sanabria ed entra Goran Pandev

60'
Prima sostituzione in casa Juventus: esce Joao Cancelo ed entra Federico Bernardeschi

58'
Annullato il momentaneo vantaggio bianconero al 56', arrivato grazie all'assist di Cancelo raccolto e ribattuto a rete da Dybala. Ma la posizione del portoghese era oltre la linea dell'ultimo difensore rossoblù. Giusto annullare

51'
Prova Sanabria a calciare dai 20 metri: tiro murato dalla retroguardia bianconera

46'
Iniziato il secondo tempo al Ferriaris. Nessun cambio tra le due compagini

Finisce il primo tempo al Ferraris di Genova: 0-0 il risultato parziale.

Un primo tempo esaltante per i padroni di casa, capaci di rapide ripartenze che hanno lacerato, soprattutto centralmente, la Juventus, incapace fin qui di trovare le giuste contromisure. Regolare la decisione dell'arbitro di togliere il calcio di rigore al Genoa, dato per palese il tocco di mano di Cancelo, però anticipato da un tocco di mano di Kouame stesso

45'+1

45'
Assegnati due minuti di recupero

44'
Manda Rolon un pallone in curva calciato dai 20 metri

36'
Colpisce di testa Sanabria nel cuore dell'area avversaria: conclusione che finisce alta sul fondo. Riparte da Perin la Juventus

33'
L'arbitro, dopo essere andato al monitor, toglie il calcio di rigore: palese il tocco di mano di Cancelo, ma il suo tocco è anticipato da quello di Kouame, sempre di braccio. Giusto annullare

32'
L'arbitro va a rivedere l'azione al monitor

30'
Calcio di rigore per il Genoa! Tocco di mano di Cancelo. Si aspetta il giudizio dalla sala Var

29'
Para Perin una conclusione potente e ravvicinata di Romero

29'
Arriva l'ennesimo calcio d'angolo del Genoa, fin qui attento a livello tattico e intento a giocare di contropiede

23'
Ammonito Martin Caceres, nettamente in ritardo il suo intervento su Lazovic

22'
Mura Zukanovic un tentativo di concludere a rete di Dybala

17'
Pesca bene Pereira un Kouame lanciato a rete, che serve Sanabria solo davanti al portiere: Perin, reattivissimo, compite il miracolo

11'
Manda di poco a lato Kouame una conclusione potente ma imprecisa

6'
Pareggia la Juventus nel conto dei cartellini gialli: ammonito Alex Sandro

5'
Arriva il primo calcio d'angolo del match. E' a favore della Juventus, dalla bandierina ci va Pjanic

3'

  Arrivato il primo cartellino giallo del match: ammonito Cristian Romero

3'
Chiude Bonucci, con esperienza, su Kouame lanciato a rete ma da posizione defilata. E' stato bravo il difensore bianconero a portarlo sull'esterno

1'

Iniziato il match a Genova tra Genoa e Juventus!

Tra le fila dei padroni di casa, Prandelli vara la novità tattica del 4-3-3 con Lazovic alto a destra (e Kouame sul versante opposto) nell’intenzione di far recapitare più palloni al centravanti Sanabria

Tra gli ospiti spicca l’assenza di Cristiano Ronaldo, nemmeno convocato per il match odierno. Da segnalare il ritorno da ex di Perin, che parte titolare tra i pali

Il Genoa, senza gol (e, di conseguenza, vittorie) da tre giornate sfida nell'anticipo dell'ora di pranzo una Juve galvanizzata dalla grande vittoria sull'Atletico nel ritorno degli ottavi di Champions League. I precedenti di A in quel di Marassi vedono in leggero vantaggio il Grifone, con 28 successi a 25; 15 i risultati di parità. Lo scorso torneo vinsero però i bianconeri per 4-2.
Genoa
IN CAMPO (4-3-3)
97 I. Radu
32 M. Pedro Pereira
17 C. Romero
87 E. Zukanovic
4 D. Criscito
8 L. Lerager
21 I. Radovanovic 75°
18 E. Rolon
22 D. Lazovic 71°
9 A. Sanabria 60°
11 C. Kouame 81°

IN PANCHINA
1 F. Marchetti
93 Jandrei
10 G. Lapadula
3 K. Gunter
27 S. Sturaro 72° 71°
15 L. Mazzitelli
14 D. Biraschi
24 D. Bessa
13 G. Pezzella
26 N. Dalmonte
19 G. Pandev 81° 82° 60° 72°
44 L. Miguel Veloso 75°
Allenatore
Cesare Prandelli
Juventus
IN CAMPO (3-5-2)
22 M. Perin
4 M. Caceres 23°
19 L. Bonucci
24 D. Rugani
20 J. Cancelo 60°
23 E. Can 85°
5 M. Pjanic
30 R. Bentancur 77°
12 L. Alex Sandro
17 M. Mandzukic 71°
10 P. Dybala

IN PANCHINA
21 C. Pinsoglio
1 W. Szczesny
37 L. Spinazzola 77°
14 B. Matuidi
41 H. Nicolussi Caviglia
42 P. Moreno
3 G. Chiellini
18 M. Kean 71°
33 F. Bernardeschi 60°
Allenatore
Massimiliano Allegri

Logo Genoa

4-3-3

Arbitro: Marco Di Bello

Logo Juventus

3-5-2

97 Radu
22 Perin
32 Pedro Pereira
4 Caceres
17 Romero
19 Bonucci
87 Zukanovic
24 Rugani
4 Criscito
20 Cancelo
8 Lerager
23 Can
21 Radovanovic
5 Pjanic
18 Rolon
30 Bentancur
22 Lazovic
12 Alex Sandro
9 Sanabria
17 Mandzukic
11 Kouame
10 Dybala

Il grafico rappresenta le formazioni iniziali delle squadre.

Pagelle a cura di: Giulio Zampini

Arbitro
Marco Di Bello 6.5
Una gara non facile, poiché condita da diversi episodi che hanno richiesto anche l'ingresso della Var nella partita. Legge bene le situazioni. Il voto va alla terna arbitrale in toto, sia in campo che dietro al monitor

Genoa
Allenatore: Cesare Prandelli 6.5
Si vede che l'ha preparata bene Prandelli, con il suo Genoa chiuso (ma non catenacciaro), intendo a giocare di ripartenze veloci con il compito di lacerare la Juventus per vie centrali. Paga solo in parte il Genoa la poca precisione della sua squadra, e dei suoi attaccanti, negli ultimi 20 metri. Fondamentali in questo senso i due ingressi (Sturaro e Pandev, i due marcatori di oggi) e il sacrificio di Kouame
Ionut Andrei Radu (POR): 6.0
Gara da spettatore a tratti
Miguel Pedro Pereira (DIF): 6.5
Difende con corse e rincorse, ma non si risparmia nel pescare in profondità Kouame. Educato con i piedi
Cristian Romero (DIF): 6.5
Grinta e attenzione (soprattutto su Mandzukic, al quale non risparmia il contatto fisico) contro la squadra che sarà (?) il suo futuro prossimo
Ervin Zukanovic (DIF): 6.0
Attento, mura ciò che può
Domenico Criscito (DIF): 6.5
Ci mette esperienza, trovandosi di fronte un Cancelo (non un avversario qualunque) in giornata
Lukas Lerager (CEN): 6.5
Corsa e polmoni. Metodista
Ivan Radovanovic (CEN): 6.0
Gara difensiva, senza sbavature (e dalle sue parti si aggira Dybala, mai facile da contenere)
Esteban Rolon (CEN): 6.5
Recupera palloni con voglia e grinta. Utile
Darko Lazovic (CEN): 5.5
Parte alto a destra, con l'intenzione di rubare tempo e campo all'avversario in profondità, finisce per giocare da terzino aggiunto
Antonio Sanabria (ATT): 5.0
Gli arriva un pallone soltanto, che sbatte centralmente su Perin. Involuto
Christian Kouame (ATT): 7.0
Sempre attivo, sempre dinamico e propenso al sacrificio per la squadra. Una spina nel cuore della retroguardia bianconera. E' suo l'assist del 2-0 di Pandev
Stefano Sturaro (CEN): 7.0
Entra e dopo pochi secondi pareggia il risultato con precisione chirurgica. E' il colpo dell'ex che lascia il segno. Il voto va alla freddezza del tiro
Goran Pandev (ATT): 7.0
Entra al 60' per dare un cambio di rotta alla poca precisione rossoblù negli ultimi 30 metri. E che precisione nell'occasione del 2-0!
Luis Miguel Veloso (CEN): 6.0
Entra per difendere il risultato e portarsi a casa i 3 punti
Juventus
Allenatore: Massimiliano Allegri 6.0
Parte male la Juventus, troppo poco attenta e decisiva nel chiudere gli spazi al Genoa, il quale per lunghi tratti la domina. Provano a riprendersi nel secondo tempo i bianconeri, che sfiorano il vantaggio a più riprese prima di cadere sotto i colpi del Genoa. Male la Juventus, ma considerando i risultati fin qui ottenuti, glielo si può perdonare
Mattia Perin (POR): 6.5
L'ex che non soffre di ricordi ed emozioni. Reattivo e pronto, come nel primo tempo (da vedere e rivedere il miracolo su Sanabria dopo 15 minuti di gioco). In occasione del vantaggio rossoblù, viene beffato dal rimbalzo che lo frega
Martin Caceres (DIF): 6.0
Corsa e gamba in un reparto (e in una squadra) dove l'attenzione è al pari della voglia. Deve solo mantenere la continuità di rendimento
Leonardo Bonucci (DIF): 6.5
Mette esperienza in un terzetto difensivo di per sé tanto esperta
Daniele Rugani (DIF): 5.5
Disattento solo a tratti, viene salvato dal compagno di reparto Bonucci
Joao Cancelo (DIF): 6.5
Fa tutto e di più, tranne che il terzino. Giocatore aggiunto. Esce dopo 60 minuti per motivi tattici
Emre Can (CEN): 5.5
Si ritrova a dover svolgere compiti da difensore che non si aspettava di dover fare. Sempre predisposizione al sacrificio, il suo
Miralem Pjanic (CEN): 6.5
Geometrie sempre pulite e idee sempre chiare. Chapeau
Rodrigo Bentancur (CEN): 6.0
L'ago della bilancia del centrocampo (ma anche del gioco) bianconero. Tanti recuperi e tanto lavoro sporco
Lobo Silva Alex Sandro (DIF): 5.5
Considerando le sue ultime (brutte) uscite, non sfigura, ma neanche si esalta. Si limita al compitino
Mario Mandzukic (ATT): 5.5
Non si sbatte più di tanto, sbagliando alcune decisioni sotto porta
Paulo Dybala (ATT): 5.0
Nella posizione da trequartista e da "tuttocampista" prova a far salire la squadra. Bravo in quello, ma viene a mancare in quello che dovrebbe fare una punta: segnare
Leonardo Spinazzola (CEN): 6.0
Entra per dare spinta in fascia, sulla continuità di quello che è stato il suo buon esordio in Champions League la settimana appena passata
Moise Kean (ATT): 5.5
Entra per sovvertire il risultato. Non ci riesce, ma l'impegno ce lo mette, come sempre
Federico Bernardeschi (CEN): 6.0
Entra al 60' con le grandi aspettative, le mantiene

Finisce tra gli olè irrisori del pubblico il match al Ferraris: 2-0 il risultato, maturato grazie alle reti di Sturaro e Pandev

Si vede che l'ha preparata bene Prandelli, con il suo Genoa chiuso (ma non catenacciaro), intendo a giocare di ripartenze veloci con il compito di lacerare la Juventus per vie centrali. Paga solo in parte il Genoa la poca precisione della sua squadra, e dei suoi attaccanti, negli ultimi 20 metri. Fondamentali in questo senso i due ingressi (Sturaro e Pandev, i due marcatori di oggi) e il sacrificio di Kouame

Parte male la Juventus, troppo poco attenta e decisiva nel chiudere gli spazi al Genoa, il quale per lunghi tratti la domina. Provano a riprendersi nel secondo tempo i bianconeri, che sfiorano il vantaggio a più riprese prima di cadere sotto i colpi del Genoa. Male la Juventus, ma considerando i risultati fin qui ottenuti, glielo si può perdonare

43 %
Possesso palla
57 %
10
Tiri totali
3
5
Tiri specchio
-
1
Tiri respinti
-
-
Legni
-
6
Corner
6
12
Falli
11
3
Fuorigioco
1
2
Ammoniti
3
-
Espulsi
-

Genoa-Juventus 2-0

MARCATORI: 72' Sturaro (G), 81' Pandev (G).
GENOA (4-3-3): Radu 6; Pedro Pereira 6,5, Romero 6,5, Zukanovic 6, Criscito 6,5; Lerager 6,5, Radovanovic 6 (75' Miguel Veloso 6) , Rolon 6,5; Lazovic 5,5 (71' Sturaro 7) , Sanabria 5 (60' Pandev 7) , Kouame 7.
A disposizione: Marchetti, Chitolina Carniel, Lapadula, Gunter, Mazzitelli, Biraschi, Bessa, Pezzella, Dalmonte.
Allenatore: Cesare Prandelli 6,5.
JUVENTUS (3-5-2): Perin 6,5; Caceres 6, Bonucci 6,5, Rugani 5,5; Cancelo 6,5 (60' Bernardeschi 6) , Can 5,5, Pjanic 6,5, Bentancur 6 (77' Spinazzola 6) , Alex Sandro 5,5; Mandzukic 5,5 (71' Kean 5,5) , Dybala 5.
A disposizione: Pinsoglio, Szczesny, Matuidi, Nicolussi Caviglia, Moreno , Chiellini.
Allenatore: Massimiliano Allegri 6.
ARBITRO: Marco Di Bello 6,5
NOTE: nessuna
AMMONITI: 3' Romero (G); 6' Alex Sandro (J); 23' Caceres (J); 82' Pandev (G); 85' Can (J).
ESPULSI: nessuno.
ANGOLI: 6-6.
RECUPERO: pt 2, st 4