Serie A 2018-2019
Serie A 2018-2019
Tempo reale
Tempo reale

Lazio - Inter: 0 - 3 | Tempo reale, Formazioni

29 ottobre 2018 ore 20:30
Il Meteo ora sul campo

Arbitro: Massimiliano Irrati
Logo Lazio
0
-
3

Conclusa

Logo Inter

Inter

28° M. Icardi
41° M. Brozovic
70° M. Icardi

Lazio

Logo Lazio
0

Inter

Logo Inter
3
28° M. Icardi
41° M. Brozovic
70° M. Icardi

Conclusa

15'
30'
45'
60'
75'
90'
Cronaca a cura di: Giulio Zampini
Mostra dettagli:

E’ arrivato il triplice fischio di Irrati: all’Olimpico di Roma vince, convince e stravince l’Inter con un rotondo 3-0, sia nel risultato che nella prestazione.

Spettacolare la gara dei nerazzurri, redivivi dopo il tracollo (com’è normale che sia) contro il Barcellona in Champions League. Una squadra compatta, paziente, che ha saputo sfruttare appieno ogni occasione per fare male all’avversario.

A livello individuale benissimo Brozovic (sempre più faro dell’Inter), Vecino (propositivo anche in fase offensiva) e Icardi (killer d’area, che ha imparato anche a giocare con la squadra).

L’idea che esce dall’Olimpico, analizzando la gara a posteriori, è che la vittoria sia arrivata solo per meriti nerazzurri, che sono stati di molto superiori ai quasi inesistenti demeriti biancocelesti.

90'
Assegnati 4 minuti di recupero

88'
Terza e ultima sostituzione per l'Inter: esce Matteo Politano ed entra Diao Keita Baldé

87'
Sostituzione per l'Inter: esce Matías Vecino ed entra Roberto Gagliardini

83'
Strepitoso Handanovic che salva il risultato in maniera eccellente, parando un tiro ravvicinato di Immobile

79'
Sostituzione in casa Lazio: esce Stefan Daniel Radu ed entra Bastos

79'

Tenta il tiro Sergej Milinkovic-Savic: pallone alto sul fondo, ripartono i nerazzurri

77'
Guadagnato un calcio di punizione dai 20 metri, quasi a sorpresa sulla battuta va Icardi: pallone che finisce di poco sopra la traversa

74'
Prova il tiro Correa da posizione defilata: para di piede Handanovic

71'
Ammonito Cataldi.

70'
GOAL! Arriva la doppietta di Icardi, bravo e freddo sotto porta a siglare l'ennesimo goal. Spettacolare per visione l'assist di Borja Valero

70'
Sostituzione in casa Lazio: esce Felipe Caicedo ed entra Joaquín Correa

69'
Pasticcia Miranda in fase difensiva, regalando un calcio d'angolo alla Lazio

66'
Da un pallone in uscita perso da Acerbi nel cuore dell'area avversaria, Politano tenta la conclusione ravvicinata: pallone potente ma impreciso. Riparte la Lazio

65'
Calcio d'angolo per l'Inter, il quarto della gara per i nerazzurri. Dalla bandierina va Brozovic

60'
Prova a mettere in sicurezza il risultato Icardi con una girata al volo al limite dell'area avversaria: pallone alto sul fondo

59'
Prova il tiro al volo Perisic da un bellissimo suggerimento di Icardi: pallone calciato potente ma mal calibrato. Riparte la Lazio con la rimessa dal fondo

58'
Sostituzione in casa Inter: esce Joao Mario ed entra Borja Valero

56'
Caicedo si guadagna dal limite dell'area avversaria un calcio di punizione pericoloso per la Lazio. Sulla battuta va Cataldi

53'
Prova a girare al volo nel cuore dell'area avversaria Milinkovic-Savic: pallone che finisce sul fondo. Riparte l'Inter.

51'
Prova il colpo di testa Caicedo pur essendo molto squilibrato: pallone che, difatti, finisce debole sul fondo

49'
Ammonito anche Vrsaljiko per un battibecco avuto con Radu

49'
Ammonito Radu per un'entrata su Politano

48'
Paratona di Handanovic da una grande conclusione (più per precisione che per potenza) di Cataldi da calcio di punizione

45'
Iniziato in questo istante il secondo tempo all'Olimpico di Roma! Nessun cambio di formazione tra le due squadre

Fischia la fine del primo tempo l'arbitro Irrati: le due squadre vanno negli spogliatoi sul punteggio di 2 a 0 per i nerazzurri, grazie alle reti di Icardi (28') e Brozovic (41').

Una gara finora aperta e capovolta su più fronti si è via via sostituita ad una prima frazione (i classici primi 15 minuti di studio delle due squadre) di tatticismo dominante. Molto compatta e qualitativa l'Inter, costretta a prendere in mano le redini del match per l'atteggiamento remissivo dei padroni di casa.

45'
Assegnato un minuto di recupero

41'
GOAL! Raddoppia l'Inter grazie allo splendido goal di Brozovic: un tiro a giro dai 20 metri

39'
Da una triangolazione a tratti spettacolare Icardi-Vecino ne scaturisce un tiro pericoloso dell'uruguaiano che Strakosha manda in corner

38'
Prova la conclusione da fuori area Minkovic-Savic: pallone alto sul fondo che non impensierisce Handanovic. Riparte l'Inter

37'
Prova il colpo di testa Vecino nell'area avversaria: para Strakosha in tuffo non senza patemi

34'
Cambio nella Lazio: fuori Badelj, dentro Cataldi.

31'
Ammonito Immobile nelle fila dei padroni di casa per proteste

28'

GOAL! Si porta in vantaggio l'Inter con un tap-in vincente di Icardi sotto porta con un ultimo tocco intelligente di Vecino.

Per l'argentino, l'area di rigore si conferma nuovamente il suo regno

27'
E' arrivato il secondo cartellino giallo del match: ammonito Asamoah per l'Inter

23'

Prova il tiro a giro Perisic dal limite dell'area avversaria: pallone che sfiora il palo, battezzato fuori da Strakosha

18'
E' arrivata l'ammonizione per Brozovic

17'
Strepitoso intervento a recuperare di Miranda che blocca un Immobile lanciato a rete

17'
Prova il colpo di testa Skriniar dagli sviluppi di un calcio d'angolo: pallone che finisce nelle braccia di Strakosha

10'
Clamorosa occasione per  l'Inter! Da un cross rasoterra arrivato alla sinistra di Perisic dopo un suo classico doppio passo, Icardi, solo davanti alla porta, non riesce a spingere il pallone in rete

7'
Prova a rendersi pericolosa la Lazio da calcio di punizione in posizione defilata. Sulla battuta ci va Badelj

6'

Prova a coordinarsi al volo Parolo per mandare in rete un pallone giunto alto dalla sinistra: sfera di gioco che finisce sul fondo. Riparte l'Inter

4'
Prova a rispondere la Lazio con un tiro dai 20 metri: pallone che finisce lontano dallo specchio della porta

3'

Nel cuore dell'area avversaria Vecino prova il tiro: pallone che finisce, mal calibrato,  alto sul fondo. Riparte la Lazio

1'

Inizia in questo momento il match all’Olimpico di Roma.

Per i padroni di casa pesa l’assenza di Lucas Leiva, spedito in tribuna da Inzaghi per infortunio. Clamorosi colpi di scena, invece, tra le fila dei nerazzurri: titolare Miranda al posto di De Vrij (una partita emotivamente forte per il giocatore) e la presenza di Joao Mario come trequartista

Lazio e Inter si ritrovano all'Olimpico a cinque mesi di distanza dalla sfida-spareggio dell'ultima giornata dello scorso torneo, che sancì, grazie al 3-2 per i nerazzurri, il ritorno dei milanesi in Champions League a scapito proprio dei biancocelesti. Squadre in salute, con l'Inter che vanta cinque vittorie consecutive, mentre la Lazio ha conquistato 6 punti negli ultimi due turni. Precedenti di campionato a Roma con il vantaggio dei padroni di casa, 27 successi a 21; il risultato più frequente è stato però il pareggio, verificatosi in 28 occasioni.
Lazio
IN CAMPO (3-5-1-1)
1 T. Strakosha
3 R. Luiz Felipe
33 F. Acerbi
26 S. Radu 79° 49°
77 A. Marusic
16 M. Parolo
25 M. Badelj 34°
21 S. Milinkovic-Savic
19 S. Lulic
20 F. Caicedo 70°
17 C. Immobile 31°

IN PANCHINA
24 S. Proto
23 G. Guerrieri
22 M. Caceres
5 J. Lukaku
10 R. Luis Alberto
13 F. Wallace
15 Q. Bastos 79°
7 V. Berisha
11 J. Correa 70°
4 G. Patric
32 D. Cataldi 34° 71°
96 A. Murgia
Allenatore
Simone Inzaghi
Inter
IN CAMPO (4-2-3-1)
1 S. Handanovic
2 S. Vrsaljko 49°
23 J. Miranda
37 M. Skriniar
18 K. Asamoah 27°
8 M. Vecino 87°
77 M. Brozovic 41° 18°
16 M. Politano 88°
15 N. Joao Mario 58°
44 I. Perisic
9 M. Icardi 28° 70°

IN PANCHINA
27 D. Padelli
5 R. Gagliardini 87°
10 L. Martinez
13 A. Ranocchia
11 D. Keita Baldé 88°
6 S. De Vrij
20 I. Borja Valero 58° 70°
29 H. Dalbert
33 D. D'Ambrosio
87 A. Candreva
Allenatore
Luciano Spalletti

Logo Lazio

3-5-1-1

Arbitro: Massimiliano Irrati

Logo Inter

4-2-3-1

1 Strakosha
1 Handanovic
3 Luiz Felipe
2 Vrsaljko
33 Acerbi
23 Miranda
26 Radu
37 Skriniar
77 Marusic
18 Asamoah
16 Parolo
8 Vecino
25 Badelj
77 Brozovic
21 Milinkovic-Savic
16 Politano
19 Lulic
15 Joao Mario
20 Caicedo
44 Perisic
17 Immobile
9 Icardi

Il grafico rappresenta le formazioni iniziali delle squadre.

Pagelle a cura di: Giulio Zampini

Arbitro
Massimiliano Irrati 6.0
Partita in pugno dal primo all'ultimo minuto. Non richiede l'intervento della Var, lo svolgimento della partita non ne sente il bisogno

Lazio
Allenatore: Simone Inzaghi 5.5
Guarda impietrito dall'area tecnica della sua panchina una squadra dominata in lungo e in largo dai nerazzurri. L'unico rimpianto, forse, è il non aver messo Correa dall'inizio
Thomas Strakosha (POR): 6.0
Sui goal non può quasi nulla. Si può dichiarare parte lesa in questa serata di fallimento totale per la Lazio
Ramos Marchi Luiz Felipe (DIF): 5.0
Perisic, Politano, Joao Mario e a volte Vecino: si vede passare dalle sue parti moltissime maglie nerazzurre, non ne tiene una
Francesco Acerbi (DIF): 5.0
Mal supportato, diventa fin da subito vittima della strapotenza nerazzurra
Stefan Daniel Radu (DIF): 5.0
Cade in un imbuto dal quale non riesce a risollevarsi. Partita negativa, in tutto e per tutto
Adam Marusic (CEN): 6.0
Crea qualche occasione pericolosa sulla fascia destra, complice la serata in parte no di Asamoah
Marco Parolo (CEN): 6.0
Di lotta, di testa e a volte di cuore: Parolo ci prova in mezzo al campo, tentando qualche conclusione anche sotto porta. Di certo è l'ultimo a mollare
Milan Badelj (CEN): 6.0
Partita normale per il centrocampista laziale, costretto a uscire dopo 34 minuti
Sergej Milinkovic-Savic (CEN): 6.0
Bravo con le sue cavalcate a trasformare l’azione da difensiva a offensiva. Finisce, come tutta la Lazio, risucchiato dal dominio territoriale a centrocampo dell’Inter
Senad Lulic (CEN): 5.0
Cade come cade tutta la Lazio. E sul terzo goal dell'Inter cade veramente, perdendosi Icardi che appoggia in rete il definitivo 3-0
Felipe Caicedo (ATT): 4.5
Assente. Non entra mai in partita. Con lui la Lazio gioca in 10
Ciro Immobile (ATT): 6.5
A differenza del suo compagno di reparto lotta su ogni pallone, corre per tutto il campo e rincorre ogni avversario. Non arriva al goal per la serata di grazie di Handanovic (più volte miracoloso) e per la marcatura stretta e a tratti asfissiante di Skriniar
Quissanga Bartolomeu Jacinto Bastos (DIF): s.v.
Entra per far rifiatare Radu
Joaquín Correa (CEN): 6.5
Il suo rapido cambio di passo e le sue serpentine spaventano la difesa nerazzurra. A pensarla a posteriori per Inzaghi potrebbe essere un rimorso l’averlo messo in campo soltanto all’70’.
Danilo Cataldi (CEN): 7.0
Si rende pericoloso, con qualche giocata, anche da palla inattiva (bella la punizione nel secondo tempo). Come per Immobile, si trova di fronte un Handanovic in serata
Inter
Allenatore: Luciano Spalletti 7.0
Osa Spalletti, mettendo Joao Mario fin dall'inizio. Osa l'Inter, compatta, paziente ma allo stesso tempo brava nel capitalizzare subito l'occasione con rapidi capovolgimenti di fronte. E questa volta la sensazione di vittoria, oltre che per il risultato, è netta e meritata proprio per la prestazione dei nerazzurri
Samir Handanovic (POR): 8.0
Salva tutto quello che può, e lo fa in tutti i modi: in tuffo, di piede e pure di pugno. Sembra essere tornato il gatto di un tempo
Sime Vrsaljko (DIF): 6.0
In una partita giocata soprattutto per vie centrali per il predominio territoriale, il croato non riesce a spiccare entrando nel tabellino marcatori ma allo stesso tempo non sfigura. Prestazione normale
Joao de Souza Filho Miranda (DIF): 5.5
Bene nel primo tempo, qualche sbavatura di troppo nel secondo. L’idea che passa è che se la retroguardia nerazzurra tiene è per merito di Skriniar
Milan Skriniar (DIF): 6.5
Difensore a tutto campo. Regge l'urto contro Immobile e qualunque avversario passi dalle sue parti
Kwadwo Asamoah (CEN): 6.0
Il ghanese ci ha portato su standard molto elevati, è vero, ma l’Asamoah visto all’Olimpico questa sera è stato l’anello leggermente più debole della retroguardia nerazzurra
Matías Vecino (CEN): 7.0
Abile in interdizione, quello per cui viene pagato. Molto importante in zona offensiva, dove si propone più e più volte con importanti triangolazioni con Icardi. Trequartista aggiunto, un vero tuttofare lì in mezzo
Marcelo Brozovic (CEN): 7.5
Spettacolare a centrocampo per visione e tempi di gioco. L'impressione che dà è che è sempre di più il faro dell’Inter. E Il goal è soltanto la ciliegina sulla torta di una serata vistosa per il croato
Matteo Politano (CEN): 6.5
C’è, ma non si vede. E’ presente, ma pochi riescono a prenderlo. Utile, prezioso nei movimenti, come con il taglio effettuato nell’occasione del 3-0 nerazzurro che ha regalato a Icardi lo spazio giusto per poter mettere la palla in rete
Naval Joao Mario (CEN): 6.5
Titolare quasi per caso, Joao Mario disputa un primo tempo all’altezza della sua nomea. La voglia di rivalsa laziale di inizio secondo tempo costringe Spalletti a sostituirlo al 57’ per Borja Valero, nell’intenzione di ridare ordine ad un’Inter messa temporaneamente alle strette
Ivan Perisic (CEN): 6.0
Non eccelle per strappi, anche se qualche accelerazione preoccupa la retroguardia laziale. Utile
Mauro Emanuel Icardi (ATT): 8.0
L’area di rigore è il suo regno: lo sapevamo, lo ha nuovamente dimostrato in occasione dei due goal. A differenza di quello che si dice, Icardi gioca più con e per la squadra: le continue triangolazioni con Vecino, Politano e Perisic ne sono la dimostrazione
Roberto Gagliardini (CEN): s.v.
Entra in campo all’ultimo solo per mettere fisicità in mezzo al campo per contenere le risposte d’orgoglio laziali
Diao Keita Baldé (ATT): s.v.
Spiccioli di gara per l’ex. Non incide, non ne ha il tempo
Iglesias Borja Valero (CEN): 6.5
Entra per far rifiatare un’Inter a tratti schiacciata dalla voglia di riaprire la partita da parte della Lazio. Dà ordine e geometrie in fase di possesso palla. E l’assist fornito a Icardi per il 3-0, per visione di gioco, oltre alla qualità conferma la sua piena inclusione nel mondo nerazzurro. Prezioso, anche dalla panchina

E’ arrivato il triplice fischio di Irrati: all’Olimpico di Roma vince, convince e stravince l’Inter con un rotondo 3-0, sia nel risultato che nella prestazione.

Spettacolare la gara dei nerazzurri, redivivi dopo il tracollo (com’è normale che sia) contro il Barcellona in Champions League. Una squadra compatta, paziente, che ha saputo sfruttare appieno ogni occasione per fare male all’avversario.

A livello individuale benissimo Brozovic (sempre più faro dell’Inter), Vecino (propositivo anche in fase offensiva) e Icardi (killer d’area, che ha imparato anche a giocare con la squadra).

L’idea che esce dall’Olimpico, analizzando la gara a posteriori, è che la vittoria sia arrivata solo per meriti nerazzurri, che sono stati di molto superiori ai quasi inesistenti demeriti biancocelesti.

42 %
Possesso palla
58 %
11
Tiri totali
13
4
Tiri specchio
7
3
Tiri respinti
1
-
Legni
1
7
Corner
6
14
Falli
10
1
Fuorigioco
-
3
Ammoniti
3
-
Espulsi
-

Lazio-Inter 0-3

MARCATORI: 28' Icardi (I), 41' Brozovic (I), 70' Icardi (I).
LAZIO (3-5-1-1): Strakosha 6; Luiz Felipe 5, Acerbi 5, Radu 5 (79' Bastos sv) ; Marusic 6, Parolo 6, Badelj 6 (34' Cataldi 7) , Milinkovic-Savic 6, Lulic 5; Caicedo 4,5 (70' Correa 6,5) ; Immobile 6,5.
A disposizione: Proto, Guerrieri, Caceres, Lukaku, Luis Alberto, Wallace, Berisha, Patric, Murgia.
Allenatore: Simone Inzaghi 5,5.
INTER (4-2-3-1): Handanovic 8; Vrsaljko 6, Miranda 5,5, Skriniar 6,5, Asamoah 6; Vecino 7 (87' Gagliardini sv) , Brozovic 7,5; Politano 6,5 (88' Keita Baldé sv) , Joao Mario 6,5 (58' Borja Valero 6,5) , Perisic 6; Icardi 8.
A disposizione: Padelli, Martinez, Ranocchia, De Vrij, Dalbert, D'Ambrosio, Candreva.
Allenatore: Luciano Spalletti 7.
ARBITRO: Massimiliano Irrati 6
NOTE: nessuna
AMMONITI: 18' Brozovic (I); 27' Asamoah (I); 31' Immobile (L); 49' Radu (L); 49' Vrsaljko (I); 71' Cataldi (L).
ESPULSI: nessuno.
ANGOLI: 7-6.
RECUPERO: pt 1, st 4