Champions League 2017-2018
Champions League 2017-2018
Tempo reale
Tempo reale

21 febbraio 2018 ore 20:45

Arbitro: William Collum

Shakhtar Donetsk

52° F. Ferreyra
71° R. Fred

2
-
1

Conclusa

Roma

41° C. Under

Shakhtar Donetsk



2
52° F. Ferreyra
71° R. Fred

Roma



1
41° C. Under

Conclusa

15'
30'
45'
60'
75'
90'
Mostra dettagli:

Nella gara di andata degli ottavi di finale di UEFA Champions League la Roma di Di Francesco, nonostante una prestazione generosa e ricca di iniziative offensive, esce sconfitta per 2-1 dall'OSK Metalist Stadion. I giallorossi, sebbene meno incisivi rispetto agli avversari ucraini in fase d’attacco, si portano in vantaggio al 41’ con Under. Nella ripresa però prima si fanno raggiungere da Ferreyra al 52’ e poi superare da Fred al 71’.

Straordinaria la prestazione di Ramses Alisson nonostante le due reti incassate. L’estremo difensore giallorosso è infatti protagonista grazie alle sue strepitose parate e tiene ancora aperta la speranza giallorossa. Buona anche la prova di Under, ancora in gol, mentre negativa appare invece la gara di Nainggolan, spesso avulso dalla manovra. Sul versante ucraino Ismaily, Marlos e Taison appaiono spesso incontenibili mentre Fred si solleva dal torpore con una perla su punizione che vale la vittoria.
        
Di Francesco paga qualche ingenuità di troppo da parte dei suoi, nonostante l’innegabile impegno. Risultato che va invece addirittura un po’ stretto a Fonseca per le tantissime occasioni da rete non concretizzate. Nel complesso attenta ed equilibrata la direzione dell’arbitro scozzese Cullon.

La gara di ritorno è in programma Martedì 13 Marzo allo stadio Olimpico di Roma.

Ore 22:38, triplice fischio finale.

90'
Miracoloso salvataggio di Bruno Peres!

90'
Esce Bernard, entra Kovalenko. Seconda sostituzione nello Shakhtar.

90'
Concessi 3 minuti di recupero.

90'
Giallo a Perotti e Taison per comportamento scoretto.

88'
Destro di Gerson e parata di Pyatov.

84'
La gara di ritorno è in programma Martedì 13 Marzo allo stadio Olimpico di Roma.

83'
Esce Nainggolan, entra Defrel. Ultimo cambio deciso da Di Francesco.

82'
Sinistro teso di Stepanenko e parata di Alisson.

81'
Continua a premere lo Shakhtar.

80'
Giallo a Ferreyra per fallo su De Rossi.

76'

Lo Shakhtar Donetsk fu fondato nel 1936 ed è, insieme alla Dinamo Kiev, una delle formazioni leader del campionato ucraino. Insieme alla squadra di Kiev è una delle due compagini ucraine ad aver trionfato nelle coppe europee ed il primo e finora unico club ucraino, dopo lo scioglimento dell'URSS, ad avere vinto una competizione europea, la Coppa UEFA 2008-09. Nella sua bacheca figurano 10 campionati ucraini, 11 Coppe d'Ucraina (record condiviso), 8 Supercoppe d'Ucraina (record), 4 Coppe sovietica e una Supercoppa sovietica.

73'
Sinistro di Gerson e parata di Pyatov.

73'
Esce Florenzi, entra Bruno Peres. Seconda sostituzione nella Roma.

72'
Esce Under, entra Gerson. Primo cambio deciso da Di Francesco.

71'
Shakhtar-Roma 2-1. FRED. Il centrocampista brasiliano al 71' firma il vantaggio ucraino battendo Alisson direttamente da calcio piazzato.

69'
Punizione interessante per lo Shakhtar.

67'
Florenzi ferma Bernard in corner.

66'
Colpo di testa di Fazio e parata di Pyatov.

66'
Spinge ora la Roma.

65'
Colpo di testa di Nainggolan su cross di Kolarov e parata di Pyatov.

64'
Nel match di ritorno Borriello partì titolare ma in panchina non c'era più Ranieri. L'allenatore testaccino decise di dimettersi qualche giorno dopo la sconfitta dell'andata e il successivo ko in casa del Genoa per 4-3. Prima di andarsene ebbe però modo di rispondere al suo centravanti: "Si è visto quanti gol ha fatto quando è entrato..." disse Ranieri e Borriello gli diede ragione sul campo nella partita disputata a Donetsk. L'attuale attaccante della SPAL fu schierato dal primo minuto dal nuovo allenatore, Vincenzo Montella, e sull'1-0 a favore dello Shakhtar, firmato da Hubschman, ebbe la possibilità di rimettere in piedi la qualificazione su calcio di rigore. Dal dischetto però si fece ipnotizzare da Pyatov e buttò via l'ultima speranza della Roma. Rimasti in 10 per l'espulsione di Mexes, i giallorossi crollarono con le reti di Willian ed Eduardo. De Rossi concluse la gara ma fu poi squalificato per tre giornate con la prova tv per aver rifilato una gomitata a Srna.

64'
Continua a premere lo Shakhtar.

63'
Grandissima respinta di Alisson su conclusione di Taison!

62'
Destro al volo di Nainggolan e parata di Pyatov.

61'
Cross di Taison e parata in uscita di Alisson.

58'
Dzeko è fermato in off-side.

56'
Strepitosa parata di Alisson su Marlos!

53'
Bruciano ancora le due sconfitte che la Roma subì negli ottavi di finale della stagione 2010-11. Dopo un periodo di crescita e vittorie, la squadra di Ranieri arrivò al match d'andata di Champions, giocato in casa, con un solo punto raccolto nelle ultime tre di campionato e l'umore sotto terra. Nonostante questo, la Roma scese in campo con un buon approccio e riuscì a passare in vantaggio con Perrotta. Fu solo un'illusione però, perché dopo neanche 60 secondi gli ucraini trovarono il pareggio con una conclusione deviata di Jadson. Gol che sciolse definitivamente le resistenze dei giallorossi, colpiti nei minuti successivi da un bellissimo mancino a giro di Douglas Costa, oggi alla Juve, e dalla rete di Luiz Adriano, ex Milan, implacabile nello sfruttare lo scivolone goffo di Riise. 3-1 e pioggia di fischi all'Olimpico, incessanti anche dopo lo splendido gol di Menez nella seconda frazione di gioco che riaccese la fiammella della speranza. Qualificazione tutta in salita e clima incadescente, in particolare dopo che le telecamere rubarono a Borriello un labiale polemico nei confronti del suo allenatore: "Questo mi tiene in panchina, ho fatto 25.000 gol!".

52'
Shakhtar-Roma 1-1. FERREYRA. La punta ucraina pareggia al 52' sfruttando un'indecisione difensiva di Florenzi.

52'
Colpo di testa di Manolas e parata di Pyatov.

51'
Roma nuovamente in avanti.

50'
Sinistro di Ismaily e respinta in corner di Florenzi.

48'
Destro di Ferreyra e parata di Alisson.

46'
Ore 21:50, inizia il secondo tempo.

Prima frazione combattuta da ambo le parti con grande vivacità e caratterizzata da rapidi e continui capovolgimenti di fronte. La Roma appare comunque più ispirata rispetto agli ucraini ed al 41' perviene al vantaggio grazie al gol di Under ben assistito da Dezko.


Ore 21:34, fine primo tempo.

45'
Esce Kryvtsov, entra Ordets. Primo cambio deciso da Fonseca.

45'
Concesso un minuto di recupero.

42'
Non andò bene invece quando la Roma perse nel gelo di Donetsk e rimandò il discorso qualificazione all'ultima giornata, non avendo raccolto il punto che avrebbe garantito il passaggio del turno. I giallorossi, reduci dal 7-0 al Catania, giocarono in Ucraina in maniera troppo rinunciataria. Doni salvò i suoi nel primo tempo con almeno tre parate importanti, ma si arrese al colpo di testa di Marica nel secondo tempo. Nella parte finale di gara fu più lo Shakhtar ad andare vicino al 2-0 che la Roma al pareggio, in particolare con la punizione di Elano che si stampò sul palo. Alla fine la squadra di Spalletti riuscì a volare agli ottavi grazie al successo per 1-0 nell'ultimo turno contro il Valencia, deciso da Panucci. Il cammino dei giallorossi, dopo aver eliminato il Lione, si concluse poi con il 7-1 di Manchester.

41'
Shakhtar-Roma 0-1. UNDER. L'attaccante turco al 41' supera Pyatov con un preciso sinistro su assist di Dzeko.

39'
Cross di Stepanenko e parata in uscita alta di Alisson.

38'
Nainggolan è fermato in off-side.

37'
Per la seconda volta di fila questa sfida metterà in palio l'accesso ai quarti di finale, mentre i primi due scontri diretti furono giocati nella fase a gironi. Precisamente nella stagione 2006-07, quando il match dell'Olimpico inaugurò il gruppo D, composto poi da Valencia e Olympiakos. La Roma soffrì gli ospiti nel primo tempo e fino a metà ripresa, quando Taddei diede il via alla goleada dei ragazzi di Spalletti, al debutto in Champions. Il brasiliano controllò un cross di Tonetto e col destro sparò alle spalle di Shutkov, portando in vantaggio i suoi. Il raddoppio fu firmato da Francesco Totti. La festa giallorossa continuò poi De Rossi, puntuale con l'inserimento di testa. In chiusura ci pensò Pizzarro a calare il definitivo poker con un destro dalla distanza.

36'
Sinistro di Marlos e palla fuori.

34'
Sinistro dalla distanza di Fred e palla alta sopra la traversa.

33'
Pressing alto della Roma.

32'
La Roma ha vinto il suo girone contro ogni pronostico: meglio del Chelsea (secondo) e dell'Atletico Madrid retrocesso in Europa League.

31'
Dzeko duro su Taison.

28'
Butkov ferma Perotti in angolo.

27'
Ismaily copre bene su Under ed agevola la parata di Pyatov.

26'
Lo Shakhtar Donetsk ha perso solo uno degli ultimi 13 match casalinghi europei.

25'
Cross di Rakitskiy non raccolto dagli attaccanti ucraini.

21'
Perotti per Dzeko che conclude ma Pyatov gli dice no!

20'
Cross di kolarov e colpo di testa a lato di Manolas!

19'
Kryvtsov ferma Perotti in corner.

17'
Under chiude in angolo.

16'
Il bilancio complessivo dello Shakhtar Donetsk contro le squadre italiane (Roma, Juventus, Napoli, Milan, Inter, Lazio e Vicenza) è invece di 5 vittorie, 2 pareggi e 13 sconfitte. Il Milan l'ha sempre battuto in 4 scontri diretti, mentre il primo precedente italiano risale agli ottavi di Coppa delle Coppe del 1998 quando il Vicenza di Guidolin vinse 3-1 in trasferta (doppietta di Luiso più Beghetto) e 2-1 al Menti: ancora Luiso e Viviani.

13'
Destro di Marlos e parata provvidenziale di Alisson!

12'
Cross dalla destra di Under e parata in uscita di Pyatov.

11'
Preme ora la compagine ucraina, si difende coi denti la retroguardia giallorossa.

9'
Bernard è murato da De Rossi.

9'
Roma e Shakhtar Donetsk si sono già affrontate 4 volte in Champions League: nella fase a gironi dell'edizione 2006/07 con un successo per parte (1-0 all'Olimpico, 0-4 in Ucraina) e agli ottavi di finale del 2010/11, quando la squadra di Mircea Lucescu s'impose sia all'andata (3-2) che al ritorno (3-0) per un bilancio complessivo di 3 vittorie dello Shakhtar e una della Roma.

8'
Insistono i giallorossi.

7'
Conclusione di Fazio e palla a lato.

6'
Occasionissima per la Roma che con Dzeko sfiora la rete!

5'
Perotti anticipato in corner da Butko!

4'
Rischio per i giallorossi che subiscono un pericoloso contrattacco ucraino!

2'
Roma subito in attacco.

2'
La gara è diretta dal diretta dall'arbitro scozzese William Collum coadiuvato dai connazionali assistenti David McGeachie e Francis Connor. Quarto Ufficiale è Douglas Potter mentre gli assistenti addizionali sono Bobby Madden e John Beaton.


1'
Padroni di casa in campo con la maglia nero-arancione mentre i capitolini indossano la divisa bianca.

1'
Ore 20:46, inizia la gara.

Le formazioni ufficiali sono state annunciate dai due allenatori. Clicca su "Formazioni" sulla barra per consultarle.

All'OSK Metalist Stadion di Kharkiv per la gara di andata degli ottavi di finale di UEFA Champions League, arriva la Roma di Di Francesco che, qualificata come testa di serie del gruppo C, è reduce dall'ultima vittoria in campionato contro l'Udinese. Il tecnico giallorosso deve fare a meno di Karsdorp, mentre appaiono in dubbio Gonalons e Florenzi. In attacco probabile quindi il trio Under-Nainggolan-Perotti a supporto di Dzeko.

Altrettanto forte la motivazione dei padroni di casa che, qualificati in seconda posizione nel gruppo F, sono reduci dall'ultima larga vittoria nei confronti del  Chornomorets Odesa.
Tra gli ucraini sarà assente Malyshev oltre allo squalificato Srna. Anche il tecnico Fonseca risponderà quindi con un probabile 4-2-3-1 e l'attacco affidato Marlos- Taison-Bernard alle spalle di Ferreyra.

Il Metalist Stadion di Kharkiv è teatro della gara d'andata degli ottavi di finale di Champions League tra Shakhtar Donetsk e Roma. I giallorossi si sono guadagnati l'accesso alla fase finale della manifestazione vincendo il girone C davanti al Chelsea. La compagine ucraina si è invece qualificata chiudendo al secondo posto il girone F alle spalle del Manchester City. Nell'ultimo turno di campionato la Roma, terza in graduatoria, ha allungato a tre la striscia di successi consecutivi andando ad imporsi ad Udine. Lo Shakhtar, capolista della Premier League con tre punti di vantaggio sulla Dinamo Kiev, ha ottenuto alla ripresa del torneo una larga affermazione interna sul Chornomorets Odessa.   
Shakhtar Donetsk
IN CAMPO (4-2-3-1)
30 A. Pyatov
2 B. Butko
44 Y. Rakitskiy
31 . Ismaily
6 T. Stepanenko
8 R. Fred 71°
11 . Marlos
7 . Taison 90°
19 F. Ferreyra 80° 52°
18 I. Ordets 45°
74 V. Kovalenko 90°

IN PANCHINA
4 S. Kryvtsov 45°
10 . Bernard 90°
26 M. Shevchenko
21 A. Patrick
34 I. Petriak
9 . Dentinho
59 O. Zubkov
All.Paulo Fonseca
Roma
IN CAMPO (4-2-3-1)
1 R. Alisson
44 K. Manolas
20 F. Fazio
11 A. Kolarov
16 D. De Rossi
6 K. Strootman
8 D. Perotti 90°
9 E. Dzeko 41°
25 D. Bruno Peres 73°
30 D. Gerson 72°
23 G. Defrel 83°

IN PANCHINA
24 A. Florenzi 73°
17 C. Under 41° 72°
4 R. Nainggolan 83°
28 L. Skorupski
5 G. Juan Jesus
7 L. Pellegrini
14 P. Schick
All.Eusebio Di Francesco

4-2-3-1

Arbitro: William Collum

4-2-3-1

30 Pyatov
1 Alisson
2 Butko
44 Manolas
44 Rakitskiy
20 Fazio
31 Ismaily
11 Kolarov
6 Stepanenko
16 De Rossi
8 Fred
6 Strootman
11 Marlos
8 Perotti
7 Taison
9 Dzeko
19 Ferreyra
25 Bruno Peres
18 Ordets
30 Gerson
74 Kovalenko
23 Defrel
Arbitro
William Collum 6.0
Dirige la gara con attenzione e giusta determinazione.

Shakhtar Donetsk
Allenatore: Paulo Fonseca 7.0
Grande spirito combattivo espresso dai suoi ragazzi che, nonostante lo svantaggio iniziale, si dimostrano caparbi nel recuperare e portare a casa la preziosa vittoria.
Andriy Pyatov (POR): 7.0
Attento e spesso pronto a proteggere la sua porta sotto gli affondi giallorossi. Non riesce però a deviare la conclusione vincente di Under al 41'.
Bohdan Butko (DIF): 6.5
Spinge con buona frequenza lungo la fascia destra per dare supporto alle azioni offensive ucraine.
Yaroslav Rakitskiy (DIF): 6.5
Autoritario nel contenere le scorribande offensive giallorosse.
Goncalves dos Santos Ismaily (DIF): 7.0
Pronto nelle chiusure ed altrettanto nello sganciarsi costantemenete in avanti sfruttando la fascia mancina.
Taras Stepanenko (CEN): 6.5
Generoso, si impegna sia in fase d'interdizione che nel sostenere le ripartenze.
Rodrigues de Paula Santos Fred (CEN): 7.0
Limitato più al contenimento che alla fase avanzata ma al 71' firma il raddoppio ucraino battendo Alisson con una punizione magistrale.
Romero Bonfim Marlos (CEN): 7.0
Dotato di grande tecnica, rappresenta un osso durissimo per la difesa capitolina.
Barcellos Freda Taison (ATT): 7.0
Il capitano brasiliano cerca di mettere ordine e dettare i tempi della manovra ma non ha vita facile contro l'arcigna linea mediana giallorossa.
Facundo Ferreyra (ATT): 6.5
Controllato a vista da Fazio, ha poco spazio d'azione per rendersi pericoloso. Solo al 52'firma la rete dell'1-1 sfruttando un'indecisione difensiva di Florenzi.
Ivan Ordets (DIF): 6.0
In campo dal 45' al posto di Kryvtsov. Non fa rimpiangere il suo predecessore.
Viktor Kovalenko (CEN): s.v.
In campo solo dal 92' al posto di Bernard. Non giudicabile.
Serhiy Kryvtsov (DIF): 6.5
Copre con determinazione fino a fine primo tempo, quando, a causa di un infortunio è costretto ad abbondanare la sfida.
Anicio Caldeira Duarte Bernard (CEN): 6.5
Caparbio e sempre nel vivo della manovra d'attacco. Al 92' Fonseca lo rileva con Kovalenko.
Roma
Allenatore: Eusebio Di Francesco 5.5
Tanto impegno ma anche qualche ingenuità di troppo da parte dei suoi che, dopo la rete del vantaggio, si fanno raggiungere e superare. Sarà necessario un grande sforzo nel ritorno all'Olimpico.
Ramses Alisson (POR): 7.0
Impegnato solo a tratti nella prima frazione. Nella ripresa invece incassa prima il gol del pareggio di Ferreyra e poi il raddoppio su punizione di Fred ma si dimostra comunque straordinario nello sventare il peggio in altre pericolose occasioni.
Kostantinos Manolas (DIF): 6.0
Determinato nelle chiusure con qualche vano tentativo in attacco.
Federico Julian Fazio (DIF): 6.0
Difende con carattere e lucidità nonostante la forte pressione degli attaccanti avversari.
Aleksandar Kolarov (DIF): 6.0
Sempre pronto a sostenere la manovra offensiva mentre in copertura deve fare spesso ricorso alle maniere forti.
Daniele De Rossi (CEN): 6.5
Combattivo e generoso il capitano giallorosso, si spende senza sosta a tutto campo.
Kevin Strootman (CEN): 6.0
Mastino di centrocampo, non sbaglia un colpo specie nella fase di non possesso.
Diego Perotti (ATT): 6.5
Ispirato, con le sue accelerazioni a zig-zag tiene in costante apprensione la difesa ucraina.
Edin Dzeko (ATT): 6.0
Spreca qualche buona occasione ma al 41' serve ad Under un delizioso assist che vale il gol dell'1-0.
Da Silva Bruno Peres (DIF): 6.0
In campo dal 73' al posto di Florenzi. Poco tempo a disposizione ma si distingue in particolare per un miracoloso salvataggio nel finale.
Da Silva Gerson (CEN): 5.5
In campo dal 72' al posto di Under. Il suo ingresso non apporta particolari migliorie alla manovra giallorossa.
Gregoire André Defrel (ATT): s.v.
In campo solo dall'83' al posto di Nainngolan. Non giudicabile.
Alessandro Florenzi (CEN): 5.5
Non al meglio, si dimostra capace di premere sulla corsia esterna destra seppur soffra parecchio nella fase difensiva. Al 73' cede il posto a Bruno Peres.
Cengiz Under (ATT): 7.0
Mobile e vivace in fase offensiva rappresenta una velenosissima spina nel fianco della retroguardia avversaria. Al 41' firma la rete dell'1-0 superando Pyatov con un preciso sinistro su assist di Dzeko. Al 72' esce in favore di Gerson.
Radja Nainggolan (CEN): 5.0
Timido e spesso avulso dal gioco, si mette in luce solo con qualche sporadico spunto. All'83' esce in favore di Defrel.

Shakhtar Donetsk-Roma 2-1

MARCATORI: 41' Under (R), 52' Ferreyra (S), 71' Fred (S).
SHAKHTAR-DONETSK (4-2-3-1): Pyatov 7; Butko 6,5, Kryvtsov 6,5 (45' Ordets 6) , Rakitskiy 6,5, Ismaily 7; Stepanenko 6,5, Fred 7; Marlos 7, Taison 7, Bernard 6,5 (90' Kovalenko sv) ; Ferreyra 6,5.
A disposizione: Shevchenko, Patrick, Petriak, Dentinho, Zubkov.
Allenatore: Paulo Fonseca 7.
ROMA (4-2-3-1): Alisson 7; Florenzi 5,5 (73' Bruno Peres 6) , Manolas 6, Fazio 6, Kolarov 6; De Rossi 6,5, Strootman 6; Under 7 (72' Gerson 5,5) , Nainggolan 5 (83' Defrel sv) , Perotti 6,5; Dzeko 6.
A disposizione: Skorupski, Juan Jesus, Pellegrini, Schick.
Allenatore: Eusebio Di Francesco 5,5.
ARBITRO: William Collum 6
NOTE: nessuna
AMMONITI: 80' Ferreyra (S); 90' Taison (S); 90' Perotti (R).
ESPULSI: nessuno.
ANGOLI: 6-9.
RECUPERO: pt 2, st 3