Serie B: Virtus Lanciano-Reggina, gol e highlights

2013-02-24 00:01:33
Pubblicato il 24 febbraio 2013 alle 00:01:33
Categoria: Serie B
Autore: Redazione Datasport.it

Guarda i gol e gli highlights di Virtus Lanciano-Reggina


Rivivi le emozioni di Virtus Lanciano-Reggina: cronaca, pagelle e tabellino


La Virtus Lanciano pone un altro mattone all'interno del suo progetto di salvezza sconfiggendo 3-1 al 'Guido Biondi' la Reggina, che prima di questa gara era distante in classifica soltanto un punto. Vera e propria sfida salvezza per entrambe le squadre, risolta dall'impatto sulla gara di Diego Falcinelli, che segna di prepotenza la rete del 2-1 e assiste il terzino goleador Mammarella per la rete che mette al sicuro il risultato. Una sconfitta che fa male agli uomini di Dionigi, che sembravano aver ingranato la marcia giusta in virtù di quattro risultati utili consecutivi; un successo fondamentale per quelli di Gautieri, che a 33 punti respirano ora aria molto più fresca.

Gautieri sceglie il consueto 4-3-3 con Gianvito Plasmati al centro dell'attacco, affiancato dai rapidi Fofana e Piccolo; a centrocampo spazio per Paghera, guardiano di Volpe in cabina di regia. Dionigi conferma invece la coppia gol formata da Comi e Di Michele, con l'ex Pisa Bombagi al posto di Hetemaj in mediana. Il primo tiro in porta arriva al 5', con Piccolo che si coordina al volo ma il suo sinistro è parato a terra da Baiocco. All'11' la Reggina recrimina per un presunto rigore: c'è la trattenuta di Amenta su Di Bari in area, ma l'arbitro Tommasi decide di soprassedere. Il Lanciano si scuote e al 19' trova il vantaggio: schema su calcio di punizione, Volpe mette in mezzo un gran pallone per Fofana che di testa anticipa l'uscita incerta di Baiocco e trova il terzo centro stagionale. Pochi minuti dopo i rossoneri potrebbero anche raddoppiare se solo Plasmati non sbagliasse il controllo tutto solo in area sul servizio di Piccolo. Le sue occasioni se le costruisce anche la Reggina: al 27' Leali anticipa Di Michele in uscita e serve involontariamente Comi, che calcia alto da buona posizione; poi ancora Di Michele tenta una pregevole rovesciata che sfila di poco a lato. L'ultima quarto d'ora della frazione è privo di emozioni: al riposo il Lanciano è avanti 1-0.

Anche l'avvio di ripresa non è certo scoppiettante, il Lanciano si limita giustamente ad amministrare il vantaggio e la difesa di Gautieri contiene con relativa tranquillità la temutissima coppia gol composta da Comi e Di Michele. Eppure nell'arco di pochi minuti la sfida si accende: al 58' la Virtus sfiora il raddoppio con un destro in corsa di Volpe, sul quale Baiocco non potrebbe nulla ma che si spegne alto di poco. Al 62' la doccia gelata per il pubblico del 'Biondi': strepitosa azione tutta di prima della Reggina con Rizzato che al volo mette in mezzo dalla sinistra per Comi, il quale si getta in spaccata e di destro batte Leali. Gli ospiti cercano il colpaccio, e invece è proprio il Lanciano a riportarsi in vantaggio. La partita la spacca Falcinelli, che al 73', da poco entrato al posto di uno spento Plasmati, compie un piccolo capolavoro incornando di prepotenza un cross dalla destra di Almici. La Reggina si sbilancia per il forcing finale e subisce invece il 3-1 di Mammarella: il terzino riceve in posizione molto sospetta dallo stesso Falcinelli e mette il sigillo del 3-1 al 90'.

Gara emozionante anche se giocata soltanto a sprazzi, con il Lanciano che si dimostra molto più abile rispetto agli avversari nello sfruttare le occasioni a propria disposizione. Nel turno infrasettimanale di martedì sera gli abruzzesi saranno di scena a Modena per cercare di dare continuità all'importante successo odierno, che li proietta a metà classifica con 33 punti. La Reggina potrà invece riscattarsi con prontezza contro uno Spezia in caduta libera dopo il 6-0 interno contro il Novara: anche perché la situazione dei calabresi si complica, e a 29 punti non si può certo stare tranquilli.