Serie B: il Verona riparte, Varese respinto

2013-02-23 17:15:49
Pubblicato il 23 febbraio 2013 alle 17:15:49
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Verona-Varese: cronaca, pagelle e tabellino

Il Verona respinge l'assalto al terzo posto mosso dal Varese e vede la A: sotto la neve del Bentegodi finisce 2-0. Reti di Moras al 22' sugli sviluppi di un corner e di Rivas all'82' su cross dalla destra di Juanito Gomez. I gialloblù si portano a 50 punti in graduatoria, a più sette sui biancorossi che restano quarti, ma rischiano l'avverarsi del gap di dieci punti tra terza e quarta che cancellerebbe l'ipotesi play-off e sancirebbe l'ingresso trionfale in Serie A delle prime tre classificate.

Nella gara di ritorno dei play-off dell'anno scorso, al Bentegodi il Varese strappò quell'1-1 che gli garantì l'accesso alla finale poi persa contro la Samp; quest'anno però gli uomini di Castori si arrendono ad un Verona solido e caparbio che si rialza dopo due sconfitte consecutive in campionato rinsaldando la traballante panchina del tecnico Mandorlini. I padroni di casa partono forte: al 14' la traversa centrata da Jorginho è il preludio del gol; al 22' infatti arriva la rete del vantaggio siglata da Moras: colpo di testa di Cacciatore su corner, respinta di Bressan e tap-in del centrale difensivo. Si sente nel Varese l'assenza dello squalificato Filipe Gomes: Corti e Damonte non riescono a dare fluidità ad una manovra arida e macchinosa con gli esterni quasi mai innescati sulle corsie laterali. Episodio curioso al 40': punizione a due in area di rigore per il Verona, a cinque metri di distanza dalla linea di porta. Il destro di Sgrigna viene però respinto dal muro umano imbastito dai biancorossi.

Nel secondo tempo il Varese va vicino al gol in due occasioni: al 56' miracolo di Rafael su Ferreira Pinto che fallisce l'uno contro uno, e al 64' sventola al volo di Ebagua da buona posizione, neutralizzata dell'estremo difensore gialloblù. Mandorlini cambia le ali d'attacco inserendo gli argentini Rivas e Juanito Gomez per gli evanescenti Sgrigna e Carrozza. Proprio i due nuovi entrati confezionano il gol del raddoppio mettendo in cassaforte il risultato: cross di Gomez e deviazione vincente di Rivas ben inseritosi sul secondo palo. Gli scaligeri vedono la A e mettono nel mirino il Livorno, secondo a quattro lunghezze di distanza.

Il Varese ospiterà nel prossimo turno di campionato il Cesena in casa, mentre il Verona affronterà in trasferta il Bari.