Roma: Adriano \"Lascio soldi ma trovo la felicità\"

2011-03-10 07:34:36
Pubblicato il 10 marzo 2011 alle 07:34:36
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Adriano saluta la Roma e l'Italia e torna a casa in Brasile. “Ho aperto le mie mani, e ho perso tanti soldi: ma per me conta essere felice, e io in Brasile lo sono”. Così l'attaccante ha spiegato, in un'intervista a Sky, la sua scelta di rescindere il contratto con il club giallorosso. “Non ho mai avuto tanti infortuni come quest'anno, forse è un segno di Dio - ha aggiunto Adriano - A casa ho due figli, quando li sento al telefono piango. Non ho chiesto a mia madre di seguirmi qui in Italia e di portarli perché non era facile, non era giusto. Ho 29 anni, mi devo curare da solo. In ogni caso, io esco a testa alta”.

“Ho scelto di tornare in Brasile. Ho rinunciato a tanti soldi ma mi piace essere felice e vado via da Roma a testa alta”. L'attaccante brasiliano Adriano, ha deciso di tornare in Brasile e lasciare Roma, raggiungendo una risoluzione consensuale anticipata del contratto economico. “Le cose pesano tantissimo sulle mie spalle, la mia famiglia, i miei figli e questo mi ha fatto pensare che tornare in Brasile era la cosa giusta da fare per me”, aggiunge Adriano ai microfoni di Sky.

La scommessa Adriano alla Roma non è andata come doveva andare. “Non è andata come poteva andare a causa dei tanti infortuni. Così tanti non li ho mai avuti in una sola stagione, quando stavo bene mi sono infortunato prima all'adduttore e sono rimasto fermo due mesi, poi sono tornato e mi sono fatto male alla caviglia e sono stato fermo altri due mesi, le cose così diventano difficili. Dopo la caviglia mi sono fatto male alla spalla, quindi qualcosa mi diceva che questa stagione andava così, ho visto che non ho fatto grandi progressi, ma quando ho giocato qualche partita l'ho fatto bene - aggiunge il brasiliano - come con Milan e Chievo. Sono cose che succedono nella vita e ti portano a fare una scelta. Non ce la facevo più alla Roma, mi mancavano i miei due figli e per loro torno in Brasile”.