Palermo: Zamparini \"Esonero Rossi necessario\"

2011-02-28 22:25:39
Pubblicato il 28 febbraio 2011 alle 22:25:39
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

“La sconfitta di ieri è riconducibile ad un crollo inspiegabile”. Così Maurizio Zamparini, intervenendo al Processo di Biscardi, ha commentato l'umiliante sconfitta per 7-0 subita ieri in casa dal Palermo
contro l'Udinese. “Non ho certo trascorso una bella giornata - ha aggiunto - pertanto ho deciso di esonerare Rossi e prendere Cosmi. E' stata una decisione dolorosa, ma necessaria, dovuta anche al fatto che subivamo molti gol. Sono addolorato, perché sembra che ieri sia stato Zamparimi a perdere 7-0, non il Palermo. Io so di non essere um presidente facile, ma capisco qualcosa di calcio e, rivedendo la partita, mi sono reso conto degli errori commessi dall'allenatore. Di calcio parlavo anche con Rossi, ma lui non mi ascoltava”.
   
“Il Palermo - ha proseguito - in questo momento non c'è più ed è come se fosse evaporato. Rossi è molto stimato a Palermo, ma ho dovuto cambiare. A Cosmi ho fissato il premio se conquisterà l'Europa League o la Coppa Italia. Ho parlato con Miccoli, con Liverani, i giocatori accettano quello che fa il presidente. Ieri si è visto che l'allenatore non aveva più in mano la squadra, che il Palermo era svuotato. Contro la Fiorentina abbiamo beccato gol stupidi, è accaduto anche ieri”.
   
Zamparini ha rivelato che ieri “mi sono vergognato ad uscire dal ristorante dove mi trovavo, in Friuli; già nel finale di partita ho preso la decisione di cambiare guida tecnica. In squadra abbiamo 12 nazionali, fra i quali cinque azzurri, il Palermo è una buona squadra. Alla fine ho pensato che quel 7-0 fosse stato un segno del cielo, qualche anno fa avrei cambiato tecnico già a Natale. Se Cosmi dimostrerà di poter allenare il Palermo, resterà anche per la prossima stagione”, ha concluso.