Lega Pro 2016-17, 21a giornata Girone A: risultati, marcatori e cronaca

2016-12-23 21:28:01
Pubblicato il 23 dicembre 2016 alle 21:28:01
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Giovedì 29 dicembre

Lucchese-Olbia 1-1
Allo stadio Porta Elisa Lucchese ed Olbia si annullano, concludendo sull'1-1 l'ultima sfida del 2016. I galluresi conducono un primo tempo di ottimo livello, ingarbugliando la manovra dei toscani e portandosi in vantaggio al 9' con Kouko. La squadra di Galderisi, però, all'alba della ripresa riequilibra le sorti dell'incontro in virtù del gol di Dermaku, che di testa spinge in rete approfittando di un grossolano errore di Carboni. Nel secondo tempo le squadre non si fanno male, accontentandosi di un pari che porta i rossoneri a quota 32 punti e i ragazzi di Mignani a 28.

Pro Piacenza-Pistoiese 1-1
Pari e patta tra Pro Piacenza e Pistoiese, che allo stadio Garilli chiudono sull'1-1, al termine di una partita dai due volti. Nella prima frazione regnano sovrani noia ed equilibrio, nella ripresa, invece, succede di tutto: Guglielmotti al 59' lascia in inferiorità numerica gli arancioni che, però, riescono comunque a passare in vantaggio con Colombo. Il forcing finale dei piacentini produce un rigore: Pesenti dagli undici metri non sbaglia e ristabilisce la parità. Negli ultimi minuti viene espulso per proteste anche Remondina. Prosegue così il digiuno di vittorie della squadra di Pea che sale a quota 19 punti, sempre a sei lunghezze di distanza dai toscani.

Venerdì 30 dicembre

Giana Erminio-Robur Siena 2-3
Il 2016 di Giana Erminio e Robur Siena si conclude col botto: allo stadio Città di Gorgonzola la squadra di Scazzola si aggiudica i tre punti, al termine di un pirotecnico 2-3. Gli ospiti partono con il turbo: dopo 27', infatti, la Robur si porta avanti tre reti, grazie alle marcature di Grillo, Marotta e Ghinassi. Il momentaneo 3-1 timbrato al 40' da Bruno è il preambolo di un secondo tempo dominato in lungo e in largo dai lombardi, che si riversano nell'area avversaria alla ricerca della rimonta. La rete all'87' di Perico non basta, però, ai ragazzi di Albè che riassaporano così la sconfitta dopo quattro partite, a dispetto dei bianconeri, che, invece, ottengono il secondo successo di fila e salgono a quota 29 punti.

Lupa Roma-Piacenza 1-1
La Lupa Roma riacciuffa il Piacenza nel finale di gara e porta a casa un punticino che le consente di aggiudicarsi il terzo risultato utile consecutivo e di salire a quota 18 punti. I biancorossi, dopo un buon inizio di gara, si portano i vantaggio grazie alla splendida rete di Franchi che addomestica un pallone arrivatogli dalle retrovie e con uno splendido pallonetto beffa Svedkauskas. La squadra di Di Michele, però, nella ripresa si scuote e, dopo aver sciupato qualche buona occasione, trova l'1-1 con Fofana, che di testa supera Pelizzoli. I ragazzi di Franzini si portano a quota 30 punti, tornando a muovere la classifica dopo due ko consecutivi.

Viterbese-Tuttocuoio 2-0
La Viterbese chiude il 2016 con un successo: allo stadio Rocchi la compagine di Pagliari supera 2-0 il Tuttocuoio, salendo così a quota 30 punti in classifica. Il match si rivela noioso e povero di occasioni: a sbloccare il risultato è Celiento al 33' che, con la complicità di un Nocchi rivedibile, porta in vantaggio i padroni di casa. Nella ripresa, tra uno sbadiglio e l'altro, è Neglia al 93' a sigillare il risultato sul 2-0. La squadra di Fiasconi vanifica il successo ottenuto settimana scorsa contro il Prato, rimanendo bloccata a quota 21 punti.ore 16.30:

Arezzo-Carrarese 2-1
L'Arezzo, con il brivido, supera la Carrarese: gli amaranto si aggiudicano tre punti fondamentali che permettono a Sottili di passare in serenità questa pausa invernale, dall'alto degli attuali 39 punti in classifica. Il derby toscano del Città di Arezzo prende una piega inaspettata: a passare in vantaggio, difatti, sono gli ospiti con Migliavacca all'alba della ripresa. L'uragano Moscardelli, però, fa saltare i piani di Danesi: il centravanti amaranto firma, tra il 72' e 77', una doppietta da sogno che ribalta le sorti del match. Notte fonda per i marmiferi, che subiscono il terzo ko consecutivo e restano bloccati a quota 22 punti, con solo due lunghezze di vantaggio sulla zona playout.

Pontedera-Como 2-2
Allo stadio Mannucci Pontedera e Como anticipano i tradizionali fuochi d'artificio di Capodanno, confezionando un 2-2, che lascia l'amaro in bocca ai granata. La squadra di Indiani, infatti, non gestisce il doppio vantaggio firmato da Bonaventura e Cais, facendosi recuperare dagli azzurri, caparbi nel ritornare a galla con la doppietta di Chinellato. I toscani restano dunque al 16esismo posto con 20 punti all'attivo (a -1 dalla zona salvezza), mentre i ragazzi di Gallo chiudono il treno playoff con 29 punti, appiati alla Robur Siena.

Prato-Racing Roma 0-0
Al Lungobisenzio Prato e Racing Roma danno vita ad uno scialbo 0-0, inutile ai fini della classifica. Se il primo tempo produce diverse occasioni, soprattutto per i padroni di casa, che più volte sfiorano il vantaggio, nella ripresa emerge la paura di vincere, classico "sintomo" dovuto all'importanza della partita. I lanieri restano, dunque, a +1 sui gialloverdi che, a loro volta, tornano a muovere la classifica dopo quattro sconfitte consecutive. Sia per Monaco che per Giannichedda, la pausa invernale potrebbe risultare utile per rimettere in sesto una stagione, sinora, da incubo.

Renate-Cremonese 0-2

La Cremonese è la prima squadra ad inviolare il Città di Meda: nel fortino del Renate, la squadra di Tesser si impone 2-0 al termine di una grande prova di forza, macchiata solo dall'espulsione di Porcari nel finale di gara. Dopo un vivace primo tempo, culminato dalle traverse colpite da Ferretti e Dragoni, gli ospiti nella ripresa si scatenano: tra il 63' e il 67' le reti di Scarsella e Scappini gelano le pantere e consegnano ai grigiorossi il terzo successo di fila, che ne consolida il secondo posto (45 punti all'attivo). I ragazzi di Foschi, invece, proprio in occasione del derby lombardo, perdono l'imbattibilità interna e interrompono la striscia di nove risultati utili consecutivi.

Livorno-Alessandria 2-1
Livorno-Alessandria potrebbe lasciare un profondo segno sul campionato: al Picchi (ancora inviolato) gli amaranto infliggono alla squadra di Braglia la prima sconfitta stagionale, portandosi a quota 42 punti (-8 dai grigi) e ottenendo il dodicesimo risultato utile consecutivo. Eppure, a passare in vantaggio sono gli ospiti: Iocolano si lancia sulla sinistra e serve Marras che anticipa la retroguardia avversaria e batte Mazzoni. La risposta dei labronici, però, non tarda ad arrivare: Cellini, infatti, ristabilisce la parità pochi minuti più, finalizzando una bella azione costruita dalla squadra di casa. All'alba della ripresa Cellini timbra la propria doppietta personale e completa la rimonta dei toscani che, nella parte centrale del secondo tempo, amministrano, sciupando una clamorosa occasione con il solito Cellini e, al contempo, rischiando in almeno due occasioni di subire il pareggio. I piemontesi, dunque, concludono l'anno con un'indigesta sconfitta che permette alla Cremonese di avvicinarsi a -5.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it