Lega Pro 2016-17, 19a giornata Girone A: risultati, marcatori e cronaca

2016-12-18 22:29:17
Pubblicato il 18 dicembre 2016 alle 22:29:17
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Sabato 17 dicembre

Lupa Roma-Carrarese 2-1
La Lupa Roma sbrana la Carrarese e torna, finalmente, a ruggire. I ragazzi di Di Michele superano 2-1 i toscani, riassaporando, dopo tre sconfitte consecutive, il dolce gusto della vittoria. Per i primi 65' la prestazione dei capitolini è sontuosa: gli ospiti vengono annichiliti dalla supremazia fisica e tecnica dei locali che prima passano in vantaggio con Baldassin al 42' e poi raddoppiano con Fofana al 63'. Pochi minuti più tardi, approfittando del fisiologico calo dei romani, i marmiferi accorciano le distanze con Benedini. La Lupa ottiene, dunque, un successo fondamentale che le permette di salire a quota 16 punti, mentre la squadra di Danesi resta bloccata a 22.

Domenica 18 dicembre

Olbia-Arezzo 2-0
È un'Olbia straripante quella che stende con un secco 2-0 l'Arezzo. I galluresi sconfiggono al Nespoli una delle squadre più in forma del momento, al termine di una grande prestazione, che ha il suo culmine nei primi 20': la squadra di Mignani, infatti, all'alba della prima frazione infligge ai toscani un terrificante uno-due con Kouko (rigore) e Ragatzu, approfittando dei clamorosi svaraioni della retroguardia amaranto. Preoccupa la "non reazione" dei ragazzi di Sottili che restano così bloccati a quota 33 punti, mostrandosi, una volta di più, troppo fragili lontano dalle mura amiche. Secondo successo di fila per i sardi che, invece, si portano a quota 27.

Prato-Piacenza 1-0
Il Prato è ancora vivo. Dallo stadio Lungobisenzio arrivano buone notizie per Monaco: la sua squadra, dopo quattro partite, torna al successo, superando di misura il Piacenza. Dopo un primo tempo noioso e mal impostato da entrambe le squadre, la ripresa si rivela più vivace: l'espulsione di Miori all'alba della ripresa lascia i biancorossi in dieci uomini e concede ai lanieri la possibilità di fare il colpaccio. Opportunità che i toscani non si fanno sfuggire in virtù della rete decisiva timbrata da Tomi su punizione. I piacentini restano fermi a quota 29, mentre i biancoazzurri si portano a 12 e prendono una bella boccata d'ossigeno.

Viterbese-Como 3-2
Pagliari bagna il suo primo successo sulla panchina della Viterbese superando con un rocambolesco 3-2 il Como. Partita scoppiettante al Rocchi: nella prima frazione gli ospiti si portano in vantaggio con Chinellato, ma è Belcastro, pochi minuti più tardi, a ristabilire la parità. Nella ripresa si scatenano i gialloblù che prima completano la rimonta con Bernardo e poi sigillano il match con la rete in contropiede di Neglia. I lariani non demordono e acciorciano le distanze con Cristiani, bloccando il risultato sul 3-2. I laziali salgono a quota 27 portandosi a una sola lunghezza di distanza dai lariani, fermi a 28.

Lucchese-Giana Erminio 1-2
La Giana Erminio interrompe la lunga striscia di risultati utili consecutivi della Lucchese, sbancando il Porta Elisa al termine di un match combattutissimo. I lombardi passano in vantaggio al 16' con Marotta, abile nell'insaccare con un semplice tap-in sotto porta. I rossoneri spingono per tutta la partita, trovando la rete del pareggio solo all'81' con il giovane Zecchinato, che timbra il suo primo sigillo tra i professionisti. Quando la partita sembra destinata al pareggio, come un fulmine a ciel sereno, Bruno ammutolisce il Porta Elisa segnando in zona Cesarini la rete del definitivo 2-1. I toscani, dopo ben nove partite, escono sconfitti, rimanendo bloccati a quota 28 punti con solo un punto di margine sulla truppa di Albè, confermatasi, ancora volta, come la vera "mina vagante" del torneo.

Pontedera-Alessandria 0-0
Il Pontedera frena la marcia dell'Alessandria: i granata bloccano la capolista sullo 0-0 in virtù di una prestazione tutta cuore e determinazione. Come da copione, la squadra di Braglia impone il proprio gioco, cogliendo addirittura tre pali con Gonzalez, Mezavilla e Cazzola, ma anche i toscani si fanno valere, rendendosi più volte pericolosi dalle parti di Vannucchi. I piemontesi terminano il girone d'andata da imbattuti e con ben 47 punti all'attivo (+8 sulla Cremonese) mentre i ragazzi di Indiani conquistano un punto d'oro in ottica salvezza, portandosi a quota 19 punti in classifica.

Pro Piacenza-Robur Siena rinviata per nebbia

Racing Roma-Cremonese 0-3
Missione riscatto compiuta. La Cremonese, dopo le sconfitte rimediate contro Lucchese e Livorno, torna a fare la voce grossa passeggiando sul campo della Racing Roma. I grigiorossi vincono 3-0, mettendo in risalto l'elevato gap tecnico presente tra le due squadre: la rete di Stanco e la doppietta di Scarsella danno il là a una vittoria "scacciacrisi" che permette ai lombardi di salire a quota a 39 punti e di mangiare due punticini all'Alessandria, ora distante otto lunghezze. Terzo ko consecutivo per i gialloverdi di Giannichedda che scivolano all'ultimo posto, superati pure dal Prato.

Renate-Tuttocuoio 1-0
Il Renate si conferma una squadra schiacciasassi al Città di Meda, dove anche il Tuttocuoio, dopo una lunga resistenza, cede. Quello dei lombardi è autentico monologo: la squadra di Foschi domina in lungo e in largo aggredendo gli avversari e divorandosi tantissime occasioni da rete. A togliere le castagne dal fuoco è Dragoni che finalizza al meglio il servizio di Anghileri dalla fascia, battendo Nocchi con un bel colpo di testa. Le pantere mantengono la propria imbattibilità casalinga salendo al quinto posto in classifica con 29 punti all'attivo, mentre i ragazzi di Fiasconi restano bloccati a 18, in piena zona playout.

Livorno-Pistoiese 3-0
Livorno pigliatutto: gli amaranto strapazzano 3-0 la Pistoiese, centrano la decima vittoria in campionto (la terza nell'ultimo mese) ma soprattutto occupano con prepotenza la terza posizione in classifica, a sole tre lunghezze dalla Cremonese. Ad inizio gara i labronici soffrono le folate offensive degli arancioni, ma al 15' Rossini sblocca il punteggio sugli sviluppi di un corner e la partita cambia improvvisamente volto: la Pistoiese esce mentalmente dal campo, così l'undici di Foscarini può raddoppiare con Venitucci (diagonale perfetto su assist di Cellini) e triplicare con un rigore di Cellini, mattatore della serata. Pistoiese ko dopo due vittorie.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it