Lega Pro 2016-17, 18a giornata Girone A: risultati, marcatori e cronaca

2016-12-13 16:50:46
Lega Pro 2016-17, 18a giornata Girone A: risultati, marcatori e cronaca
Pubblicato il 13 dicembre 2016 alle 16:50:46
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Domenica 11 dicembre

Robur Siena-Olbia 0-1
L'ex Mignani gioca un brutto scherzetto al "suo" ex Siena: l'Olbia sbanca l'Artemio Franchi, conquistando tre punti d'oro dopo due ko consecutivi. I bianchi conducono un'ottima partita: quadrata e convincente, la squadra sarda ingabbia un Siena in palese difficoltà, quasi mai pericoloso dalle parti di Carboni. A decidere il match è Kouko al tramonto del primo tempo, con un bellissimo destro a giro. I galluresi salgono così a quota 24, superando i bianconeri bloccati a 23 punti.

Alessandria-Lupa Roma 3-0
Lo show dell'Alessandria prosegue imperterrito. I grigi superano in scioltezza la Lupa Roma con un sonoro 3-0 che li porta a toccare quota 46 punti in classifica. La squadra di Braglia passa subito in vantaggio grazie alla rete del solito Gonzalez che su rigore batte Svedkauskas timbrando il proprio 14esimo sigillo in campionato. Il raddoppio è opera di Iocolano che, nella ripresa, con un autentico colpo da biliardo archivia la partita. Sui titoli di coda del match, Bocalon firma il tris. Notte fonda in casa Lupa: al Moccagatta arriva per Di Michele la terza sconfitta consecutiva che chiude una settimana da incubo.

Carrarese-Lucchese 1-1
Pari e patta tra Carrarese e Lucchese. Allo Stadio dei Marmi il derby toscano tra i marmiferi e i rossoneri si conclude sull'1-1, in una partita dalle due facce: se, infatti, nei primi 60' prevalgono maggiormente i padroni di casa (passati in vantaggio all'alba della ripresa con Miracoli), nell'ultima mezzora il pallino del gioco passa nelle mani dei ragazzi di Galderisi, bravi a risollevare le sorti della gara proprio nelle battute finali con il solito timbro di Forte. Le pantere rossonere portano a nove il numero di partite consecutive senza sconfitte, mentre i i gialloazzurri ottengono il secondo pari consecutivo e salgono a quota 22 punti.

Como-Renate 0-0
Il derby lombardo del Sinigaglia tra Como e Renate termina a reti inviolate. La sfida si rivela divertente e ricca di spunti, a dispetto di quanto emesso dal verdetto finale: i nerazzurri si mostrano più frizzanti e propositivi, sfiorando la rete in diverse occasioni con Napoli, Malgrati e Florian mentre gli azzurri subiscono l'iniziativa della squadra di Foschi, mostrandosi più lenti e compassati. Le pantere ottengono il quarto pareggio consecutivo, mentre i lariani salgono a quota 28, mantenendo due punti di vantaggio sui corregionali.

Giana Erminio-Prato 0-0
Allo stadio Città di Gorgonzola, Giana Erminio e Prato non vanno oltre allo 0-0. Dopo un primo tempo interessante, caratterizzato dalle tante occasioni create da entrambe le squadre e dai continui capovolgimenti di fronte, nella ripresa i ritmi calano e a risentirne è lo spettacolo. I padroni di casa ottengono il loro nono pareggio stagionale rimandando ancora l'appuntamento con la vittoria, che manca ai ragazzi di Albè da quattro giornate. I lanieri, invece, ridanno segnali di vita, portando a casa un pareggio inutile ai fini della classifica, ma importante a livello morale.

Piacenza-Pontedera 1-0
Il Piacenza allo stadio Garilli supera 1-0 il Pontedera, al termine di una gara noiosa, caratterizzata da una fitta nebbia che ha complicato ulteriormente i piani delle due squadre. La rete decisiva è di Matteassi (4'), abile nel finalizzare un cross di Taugourdeau dalla fascia. I toscani non subiscono il contraccolpo psicologico del gol subito a freddo e continuano a macinare gioco senza trovare, però, il pertugio giusto. Nel secondo tempo la trama del match del match si affievolisce senza regalare particolari emozioni. I biancorossi con questo successo salgono a quota 29 punti, mentre i toscani interrompono la striscia di cinque risultati utili consecutivi rimanendo bloccati a quota 18.

Arezzo-Viterbese 0-0
Buona la prima per Pagliari. La "nuova" Viterbese del tecnico marchigiano esce indenne dal Città di Arezzo, pareggiando 0-0 contro i locali amaranto. Come da copione, nel primo tempo i toscani fanno la partita aggredendo gli avversari e creando diverse palle gol. Al 40', però, il match cambia completamente volto: Moscardelli, infatti, si fa espellere per un fallo di reazione su Pacciardi, lasciando l'Arezzo in dieci uomini. Nel secondo tempo l'inerzia è tutta gialloblù: gli ospiti, forti della superiorità numerica, alzano il loro baricentro mentre gli uomini di Sottili si difendono con ordine e diligenza lasciando pochi spazi alle iniziative della squadra di Pagliari. Quarto risultato utile consecutivo per gli amaranto che salgono a quota 33 punti e mantengono inviolato il Città di Arezzo; piccolo passo in avanti anche per i laziali che si portano a quota 24, in coda al treno playoff.

Pistoiese-Racing Roma 3-1
Una "super" Pistoiese annichilisce la Racing Roma, rifilandole un netto 3-1 al termine di una prestazione maiuscola. Nei primi 45' gli arancioni creano tanto senza, però, finalizzare a dovere. Nella ripresa, invece, i gol arrivano a grappoli: Minotti apre le marcature, Rovini (al sesto centro in campionato) timbra il 2-0 mentre Benedetti mette la parola "fine" sul match. Il gol della bandiera per gli ospiti lo firma De Sousa su rigore. Secondo successo consecutivo per gli uomini di Remondina che, in poche giornate, hanno abbandonato le ultime posizioni della classifica, avvicinandosi sensibilmente alla zona playoff. I gialloverdi di Giannichedda, invece, restano bloccati al penultimo posto a -7 dalla salvezza, con solo 11 punti all'attivo.

Tuttocuoio-Pro Piacenza 0-0
Pareggio senza reti al Mannucci: Tuttocuoio e Pro Piacenza ottengono un punto a testa, concludendo con uno scialbo 0-0 lo scontro diretto valido per la salvezza. La partita si rivela piuttosto fiacca: i toscani dominano nei primi 45' senza però colpire un Pro Piacenza in costante balia degli avversari e mai pericoloso dalle parti di Nocchi. Nella ripresa regna l'equilibrio, ma non lo spettacolo, certificando così la "paura" di vincere di entrambe le squadre. Quinta partita senza vittoria per i ragazzi di Pea che salgono a quota 18 punti, a braccetto con i neroverdi.

Lunedì 12 dicembre

Cremonese-Livorno 2-3

La Lega non poteva scegliere Monday Night migliore per questo 18mo turno di Lega Pro: Cremonese-Livorno, difatti, si rivela un autentico inno allo spettacolo. I labronici sbancano lo Zini con un pirotecnico 3-2, frutto di una gara "incontrollabile", ricca di gol ed emozioni. Gli amaranto passano in vantaggio dopo pochi minuti con Lambrughi, lesto ad appoggiare in rete l'assist di Jelenic; il gol subito a freddo scatena la veemente reazione dei padroni di casa che rimontano i toscani grazie alle reti di Stanco e Brighenti (al decimo centro stagionale). Dopo un primo tempo dominato per lo più dai ragazzi di Tesser, nella ripresa risorgono gli ospiti che, con l'uno-due firmato da Gasbarro e Murilo, attecchiscono una Cremonese ormai spremuta. Brutto ko per i grigiorossi che scivolano così a -10 dall'Alessandria; nono risultato utile consecutivo, invece, per i ragazzi di Foscarini che, a braccetto con l'Arezzo, si avvicinano in classifica proprio ai lombardi (distanti ora solo tre lunghezze).

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it