Lega Pro 2016-17, 14a giornata Girone A: risultati, marcatori e cronaca

2016-11-20 21:04:47
Lega Pro 2016-17, 14a giornata Girone A: risultati, marcatori e cronaca
Pubblicato il 20 novembre 2016 alle 21:04:47
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Domenica 20 novembre
 
Alessandria-Carrarese 2-1
L'Alessandria torna a gioire. Dopo due pareggi consecutivi i grigi vincono 2-1 contro la Carrarese prolungando il proprio impressionante ruolino di marcia al Moccagatta, dove fino a questo momento hanno sempre vinto. A togliere le castagne dal fuoco è stato ancora una volta Gonzalez che, con una splendida doppietta, ha steso una Carrarese ordinata e frizzante, abile nel tenere testa agli uomini di Braglia, pareggiando momentaneamente i conti con Torelli. Il messaggio alla Cremonese è chiaro: l'Orso è tornato a ruggire!

Olbia-Prato 1-2
La partita del Nespoli ha emesso un chiaro verdetto: il Prato è ancora vivo. La squadra di Monaco, contro tutti i pronostici, ha sbancato Olbia vincendo 2-1 e salendo a quota otto punti in classifica. Prestazione maiuscola dei lanieri che grazie alla doppietta di Romano sono riusciti a compiere una mini impresa considerando il loro complicato momento. I bianchi, invece, dopo tre partite senza sconfitte cedono ad un avversario più che abbordabile peccando di superbia e superficialità. La classifica resta comunque ottima.

Piacenza-Giana Erminio 0-1
Giana Erminio imperiosa al Garilli. Gli uomini di Albè, grazie alla rete in zona Cesarini di Perico battono il Piacenza e tornano a riassaporare l'odore dei tre punti. Partita piuttosto divertente al Garilli, dove a regnare sono stati l'equilibrio e la vivacità di gioco. I biancazzurri si sono confermati una mina vagante del girone A, pronta a mangiare punti a chiunque; secondo ko di fila per i biancorossi che dovranno rivedere sicuramente qualcosa sia dal punto di vista tattico che psicologico.

Pistoiese-Viterbese 2-0
Tutto in pochi minuti. La Pistoiese vince 2-0 contro la Viterbese al termine una partita spenta per 80' e scoppiettante nel finale. Le reti in extremis di Hamlili e Rovini trascinano i toscani verso il loro secondo successo consecutivo e, soprattutto, fuori dalle zone calde della classifica. La crisi della Viterbese, invece, adesso è certificata: la quarta sconfitta consecutiva è il risultato di una squadra in calo sotto tutti i punti di vista e Cornacchini ora dovrà essere abile nel ricomporre lo splendido puzzle di inizio stagione.

Racing Roma-Lucchese 0-0
La partita del Casal del Marmo tra Racing Roma e Lucchese ha avuto ben poco da dire. Il risultato finale di 0-0 è stato lo specchio di un brutto match in cui la Lucchese ha tenuto per grandi tratti il pallino del gioco, creando tanto nel primo tempo e pochissimo nella ripresa. Giannichedda passa l'esame con il minimo voto (anche se la sua panchina rimane traballante); Galderisi ottiene invece suo il quinto risultato utile consecutivo.

Renate-Lupa Roma 2-0
Il Città di Meda si conferma un autentico fortino per il Renate. I lombardi stendono con un secco 2-0 la Lupa Roma portando a sette il numero di partite senza sconfitte tra le mura amiche. Partita a senso unico quella del Città di Meda: il solito Marzeglia con la sua doppietta ha portato a otto il numero di reti stagionali confermandosi una garanzia per Foschi. Tempi duri invece per Di Michele: le due sconfitte in altrettante partite dal suo ritorno in panchina sono la prova di una squadra, al momento, nell'abisso.

Robur Siena-Tuttocuoio 2-0
Poco brillante ma comunque efficace. La Robur Siena vince 2-0 contro il Tuttocuoio grazie alle reti di D'Ambrosio e Bunino, mettendo in cascina tre punti di vitale importanza che, oltre ad allontanarla dal bollore delle zona basse della classifica, la riavvicinano alla zona playoff. La ricerca di un gioco spumeggiante oggi non è stata tra le principali priorità del tecnico Colella che può comunque accontentarsi di questa vittoria contro un Tuttocuoio duro a morire, resosi pericoloso in diversi frangenti. I neroverdi restano bloccati nelle sabbie mobili ma il problema principale resta l'attacco: la poca incisività sotto rete dei neroverdi comincia ad allarmare seriamente Fiasconi, considerando soprattutto le diverse palle gol create oggi.

Como-Cremonese 2-2
Il tanto atteso derby lombardo tra Como e Cremonese si è concluso sul 2-2, al termine di una partita dalla trama esaltante. In vantaggio di due reti grazie alla doppietta di Di Quinzio, gli azzurri nell'arco di tre minuti gettano al vento una vittoria praticamente già scritta facendosi recuperare dai grigiorossi che, con le due realizzazioni di Scappini, evitano in extremis la sconfitta. A bocce ferme un pareggio sarebbe andato più che bene ai ragazzi di Gallo che, però, visto l'andamento del match, potranno recriminare solo con sè stessi. La squadra di Tesser, invece ferma la propria striscia di sei vittorie consecutive perdendo due punti dall'Alessandria, distante ora tre lunghezze.

Livorno-Pro Piacenza 3-1
Il Livorno ingrana la terza. Le tre sberle rifilate al Pro Piacenza portano gli amaranto al terzo posto in classifica e al tris di vittorie consecutive in campionato. Il match del Picchi è un monologo amaranto, che dominano in lungo e in largo peccando di ingenuità solo nei minuti iniziali del secondo tempo concedendo al Pro Piacenza la possibilità di riaprire l'incontro con Bazzoffia. Le reti di Marchi, Cellini e Murilo sono le ciliegine di una gustosissima torta preparata con cura da Foscarini, abile nel riportare in careggiata una squadra in profonda crisi fino a poche settimane fa. Prestazione negativa, invece, per i ragazzi di Pea che perdono meritatamente mancando inoltre l'appuntamento con la terza vittoria consecutiva, tanto per rimanere in tema di "tre"...

Pontedera-Arezzo 3-2
Emozioni a non finire al Mannucci. Il Pontedera supera con un pirotecnico 3-2 l'Arezzo al termine di una partita "pazza" che permette alla squadra di Indiani di risalire in classifica e di dare continuità al successo ottenuto contro il Prato settimana scorsa. Autentico trascinatore dei granata è stato Claudio Santini che, con una grandiosa tripletta, ha condotto i padroni di casa alla vittoria. L'Arezzo è apparso sottotono e, a parte i sussulti di Polidori e Moscardelli, non ha mai dato la sensazione di poter realmente vincere. Sottili mette dunque la parola "fine" alla serie di cinque risultati utili consecutivi.
Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it