De Guzman shock: "Napoli? Giuntoli mi diede un pugno in faccia"

2018-11-18 11:48:01
De Guzman shock:
Pubblicato il 18 novembre 2018 alle 11:48:01
Categoria: Notizie Calcio
Autore: Matteo Pifferi

Jonathan de Guzman è un nome che non scalda particolarmente gli animi dei tifosi del Napoli, eccezion fatta per la tripletta in Europa League allo Young Boys. Il centrocampista ex Swansea, approdato in azzurro nel 2014 e rimastoci per due stagioni (la seconda, con zero presenze prima dell'approdo al Carpi), ha raccontato un retroscena di una rissa con l'allora e attuale dirigente del Napoli Cristiano Giuntoli.

"Voleva che accettassi il Bournemouth ma io ho detto no. Improvvisamente mi ha dato un pugno in faccia e a quel punto ho perso la testa. Abbiamo iniziato a litigare furiosamente, volavano sedie. Giuntoli si è davvero arrabbiato. Il suo assistente mi ha detto: 'Ascolta, se non firmi si arrabbierà molto, se non firmi sarai morto per il Napoli, non giocherai mai più'. Quando è scoppiata la rissa c'era anche il mio compagno di squadra Zuniga che cercava di separarci. Mi diceva 'dai, prendi le tue cose e vai a casa'". De Guzman ha poi proseguito la carriera al Carpi e al Chievo prima dell'approdo all'Eintracht Francoforte, dove gioca ancora oggi.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it