Napoli, Ancelotti: "Capisco Mourinho, ha preso insulti per 90 minuti"

2018-11-09 13:17:15
Pubblicato il 9 novembre 2018 alle 13:17:15
Categoria: Notizie Calcio
Autore: Michele Nardi

Turn over o meno il Napoli non deve frenare: Ancelotti chiede concentrazione a mille per la trasferta di domani sera contro il Genoa: “Abbiamo fatto bene fino adesso ma dobbiamo fare sempre di più e le insidie sono tante. Marassi è una di queste: uno stadio in cui abbiamo già pagato dazio quest'anno, contro una squadra ferita che vuole rifarsi e darà più del 100%. Contro il Genoa è una vera prova di maturità, anche perché arriva dopo una partita dispendiosa come quella contro il Psg”.

Ci sarà spazio per il turn over? “Sarà una partita molto intensa e fisica: questo è un aspetto che devo tenere in considerazione. La notte di Milik? Spero sia la notte del Napoli, ma dovrò sicuramente tenere conto della condizione fisica. Mertens? Mi fa piacere che abbia voglia di giocare, ha avuto un problema alla spalla. Ora è perfettamente recuperato”.

Il calendario può regalare sorprese: domenica si gioca Milan-Juventus. “Non mi aspetto nessun regalo, il regalo è poter assistere a una bella partita. Noi non dobbiamo pensare agli altri, dobbiamo essere concentrati solo su noi stessi. La Juve in fuga? Per ora lo è, ha fatto risultati straordinari, noi non dobbiamo perdere contatto e provare sempre meglio”.

Chiusura sulle polemiche post Juve-Manchester United: “IL gesto di Mourinho è comprensibile, non ha fatto nulla di offensivo o volgare. È stato insultato ripetutamente, negli stadi bisognerebbe solo pensare a tifare la propria squadra e basta, non offendere gli avversari”.