Boxe: a Cinisello le giovani speranze lombarde

2016-10-05 19:38:03
Boxe: a Cinisello le giovani speranze lombarde
Pubblicato il 5 ottobre 2016 alle 19:38:03
Categoria: Boxe
Autore: Redazione Datasport.it

Nella boxe, gli youth sono la categoria dai 17 ai 18 anni, l’età ideale per decollare nella stagione successiva tra i senior. Appuntamento importante per la boxe giovanile in questo fine settimana (7-8-9 ottobre) al Palazzetto dello Sport di Cinisello Balsamo (Mi). La Rocky Marciano, società presieduta da Corrado Perrulli, attuale vice presidente del CRL, sostituto al vertice regionale, dopo la scomparsa di Luisella Colombi, molto attiva nella sua funzione. La Rocky Marciano. fondata da Biagio Pierri oltre trent’anni fa, tra i tanti pugili che ha lanciato, ha il merito di aver scoperto e valorizzato Roberto Cammarelle, considerato il dilettante più bravo e medagliato d’Italia (oro, argento e bronzo olimpico, due titoli mondiali assoluti e uno militare, nove tricolori, oltre a vittorie in numerosi tornei internazionali. Cammarelle ha lasciato l’attività quest’anno dopo venti stagioni di vertice, entrando nei quadri della FFOO, responsabile delle squadre agonistiche del settore pugilistico.

La Rocky Marciano non è la prima volta che allestisce importanti manifestazioni, questa è la più recente, ma non meno impegnativa. Saliranno sul ring pugili di età tra i 17 e 18 anni, i prodotti delle palestre lombarde. I vincitori difenderanno i colori della Lombardia a Roseto degli Abruzzi (Aquila) dal 17 al 20 novembre, dove si assegnano i titoli italiani. Nel 2013, uno degli allievi di Pierri, il superleggero Donatello Perrulli, ora vicino al passaggio tra i professionisti, colse il titolo tricolore, battendo in finale il laziale Santilli al termine di un match vibrante. In questa occasione la società cinesellese, mette sul ring il promettente Francesco Rizza nei 49 kg., pugile molto battagliero in crescita e il welter Robert Gravila, nato in Romania, bene impostato e muscolarmente molto forte. Molte la palestre che presentano i loro pugili, coprendo quasi tutte le province. Le categorie più rappresentate sono quelle dei welter (kg. 69) con sette iscritti e i leggeri, mentre i mediomassimi (81) hanno cinque atleti in gara. La speranza è che tra questi partecipanti, spunti il talento capace di ripercorrere la strada di Roberto Cammarelle, che mosse i primi passi nel gym di Cinisello, arrivando subito al titolo italiano giovanile, che gli aprì le porte alla nazionale, fino ai risultati esclamativi negli anni successivi.

A bordo ring, molti ex campioni e le autorità cittadine, oltre al presidente regionale del CONI, l’indimenticabile Oreste Perri, oro mondiale e sul podio olimpico nella canoa, sensibile al richiamo della noble art, sport che sia pure per un breve periodo ha praticato sotto la guida di Benito Penna, il massimo cremonese attivo negli anni ’80.

La manifestazione, con ingresso gratuito, si svolge nell’arco di tre giorni: venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 con le finali. Oltre agli incontri del torneo youth, l’organizzazione ha definito altri match di contorno dove sarà possibile vedere all’opera alcuni dei migliori pugili lombardi senior ed elite. L’orario di inizio nei tre giorni è stato fissato alle 17. Nella giornata conclusiva, la società organizzatrice premierà con una targa l’insegnante Michele Di Perna, da anni collaboratore del maestro Pierri, l’assessore allo sport di Cinisello e il presidente del CONI, Oreste Perri.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it