Cento minuti di cuore ed agonismo ed il Foggia espugna Cerignola

2019-09-29 19:23:07
Cento minuti di cuore ed agonismo ed il Foggia espugna Cerignola
Pubblicato il 29 settembre 2019 alle 19:23:07
Categoria: Serie D
Autore: Redazione Datasport

Ci sono voluti quasi cento minuti per “espugnare” il Monterisi di Cerignola. Il Foggia vince di misura contro l’Audace Cerignola, derby di Capitanata, nella quinta giornata di Serie D girone H. Decide uno splendido gol di Francesco Campagna al 71’ che, con uno slalom in area, trafigge Tricarico mettendo in rete.

Audace Cerignola-Foggia resoconto del match

Un derby molto “caldo”, tanto da suggerire alla Prefettura di Foggia il divieto alla trasferta per i rossoneri, risolto a favore della compagine foggiana, ma che in campo tutto sommato si è svolto con grande fair play. Per entrambe le formazioni, nessun stravolgimento tattico con il Cerignola schierato con il 3-4-3 ed il Foggia a rispondere con il suo collaudato 3-5-2 con Tortori in appoggio alla punta Iadaresta. Nel primo tempo, sicuramente più “effervescente” la squadra guidata da mister Potenza, con un paio di ghiotte occasioni per la punta Loiodice che al 13’ si fa respingere il tiro con i pugni da un attento Fumagalli e poi alla mezz’ora circa, involato verso la porta, subisce il recupero di un sontuoso Viscomi che oggi è stato davvero insuperabile. Dopo qualche minuto ci prova anche Marotta, con un’azione personale bloccata ancora a terra da Fumagalli. Break del Foggia con una punizione di Campagna a cercare il colpo di testa di Iadaresta che sfiora la traversa. Sul finale Marotta ci prova, approfittando di un lungo dalla difesa, ma ancora una volta è attento Fumagalli che, fuori dalla porta, di testa anticipa l’attaccante gialloblù. Nella ripresa, il Foggia si mostra subito molto più pimpante, con una bella occasione di Campagna che, dopo tre minuti, mette alla prova i riflessi di Tricarico che devia il tiro rifugiandosi in calcio d’angolo. Piccolo fuori programma con l’area del Cerignola completamente oscurata dai fumogeni dei tifosi della curva, tanto da costringere il direttore di gara ad attendere un paio di minuti che si diradasse il fumo per la riprendere la gara. 

Audace Cerignola - Foggia, secondo tempo

Alla ripresa del gioco, ancora una volta Loiodice, imbeccato da Marotta, spreca un’ottima occasione, a tu per tu con Fumagalli, per portare in vantaggio il Cerignola. Passato il brivido del mancato svantaggio, il Foggia incomincia a macinare gioco anche grazie alla dinamicità di Gerbaudo a centrocampo, che ha sostituito all’inizio della ripresa un evanescente Salvi, e al 71’ sblocca il risultato con un’azione personale di Campagna che, semina avversari come birilli, entra in area e fredda Tricarico con un preciso diagonale. Il Cerignola sembra stordito, tanto che un minuto dopo rischia di subire il raddoppio, col la traversa colpita da Tortori, servito molto bene dalla sinistra da Gerbaudo. Viste le numerose interruzioni, l’arbitro decide di concedere 9 minuti di extra time, con il Cerignola arrembante che, tenta disperatamente ma senza troppa lucidità, di agguantare il pareggio e il Foggia che difende strenuamente il risultato conquistato. Vince il Foggia che espugna il Monterisi, portandosi a due punti dalla vetta, da rivedere qualcosa per l’Audace Cerignola che rimane, comunque, una delle squadre più attrezzate del campionato.

Audace Cerignola – Foggia 0-1

CLICCA QUI PER IL TABELLINO

Alessandro SCOLOZZI

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it