> sci

Venerdì, 13 Gennaio 2017 - 14:58

Sci, combinata Wengen: Hintermann sorpresa nella bufera

Niels Hintermann -

Lo svizzero vince davanti al francese Muzaton e all'austriaco Berthold. Lontani i big




Lo sconosciuto svizzero Niels Hintermann vince la combinata di Wengen, prova valida per la Coppa del Mondo di sci alpino. Il 21enne conquista a sorpresa la sua prima vittoria in carriera sfruttando le condizioni difficili e la forte nevicata durante la seconda manche in discesa libera. Alle sue spalle il francese Muzaton e l'austriaco Berthold. Lontani i big: Jansrud, il migliore, è 11esimo, Pinturault è 20esimo.
 
Risultato a sorpresa nella combinata di Wengen, in Svizzera, seconda prova di questa specialità nella stagione di Coppa del Mondo. Dopo la prima manche di slalom speciale, disputata il mattino, le condizioni meteo peggiorano progressivamente nel primo pomeriggio e gli altleti sono costretti a disputare la discesa libera sotto una forte nevicata e con raffiche di vento. Avvantaggiati sono i primi a scendere - i peggiori della prima manche - e così a vincere è il 21enne elvetico Niels Hintermann che ferma il cronometro in 2'26"58 e conquista la sua prima vittoria in carriera in Coppa del Mondo.
 
Incredulo lo svizzero che esulta con un sorriso e una gioia interminabili! Sul podio con lui il francese Muzaton, secondo a 26 centesimi e col miglior crono nella seconda manche, e l'austriaco Berthold, terzo. Il francese Murisier, che guidava la prima manche e aveva oltre 3 secondi su Hintermann, chiude settimo a 1"18. Lontani i big, col norvegese Jansrud 11esimo, lo svizzero Janka 19esimo e il francese Pinturault 20esimo. Per quanto riguarda gli azzurri, Pangrazzi e Casse chiudono a ridosso della top ten, a 2 secondi dal vincitore, mentre Dominik Paris è lontanissimo a quasi 4 secondi. Nessuna variazione nella classifica di Coppa del Mondo con Pinturault che conquista 11 punti ma resta molto lontano, a -288, dal leader Marcel Hirscher.
Redazione Datasport
loSpettacolo.it - la tua guida tv
Segnalazioni e Consigli

Scrivi alla redazione

di Datasport