Volley, SuperLega: sorriso Civitanova, notte al comando

2016-02-10 23:32:35
Pubblicato il 10 febbraio 2016 alle 23:32:35
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

La Lube Civitanova riassapora la vetta della classifica: il sestetto di Blengini vince 3-1 a Verona e sorpassa momentaneamente Modena, impegnata domani in casa con Trento. Nelle altre partite della 17esima giornata di SuperLega spicca il successo di Perugia che travolge Padova e sale al quarto posto. Completano il quadro il successo esterno di Monza sul campo di Molfetta (3-1) e quello al tie-brek di Ravenna sul fanalino di coda Piacenza.

Sale a 6 la striscia di vittorie utili consecutive in campionato di Civitanova che, dopo la delusione dello scorso weekend nella final four di Coppa Italia, riprende la sua marcia sicura in SuperLega dove nel 2016 è ancora imbattuta: i marchigiani si impongono 3-1 al PalaOlimpia di Verona con i parziali di 25-19, 28-26, 23-25, 25-21 e si godono una notte da primi della classe soprattutto grazie alla vena di Miljkovic (15 palloni messi a terra e Mvp dell'incontro), Cebulj (16) e Juantorena (14). La Calzedonia di coach Giani esce dal campo sconfitta ma a testa alta dopo quasi due ore ad alto tasso di spettacolo: tra gli scaligeri brillano Kovacevic e Sander, autori rispettivamente di 21 e 18 punti. Turno infrasettimanale che sorride anche alla Sir Safety Perugia che, alla pari di Civitanova, era chiamata a rialzarsi dopo il secco ko in semifinale di Coppa Italia contro Modena: i bianconeri non sciupano l'occasione e al PalaEvangelisti rifilano un secco 3-0 alla Tonazzo Padova, battuta con i parziali di 25-22, 25-20, 25-21. Altra prova maiuscola di Atanasijevic che mette a terra 20 palloni, il top scorer dei veneti è Giannotti (11).

Dopo due sconfitte di fila si rialza la Gi Group Monza che va a vincere a sorpresa a Molfetta: i brianzoli di Vacondio si impongono 3-1 e devono ringraziare soprattutto la buona prova di Galliani (16) e Botto (12). L'unica sfida che termina al tie-break è quella tra Ravenna e Piacenza: alla fine la spuntano i romagnoli, trascinati da un super Torres (26). Sempre più ultimi gli emiliani che restano a -4 da Milano, vittoriosa contro Latina nell'anticipo.