Volley, Champions League: rimonta Lube, Trento sul velluto

2016-03-17 23:26:12
Pubblicato il 17 marzo 2016 alle 23:26:12
Categoria: Notizie Volley
Autore: Redazione Datasport.it

Doppio sorriso per l'Italia del volley nell'andata dei Playoff 6 di Champions League. A Trento, la Diatec liquida in tre set i russi del Belogorie Bolgorod mettendo una seria ipoteca sull'accesso alle Final Four in programma a Cracovia il 16 e 17 aprile. Decisamente più sofferto, invece,  il successo della Lube Civitanova contro l'Halkbank Ankara di Bernardi: sotto di due set, il sestetto di Blengini recupera però fino al tie break chiuso poi 15-11.

Lube Civitanova-Halkbank Ankara 3-2 (21-25, 21-25, 25-17, 25-18, 15-11)

Si chiama Halkbank Ankara l'ultimo ostacolo per la Lube prima delle Final Four di Cracovia. Il sestetto di Bernardi, già vittorioso sulla DHL Modena, si presenta all'Eurosuole Forum con il piglio della grande e con due primi parziali giocati alla perfezione si porta sul 2-0 in 54' senza che la Lube riesca a trovare le contro misure al sestetto turco. Blengini chiede allora gli straordinari ai suoi, Podrascanin esegue i compiti mettendo giù 26 punti di qualità e Juantorena e Miljkovic non fanno mancare il loro contributo con 32 punti complessivi.

A fare la differenza nei momenti decisivi sono però le schiacciate dello statunitense Priddy, che nel tie break prende per mano la Lube guidando i marchigiani al 15-12. Finisce 3-2 per Stankovic e soci: il 23 ritorno in Turchia dove, per passare, servirà comunque una vittoria o, alla peggio, una sconfitta al tie break aggiudicandosi però il successivo golden set.

Diatec Trentino-Belogorie Bolgorod 3-0 (25-20, 25-17, 28-16)

Senza Djuric, Lanza e Kasziyski non utilizzabile, Stoitchev parte con il solito Giannelli in regia, Nelli opposto, Antonov, Van de Voorde e Solé al centro e Colaci libero. La Diatec scappa subito via 4-0, i russi provano a rientrare in partita ma la difesa trentina è qualcosa di meraviglioso. Nelli piazza due ace nel momento chiave del set e la Diatec chiude il primo parziale sul 25-20 con l'errore in battuta di Ivocic. Più combattuto il secondo parziale, con il sestetto di Shipulin che va anche avanti fino all'11-8 prima che il solito Nelli mandi in crisi la ricezione russa con tre ace vincenti. Giannelli, slash e muro, firma l'allungo, Urnaut (19 punti) in pipe sigilla il set dopo 26 minuti di gioco (25-17).

Chiudere i conti sul 3-0 significherebbe mettersi in tasca un pezzo di Final Four: i ragazzi di Stoichev lo sanno benissimo e partono a razzo (8-3) prima di subire il ritorno di Muserskiy e soci: dal 9-7 Diatec si va avanti punto a punto, Trento annulla anche tre palle set e a mettere la parola fine al match ci pensa ancora un grandissimo Nelli con il sesto ace della serata (15 punti totali). Ritorno il 22 marzo a Bolgorod, dove basterà conquistare 2 set per accedere alle Final Four in programma a Cracovia il 16 e 17 aprile.