Volley, Champions League: ride Trento, Modena fuori

2016-03-03 23:59:34
Pubblicato il 3 marzo 2016 alle 23:59:34
Categoria: Notizie Volley
Autore: Redazione Datasport.it

Restano due le squadre italiane in corsa per la Champions League di volley. Dopo il doppio successo di Civitanova contro l'Akras Izmir, Trento festeggia l'accesso ai Playoff 6 battendo 3-0 l'Asse Lennik (3-2 all'andata in Belgio). Esce di scena, invece, la DHL Modena, che si impone 3-2 (22-25, 25-20, 25-21, 17-25, 15-19) sul sestetto dell'Halkbank Ankara di Lorenzo Bernardi ma viene eliminata dai turchi in virtù del 3-0 patito nel match di andata.

Se alla Diatec bastava vincere con qualsiasi risultato per guadagnarsi i playoff a sei squadre, ultima fase prima delle ambite Final Four in programma a Cracovia il 16 e 17 aprile, i ragazzi di Stoytchev lo fanno nel migliore dei modi liquidando in tre set la pratica belga Asse-Lennik. A Pala Trento finisce 3-0 (25-18, 25-23, 25-19) in meno di un’ora e venti di gioco, con Nelli e soci assoluti padroni in tutte le zone del campo (13 muri a 5, 54% in attacco contro il 44% dei belgi) e un Van De Voorde mvp della partita cjhe mette giù 12 palloni di grandissima sostanza nelle fasi topiche del match.

Un’impresa, invece, quella che serviva a Modena contro i l'Halkbank Ankara allenati dal grande ex Lorenzo Bernardi. Se la DHL, sconfitta 3-0 all’andata in Turchia, poteva ambire soltanto al Golden Set vincendo per 3-0 o per 3-1, il secondo set conquistato al quarto da Travica e soci spegne i sogni di rimonta emiliani e manda ai Playoff 6 i turchi nonostante il 3-2 finale in favore dei ragazzi di Lorenzetti.

Il rimpianto è un primo parziale in cui Modena potrebbe fare di più e che lascia all’Halkbank peccando di precisione nei punti finali: Ngapeth (23 punti) guida la riscossa, la diagonale Bruninho-Vettori produce 18 punti e la DHL si porta sul 2-1 senza che neppure sembri faticare. Travica e Kubiak, però, dalla parte opposta fanno la differenza e con la sostanza di Kooy e Le Roux e l’estro di Sokolov prendono il largo nel quarto set che regala anche la qualificazione. Utile soltanto alle statistiche il quinto parziale vinto 15-9 dalla DHL che si aggiudica così la partita ma non il passaggio ai playoff 6.