Volley, Champions: delirio Lube, è alle Final Four

2016-03-23 20:10:40
Pubblicato il 23 marzo 2016 alle 20:10:40
Categoria: Notizie Volley
Autore: Redazione Datasport.it

L''urlo di Civitanova. Nel ritorno dei Playoff-6 della Champions di volley, la Lube batte l'Halkbank Ankara al golden set e vola a Cracovia per le Final Four dove mancava dal 2009. Strepitosa prestazione degli uomini di Blengini che, dopo la super rimonta dell'andata, lottano anche in Turchia, si arrendono al tiebreak (27-29, 26-24, 25-22, 20-25, 15-13) ma trionfano 17-15 nel set supplementare: ora sarà derby italiano con Trento in semifinale.

Una sfida infinita, che dopo i primi due set vinti dall'Halkbank a Civitanova sembrava già segnata: invece la Lube ha rimontato e vinto al tiebreak la sfida all'Eurosuole Forum ed è volata in Turchia con la consapevolezza di poter raggiungere un traguardo che mancava da 7 sette. Nel Palazzetto turco l'atmosfera è infuocata ma da subito i cucinieri danno segnali incoraggianti: restano aggrappati al set, i ragazzi di Bernardi sbagliano tre palle set mentre ne basta due alla Lube per chiudere con un errore di Sokolov. Grande equilibrio anche nel secondo parziale, dove gli ospiti cercano con rabbia di conquistare il secondo set che varrebbe quantomeno il golden set: gli errori di Cebulj e dell'ex Juantorena sanciscono l'1-1.

Nel terzo set la tensione sale ulteriormente: Miljkovic tiene aggrappata Civitanova sino al 19-19, poi due errori dei ragazzi di Blengini permettono ai padroni di casa di guadagnare un vantaggio che terranno sino al 2-1. A questo punto, chi pensa che la paura paralizzi Civitanova si sbaglia: la reazione è veemente (6-2) e il match scivola così al quinto che - neanche a dirlo - è punto a punto. I muri di Leroux e dell'ex Travica nel momento decisivo (14-12) sono però decisivi e valgono il golden set. La Lube è in palla, vola sul 10-8 e va ad un soffio dal 11-8 ma l'arbitro giudica dentro l'attacco di Sokolov e lancia i turchi verso il controsorpasso. Ma i cucinieri non mollano, tornano avanti (12-11) e al terzo set point possono esultare: l'impresa è servita.