US Open: disastro Italia, resta solo Fognini

2018-08-30 08:31:00
US Open: disastro Italia, resta solo Fognini
Pubblicato il 30 agosto 2018 alle 08:31:00
Categoria: Tennis
Autore: Piergiuseppe Pinto

Grande delusione per l'Italia nel secondo turno degli US Open. Ad eccezione di Fabio Fognini, che affronterà Millman nel match di apertura della quarta giornata dell'ultimo Slam stagionale, tutti gli altri italiani vengono eliminati al secondo turno di Flushing Meadows. Paolo Lorenzi, Andreas Seppi, Lorenzo Sonego Camila Giorgi, unica rappresentante del tennis azzurro in America, non riescono nell'impresa rispettivamente contro Pella, Shapovalov, Khachanov e Venus Williams. L'unico a dare qualche speranza ai colori italiani è il 34enne di Bolzano, che costringe il canadese al quinto set dopo essere stato in vantaggio per 2-1.

Era difficile avanzare al terzo turno per gli italiani, ma l'unico a sfiorare l'impresa è stato proprio Seppi. Contro il canadese numero 28 del mondo, l'azzurro parte bene: subito break, ma poi perde due volte il servizio e cede 6-4 nel primo set. Con lo stesso parziale, grazie al break al quarto turno in battuta del classe 1999, pareggia il conto dei set per poi addirittura firmare la rimonta grazie a tre game di fila che lo portano ad aggiudicarsi il terzo per 7-5. Nel quarto, accarezza la possibilità di vittoria con due palle break annullate, ma si arriva al tie break, che sorride al canadese (7-2). Nell'ultimo e decisivo set, Shapovalov sale sul 3-1, ma viene raggiunto sul 3-3. La giocata del match, però, è il break al settimo game dopo quattro palle break annullate: 5-3 e partita virtualmente chiusa, conclusa definitivamente sul 6-4 4-6 5-7 7-6 6-4 dopo quasi 4 ore di gioco.

Decisamente meno combattuti, invece, i match di Paolo Lorenzi Lorenzo Sonego, rispettivamente contro Guido Pella e Karen Khachanov. In poco più di due ore di gioco (2h10'), infatti, l'argentino chiude sul 7-5 6-0 6-2. L'azzurro, numero 94 della classifica Atp, dura di fatto soltanto un set, il primo, deciso dai due break conquistati dal giustiziere di Cilic a Wimbledon dopo che l'italiano aveva fallito la possibilità di portarsi sul 5-1. Da lì la rimonta: da 1-4 a 7-5. La sfida finisce lì, perché nel secondo parziale non c'è storia (6-0), e nel terzo risulteranno decisivi i due break point che portano subito Pella sul 4-1. Dopo un match point annullato al turno in servizio, però, Lorenzi cede. Saluta anche Lorenzo Sonego, battuto 5-7 3-6 3-6 da Khachanov: il russo conquista il primo set con il break sul 5-5, poi ne mette a segno due nel secondo, infine brucia il torinese con un avvio che gli vale subito lo 0-3. Al terzo match point, il numero 26 del mondo chiude i giochi ed elimina Sonego.

Svanisce anche l'unica speranza del tennis italiano nel tabellone femminile degli US Open: Camila Giorgi era chiamata all'impresa contro Venus Williams, ma alla fine la statunitense chiude sul 6-4 7-5 dopo 1h52' di gioco e si guadagna la supersfida con la sorella Serena al terzo turno. Nel primo set ci sono ben cinque break point, tre in favore della statunitense, che prima perde il servizio e va sotto 2-1, poi pareggia sul 2-2, infine strappa per due volte il turno in battuta all'azzurra, che nel frattempo risponde con un controbreak trovando il momentaneo 4-5. Nel secondo parziale, Venus vola subito sul 2-0, ma la numero 40 del mondo riesce a risalire fino al 3-3. Al dodicesimo game, dopo aver annullato ben cinque palle break in favore della Giorgi, la Williams strappa il servizio e chiude il secondo set sul 7-5, eliminando l'azzurra e rimuovendo l'Italia dal tabellone femminile. Ora, l'unico azzurro ancora in gara a Flushing Meadows è Fabio Fognini: sfiderà l'australiano John Millman per volare al terzo turno.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it