Uefa, novità importanti per la prossima Champions ed Europa League

2018-03-27 14:45:37
Pubblicato il 27 marzo 2018 alle 14:45:37
Categoria: Notizie Calcio
Autore: Matteo Sfolcini

Più cambi, meno vincoli per le liste Uefa e nuovi orari. Dalla prossima stagione Champions ed Europa League entrano in un nuovo ciclo triennale e il massimo organo del calcio europeo ha presentato diverse novità per le sue competizioni per club. Tutte le modifiche del regolamento sono stati ufficializzate dalla Uefa stessa con un comunicato in apertura del sito. A partire dalla quarta sostituzione: sarà ammessa dai turni a eliminazione diretta in poi, solo per i tempi supplementari. Cambiano anche gli orari delle partite di Champions, che cominceranno tutte non più alle 20.45 ma alle 21.00 con però due partite di martedì e di mercoledì della fase a giorni che inizieranno alle 18:55. Tutte le partite dell'ultima giornata invece si giocheranno in contemporanea. Le partite di Europa League invece, dalla fase a gironi agli ottavi di finale, si giocheranno alle 18.55 e alle 21 mentre dai quarti in poi inizieranno alle 21.

Oltre alla quarta sostituzione la Uefa ha previsto un allargamento della rosa convocabile per le finali. Per la Champions League, l'Europa League e Supercoppa Uefa, 23 giocatori (invece dei 18 di tutte le altre partite) potranno essere inseriti nella distinta di gara. Questo permetterà di avere a disposizione 12 sostituti in panchina (invece dei classici sette) per le finali in questione, dando così ai club e in particolare agli allenatori una maggiore elasticità nella gestione della squadra per la partita più importante della stagione.

Il comunicato della Uefa riporta un'altra notizia interessante, anche in chiave calciomercato: "Per quanto riguarda la registrazione dei giocatori dopo la fase a gironi di Champions League ed Europa League, un singolo club potrà inserire in rosa tre nuovi calciatori idonei senza alcuna restrizione". In pratica vengono eliminati i vincoli per inserire nella lista Uefa i calciatori che hanno già giocato competizioni internazionali con altri club nel corso della stagione. Questa modifica si allinea con le normative di diversi campionati nazionali e non impone restrizioni sull'utilizzo alle competizioni di giocatori acquistati da un nuovo club durante la finestra di mercato invernale.