Torino: Petrachi “Lerda non è in pericolo”

2011-02-05 20:26:20
Pubblicato il 5 febbraio 2011 alle 20:26:20
Categoria: Calciomercato
Autore: Redazione Datasport.it

Franco Lerda non è assolutamente in pericolo, ma adesso dobbiamo invertire la rotta perché così non si può andare avanti”. Gianluca Petrachi, ds granata, difende il tecnico dopo il ko del Torino col Sassuolo. “Bisogna stare calmi e tranquilli - aggiunge il direttore sportivo - si fa in fretta ad accendere un cerino e bruciare tutto. C’è malessere per aver perso, ma bisogna essere lucidi e non ragionare di pancia. Lerda ha commesso errori come tutti noi, ma questo non significa che debba essere mandato a casa. Mandare via il tecnico sarebbe troppo facile, la fiducia c’è e non è a termine”.

Dall’esterno sembra il contrario; certo è che la dirigenza si attende la svolta immediata. “Bisogna trovare il modo di fare rendere al meglio la squadra - spiega Petrachi – La situazione non è drammatica ma bisogna dare delle risposte ai tifosi. Ora bisogna ripartire da un progetto tattico ben definito per affrontare il campionato da qui alla fine”.

Il problema identificato dal direttore sportivo del Toro è il passaggio al 4-3-1-2 che non sta dando gli effetti sperati. “L’allenatore deve assumersi le sue responsabilità e trovare il modulo giusto, credo servano equilibrio e chiarezza tattica. A questa squadra serve identità, cosa che non è sembrata avere oggi. Sarebbe più giusto trovare una strada molto più vicina a quella che è stata percorsa per i primi sette mesi di questa stagione”.

Il Toro non ha vinto nelle prime cinque partite del 2011, Lerda ammette le difficoltà della squadra e prova mostrarsi sicuro: “Non ho nessun dubbio di avere la squadra in pugno. La fiducia della società? Ho parlato con il presidente Cairo di cose tecniche, dovete chiedere a lui. Da parte mia sono tranquillissimo, anzi ad essere tranquillo sarei un pazzo, ma di certo non perdo l’equilibrio. Sta a noi tirarci fuori”, conclude.