Tim Cup: Milan-Alessandria 5-0, gol e highlights. Video

2016-03-02 08:00:10
Pubblicato il 2 marzo 2016 alle 08:00:10
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

A 13 anni dal successo del 2003, il Milan ritrova la finale di Coppa Italia. Dopo l'1-0 dell'andata all'Olimpico di Torino, i rossoneri sconfiggono l'Alessandria con un netto 5-0. Mihajlovic si gode i ritrovati Menez, che dovrà sostituire l'infortunato Niang, e Romagnoli, alle prime reti in maglia meneghina: entrambi vanno a segno con una doppietta. Nel finale segna anche Balotelli, sin lì autore di una prova opaca. Domani l'altra semifinale, Inter-Juventus.
 
Non un Milan trascendentale, ma una squadra che conferma i progressi degli ultimi tempi e allunga la striscia di risultati utili. Mihajlovic vuole ben impressionare e affronta l'Alessandria con diversi titolari, con l'inedita coppia d'attacco composta da Balotelli e Menez. La prova del francese convince da subito, ed è proprio lui dopo alcuni patemi della difesa rossonera a togliere il tappo alla sfida: al 20' filtrante di Honda, l'ex Roma s'inserisce dalle retrovie e dopo lo stop di petto batte a rete col destro per l'1-0. Il Milan si rilassa e trova subito il 2-0: sull'angolo di Honda svetta Kucka, Romagnoli è appostato sul secondo palo e mette dentro. E nel primo tempo c'è ancora spazio per Menez, che alla prima di questa stagione dal 1' trova la doppietta insaccando l'assist di Poli.
 
Il secondo tempo del Milan, a dire il vero, è piuttosto opaco. L'Alessandria sfiora più volte il gol della bandiera con Fischnaller, Marconi e Celjak; Mihajlovic concede gradualmente riposo a Kucka, Bonaventura e Menez e inserisce Mauri, Boateng e Bacca. Nessuno dei tre brilla, è Romagnoli a trovare il 4-0 all'80' con un gol molto simile al primo: appostamento sul secondo palo, palla che oltrepassa la linea e rete certificata dalla tecnologia. Bacca si mangia un gol clamoroso all'87', due minuti dopo l'occasione capita sui piedi di un sin lì opaco Balotelli che non sbaglia e cala il pokerissimo. Il Milan è in finale, domani sera conoscerà la sua rivale nell'ultimo atto dell'Olimpico. Con lo spauracchio Juventus che parte ovviamente favorito sull'Inter dopo il 3-0 dell'andata allo Stadium.