Thohir si racconta: ''Ho venduto perchè Suning ha un grande progetto. Tifo ancora per l'Inter''

2018-08-19 12:48:00
Thohir si racconta: ''Ho venduto perchè Suning ha un grande progetto. Tifo ancora per l'Inter''
Pubblicato il 19 agosto 2018 alle 12:48:00
Categoria: Serie A
Autore: Marco Corradi

Erick Thohir verrà ricordato come il presidente che ha chiuso l'era-Moratti e come colui che ha fatto finire l'Inter in regime di settlement agreement, ma anche come colui che ha dato il via all'era-Suning, cedendo gran parte delle proprie quote. Allo stato attuale delle cose, l'imprenditore indonesiano è presidente e possiede il 31% delle quote, ma non ha più voce in capitolo: tutte le decisioni vengono prese da Steven Zhang e dal padre Zhang Jindong, forti dell'ampia maggioranza nel CdA e nelle quote societarie. Nonostante tutto, Thohir resta interista, e si è raccontato ai microfoni dell'agenzia Lapresse alla vigilia del debutto nerazzurro contro il Sassuolo: ''Mi aspetta una notte in bianco, la mia Inter debutta contro il Sassuolo. Perchè la Serie A non fa come in Premier League? Qui in Asia siamo penalizzati, andrò a letto alle 3.30, ma lo faccio perchè tifo e tiferò sempre Inter - prosegue Thohir -. Sono un tifoso appassionato, il mio ufficio è pieno di magliette nerazzurre, da quella di Bergomi a quella di Zanetti''. 

Si passa poi alla cessione del club, e Thohir spiega come è arrivato a cedere tutto a Suning: ''Il business è business. Ho comprato da Moratti, ma senza illudere nessuno o promettere lo scudetto. Quando le cose rischiavano di peggiorare, mi sono dovuto proteggere e ho ceduto a un grande partner. Al mio arrivo mi ero posto cinque obiettivi - spiega Thohir -: riorganizzare il management, costruire infrastrutture all'altezza, allestire una squadra forte rispettando il Fair-Play Finanziario, andare in Europa League ed entro cinque anni rientrare in Champions. Non tutto è andato come ci aspettavamo, abbiamo commesso qualche errore e non ci hanno fatto costruire lo stadio. Avrebbe generato business, aumentato il giro d'affari e il fatturato: prendete ad esempio la Juventus, con pochi anni di stadio di proprietà si è potuta permettere CR7... Spero che Suning inizi a pensare allo stadio. Perchè ho venduto? Suning si è offerta per acquistare la maggioranza, con grandi obiettivi. Ho accettato, mantenendo la carica, il posto allo stadio, il 31% delle azioni e grandi rapporti con gli amici italiani e interisti''. Thohir veniva accusato di essere troppo lontano da Milano, poco presente (a differenza di Zhang jr, che ormai abita nella città meneghina): ''Non ho mai promesso di passare mesi a Milano, i miei interessi sono in Indonesia. Avevo creato un management di cui mi fidavo ciecamente per questo, per consentirmi di gestire tutto dall'Indonesia, venendo sporadicamente in Italia''. 

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it