Tavecchio si sfoga: "Finito in una trappola, sporgo denuncia"

2015-11-06 19:29:41
Tavecchio si sfoga:
Pubblicato il 6 novembre 2015 alle 19:29:41
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

"La pubblicazione delle mie affermazioni su ebrei e omosessuali? Ho le prove di un preciso disegno volto a danneggiarmi: ecco perchè ho chiesto all'avvocato Bongiorno di denunciare il signor Giacomini". Lo sfogo di Carlo Tavecchio sulla bufera che l'ha travolto la scorsa settimana quando il Corriere della Sera ha reso pubbliche alcune sue frasi discriminatorie: "Il giornalista mi ha teso una trappola - aggiunge il numero uno della Figc in un comunicato ufficiale -, diffondendo una conversazione carpita a mia insaputa con il solo e unico scopo di screditare la mia persona".

"La denuncia sarà estesa anche a quanti hanno distorto i contenuti della conversazione e mi hanno etichettato come antisemita e omofobo - avvisa ancora Tavecchio, che poi respinge le accuse -. Io non sono così e lo dimostrano le azioni che da sempre ho posto in essere. Sono certo che un'analisi dei fatti mi restituirà la dignità di uomo che ha fatto dei valori dello sport, della solidarietà e del rispetto la sua regola di vita". Il presidente federale ha anche un'idea sui motivi di un simile tranello: "Sono amareggiato nel constatare come il semplice rifiuto di finanziamenti abbia potuto suscitare un desiderio di vendetta così violento", conclude.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it