Serie D girone F, 25a: la Samb non si ferma più

2016-02-21 17:00:20
Pubblicato il 21 febbraio 2016 alle 17:00:20
Categoria: Serie D
Autore: Redazione Datasport.it

La Sambenedettese è sempre più padrona del campionato e la vittoria di sabato contro il Matelica la avvicina ancora di più alla promozione in Lega Pro. Il vantaggio dei rossoblù ora è di 10 punti e a nove giornate dal termine è un vantaggio molto sicuro. Dietro la Samb, il Fano accorcia il divario dal secondo posto occupato dal Matelica a 4 punti grazie alla sofferta vittoria contro la Jesina siglata dalla rete di Gucci. Bene anche il Campobasso che si impone per 3-1 contro l’Avezzano. In zona salvezza vince l’Olympia Agnonese che batte per 0-3 nello scontro diretto la Folgore Veregra. L’incontro più importante di questo 25esimo turno di campionato è andato in scena sabato con l’anticipo tra Matelica e Sambenedettese, prima e seconda in classifica. Per i padroni di casa del Matelica era obbligatorio vincere se volevano mantenere speranze di promozione diretta. L’incontro però pende nella direzione degli ospiti, che al 48’ passano con Titone. Al 54’ Pesaresi ridà fiducia e speranza al Matelica trasformando il rigore concessogli dall’arbitro, ma a spegnere definitivamente gli entusiasmi maceratesi ci hanno pensato Sorrentino e Candellori fissando il punteggio sul 1-3 finale. Dietro le prime due provano a farsi sotto il Fano, che batte per 1-0 la Jesina, e il Campobasso che esce trionfante dallo scontro con l’Avezzano consolidando il proprio quarto posto. Per l’ultimo posto che da accesso ai playoff si preannuncia una battaglia combattuta tra sei squadre: San Nicolò, Fermana, Recanatese, Jesina, Chieti e Monticelli. Il San Nicolò quest’oggi è uscito sconfitto nello scontro con il Vis Pesaro per 1-0 , così come sconfitta è stata anche la Recanatese battuta per 1-0 in casa del Giulianova. Pareggiano invece le altre tre, con Chieti e Monticelli che si affrontavano in casa dei biancoblù, mentre la Fermana è stata fermata dal Castelfidardo per 1-1.

A cura di

Andrea Mauri