Serie D 2015/2016, 29a giornata: partite, orari e date

2016-02-26 18:22:38
Pubblicato il 26 febbraio 2016 alle 18:22:38
Categoria: Serie D
Autore: Redazione Datasport.it

Si alza il sipario sulla ventinovesima giornata per i gironi A, B, C, D e I di Serie D, la ventiseiesima per E, F, G e H. Il “Campionato d’Italia” in vista del turno infrasettimanale dei raggruppamenti a venti squadre di mercoledì prossimo propone ben diciotto anticipi previsti per sabato. Si parte dunque con il girone A, dove ad aprire le danze saranno Castellazzo-Derthona, Gozzano-Chieri e Pinerolo-Novese alle 14.30, seguite da Caronnese-Fezzanese e da Sestri Levante-Argentina alle ore 15.

Quattro gli anticipi del girone B: alle 14.30 scocca l’ora di Monza-Grumellese e di Pergolettese-Olginatese, mentre alle 15 ecco Inveruno-Fiorenzuola. In serata spazio a Lecco-MapelloBonate, con fischio d’inizio alle 20. Il girone C: alle 14.30 tocca a Dro-Levico Terme, Sacilese-Fontanafredda, Monfalcone-Calvi Noale e Union Ripa La Fenadora-Este, quindi alle 15 andrà in scena Giorgione-Mestre. Il girone D propone invece solo due anticipi, entrambi alle 14.30: Bellaria-Sammaurese e Clodiense-Legnago. Si prosegue con San Nicolò Teramo-Giulianova del girone F e prevista alle 15, per concludere con Siracusa-Noto del girone I, programmata alle 20.30 di sabato.

Le altre variazioni: Ghivizzano-Sangiovannese del girone E si giocherà al Comunale di Redini di Cascina, Olympia Agnonese-Campobasso (girone F) si disputerà domenica ma alle ore 15, non al consueto orario federale. Tre cambi d’orario anche nell’H: Potenza-San Severo e Serpentara-Torrecuso inizieranno alle 15, Manfredonia-Gallipoli alle 17. Infine il girone I: Cavese-Sarnese e Frattese-Agropoli prenderanno il via alle 15.30, Rende-Due Torri andrà in scena al Comunale Tarsitano di Paola. Ligorna-Borgosesia del girone A si giocherà invece a porte chiuse, così come Pomigliano-Az Picerno dell’H (e sul neutro del Vallefuoco di Mugnano di Napoli) e Gragnano-Palmese dell’I (anche qui in campo neutro, allo Squitieri di Sarno).