Serie C, Galliani: "Ora il Monza è da B"

2019-02-02 11:52:41
Pubblicato il 2 febbraio 2019 alle 11:52:41
Categoria: Serie C
Autore: Davide Grilli

Il Monza di Silvio Berlusconi e Adriano Galliani è stato il protagonista indiscusso del mercato invernale con 14 cessioni e 16 acquisti, una rivoluzione che ha completamente cambiato la rosa della squadra che ora può puntare alla promozione in Serie B, anche se sono 13 i punti da recuperare sulla capolista. "Pordenone irraggiungibile? Dobbiamo fare la corsa su noi stessi, come una gara a cronometro: al traguardo vedremo dove saremo arrivati. È una buona notizia che ci siano due finali playoff: le possibilità di promozione raddoppiano", ha spiegato il "Condor" Galliani che, dopo 31 anni con il Milan, è tornato a essere il re del mercato. "Le emozioni nel portare a termine le trattative sono state quelle di sempre: tifando Monza da una vita anche la passione è stata la stessa di quando compravo giocatori per il Milan", ha dichiarato l'amministratore delegato del club brianzolo.

Ora l'allenatore del Monza Brocchi può infatti contare su due tra i più prolifici attaccanti del giro della terza serie: Ettore Marchi prelevato dal Gubbio e Andrea Brighenti, arrivato dalla Cremonese insieme all'esperto difensore Ivan Marconi, che si aggiungono al già presente Reginaldo. In difesa sono arrivati l'ex Cittadella Filippo Scaglia, il centrale Marco Armellino dal Lecce e il terzino sinistro classe 1996 e di proprietà del Napoli Andrea Anastasio. A centrocampo, il Monza ha ingaggiato Marco Fossati ed  Enrico Bearzotti, entrambi in Serie A con il Verona nella passata stagione, e Andrea Palazzi dal Pescara, in prestito dall'Inter e inseguito da mezza Serie B. A questi si aggiungono gli svincolati Federico Marchesi, Filippo Lora, l'esperto portiere Enrico Guarna e il trequartista Simone Iocolano. Per non parlare del colpo più mediatico del mercato, il prestito di Matheus Paquetà, fratello di Lucas appena acquistato dal Milan. In totale, secondo le stime Transfermarkt, più di 2 milioni investiti per la proprietà dei cartellini e 5,45 milioni di valore dei 17 nuovi giocatori acquisiti. La parola ora passa al campo, la scalata verso la promozione è appena iniziata.