Serie B: Tavano schianta il Torino, è 0-2

2011-03-12 17:16:43
Pubblicato il 12 marzo 2011 alle 17:16:43
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

Il Torino non c'è ancora. La scossa da più parti invocata, con l'esonero di Lerda per Papadopulo, non porta i risultati attesi. Il Livorno schianta i granata con una doppietta di Tavano nel secondo tempo, piemontesi poco propositivi che provano ad aggrapparsi ad uno scatenato Lazarevic ma non basta. Finisce 0-2.

Comincia con un buon ritmo la partita, le due squadre hanno voglia di riscatto e non si nascondono. Padroni di casa subito pericolosi con Bianchi che gira bene di testa ma la sua conclusione è troppo debole, Antenucci poco dopo sfrutta una indecisione della difesa amaranto ma, da posizione defilata, calcia a lato. Al 16' arriva la risposta del Livorno con Tavano che prova la conclusione da fuori ma calcia a lato, Dionisi dopo poco prova la girata di testa ma anche lui non inquadra lo specchio della porta. Al 22' arriva un'altra tegola per Papadopulo che, dopo la defezione di Sgrigna nel riscaldamento, perde De Vezze: al suo posto entra Lazarevic. Lo sloveno è da subito vivace mettendo in difficoltà la difesa avversaria. Il primo tempo si conclude così senza gol, con un buon Torino in avvio che si perde alla distanza anche grazie al ritorno del Livorno.

La ripresa vede gli stessi 22 in campo ma sono gli amaranto a fare la partita. La squadra di Novellino è ordinata e molto aggressiva, gli unici spunti granata arrivano dal solito Lazarevic sulla destra veramente imprendibile oggi, ma non basta. La svolta arriva al 56' con  una bella palla in profondità di Barusso, Dionisi in fuorigioco si disinteressa ingannando la difesa livornese che non vede l'inserimento di Tavano. L'attacante amaranto, un po' in ombra fino a qui, è bravissimo a mettere giù e battere Bassi in uscita. Il Torino è scosso, tornano gli spettri delle ultime due sconfitte consecutive. Il solo Lazarevic non basta e dai cambi non arriva la scintilla decisiva. I toscani non si scompongono e continuano a fare il loro gioco con serenità e ordine. Troppi errori ed evidente confusione in fase di costruzione per gli uomini di Papadopulo che crollano inevitabilmente all'81' quando Garofalo, al termine di un'azione forse viziata da un fuorigioco di Cellerino, stende Dionisi. Tavano si presenta sul dischetto e chiude i conti. E' 0-2.

Torino che, nonostante il cambio di panchina, incassa la terza sconfitta consecutiva. Livorno che esce alla distanza e legittima la vittoria con un bel secondo tempo.