Serie B, Spezia-Livorno 3-0: liguri in zona playoff

2016-02-14 19:39:49
Pubblicato il 14 febbraio 2016 alle 19:39:49
Categoria: Serie B
Autore: Redazione Datasport.it

Nel posticipo domenicale di Serie B, lo Spezia batte 3-0 il Livorno e  aggancia l'Entella all'ottavo posto in classifica, l'ultimo utile per centrare i playoff. Al Picco decide una doppietta di Calaiò, alla nona rete in 14 partite contro gli amaranto, e una splendida rete di Situm che chiude definitivamente il match nella ripresa con un destro a girare. Nel prossimo turno, Aquile ancora in casa con il Lanciano, toscani al Picchi contro il Cesena.

Il primo tempo si apre con una fase di studio che dura giusto i primi dieci minuti. Il tempo necessario allo Spezia per affinare i sincronismi sulle corsie laterali, zona dalla quale inizia il crollo di un Livorno lento in difesa e incapace di portare pericoli concreti dalle parti di Chichizola. Il primo squillo alla gara lo regala Borghese: il centrale amaranto al 10' stende Calaiò, rischiando il rosso (solo giallo per l'ex Como) e dalla seguente punizione la punta ex Siena costringe Pinsoglio a sporcarsi i guantoni. Al 13' lo Spezia è già in vantaggio: bello scambio sull'out di sinistra che libera Situm al cross, il fendente del croato trova del tutto impreparata la linea difensiva labronica che lascia a Calaiò il tempo di stoppare il pallone in area, prendere la mira e trafiggere Pinsoglio per il punto del vantaggio. Ottavo centro contro i toscani per la punta scuola Napoli. Passano poco meno di dieci minuti e la difesa livornese balla ancora: cross dalla trequarti di De Col, Pinsoglio non esce, Borghese non tiene la marcatura e per Calaiò è un gioco portare gli aquilotti sopra di due con una precisa deviazione aerea. Il Livorno prova a scuotersi nel finale di primo tempo ma sul cross di Vajushi la torsione del solito Vantaggiato si perde di poco alta sopra la traversa di Chichizola.

Nella ripresa Panucci corre ai ripari, sostituendo Biagianti e un evanescente Bunino con Baez e Aramu. I cambi non stravolgono il match, ma l'intraprendenza di Baez resterà l'unica nota lieta nella gara amaranto. Lo Spezia dal canto suo inizia anche la seconda frazione con maggiore convinzione. I ragazzi di Di Carlo hanno il merito di non abbassare i ritmi, tenendo gli attaccanti del Livorno sempre a debita distanza dalla porta. E anzi, sono proprio i liguri a trovare il terzo gol al 58' con un invenzione di Situm che si libera forse fallosamente del proprio diretto marcatore e scaglia un destro preciso e potente all'incrocio della porta amaranto. Il tre a zero mette il match in ghiacciaia per i ragazzi di Di Carlo, che si limitano a controllare le offensive degli ospiti. In questa fase sale sugli scudi Baez che prima manda in porta Vantaggiato, col capitano impreciso a tu per tu con Chichizola. Al 67' il talentino uruguagio prova a fare tutto da solo e colpisce in pieno la traversa con un destro violentissimo dai venticinque metri. Ottimi gli spunti del giovane proveniente dalla Fiorentina, ma il risultato non cambia più nonostante lo Spezia resti in dieci nel finale per l'ingenua espulsione di Misic, che da subentrato si becca due ammonizioni nel giro di pochi minuti.

Finisce dunque 3-0 per lo Spezia che batte un Livorno praticamente non pervenuto al Picco. Nella squadra di Panucci, confusionaria in difesa e pochissimo pungente in avanti, pessime prestazioni di Pinsoglio e Borghese, mentre nell'undici di Di Carlo funziona ottimamente la cerniera di centrocampo composta da Sciaudone, Errasti e dal giovanissimo classe 96' Vignali. E se si dovesse svegliare Calaiò, l'obiettivo playoff potrebbe diventare tutt'altro che utopico per i liguri che con questo successo salgono a quota 37 punti, proprio in ottava posizione con l'Entella (1 sola sconfitta nelle ultime 11 gare per i bianconeri). Il Livorno, invece, non riesce a dar seguito agli ultimi risultati positivi e resta così impantanato a quota 30, a ridosso della zona playout. Prima sconfitta per Panucci dal suo ritorno sulla panchina amaranto. Nella prossima giornata lo Spezia ospiterà il Lanciano, mentre il Livorno sfiderà il Cesena nel tentativo di risollevarsi dopo la brutta partita odierna.