Serie B: Siena, solo 0-0 con l\'Empoli

2011-03-12 17:37:57
Pubblicato il 12 marzo 2011 alle 17:37:57
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

 

Una classifica bugiarda dice che tra il Siena, secondo, e un ottimo Empoli corrono 17 punti. Ma a far infuriare giocatori e staff dei bianconeri, dopo il fischio finale, è evidentemente la sensazione di aver perso l'opportunità per riavvicinare l'Atalanta, bloccata sul pari ad Ascoli. Perché se è vero che per i primi 45 minuti le due squadre toscane si sono fronteggiate ad armi pari (e anzi sono stati gli uomini di Aglietti ad avere la palla del potenziale vantaggio), la ripresa è stata di netta marca senese. E solo la prestazione superlativa di Pelagotti ha impedito ai bianconeri di portare a casa tre punti pesantissimi nell'economia del campionato. Invece le manone della riserva di Handanovic hanno bloccato sullo 0-0 il risultato di una partita piacevole e ben giocata da entrambe le parti.

Nonostante il divario in classifica, sin dalle prime battute si capisce che tra le due squadre c'è un sostanziale equilibrio: ritmo forsennato sin dal primo minuto, con l'Empoli che tiene altissime le linee, impedendo alla mediana del Siena di essere lucida in fase di impostazione. Con Brienza costretto a giocare molto basso e un Reginaldo piuttosto impreciso, i palloni giocabili per gli attaccanti bianconeri arrivano solo grazie i cross dalla trequarti di Del Grosso. A farla da padrone sono le difese, impeccabili a controllare da un lato Calaiò e Mastronunzio, dall'altro a tenere a bada il bomber biancazzurro Coralli, supportato da Forestieri e Nardini. La diretta conseguenza di una partita molto tattica è che le occasioni da gol arrivano col contagocce. La più ghiotta del primo tempo (a dire il vero l'unica limpida palla gol) arriva al 22', quando sono gli ospiti ad avere una chance per passare in vantaggio: Soriano entra in area sulla destra, attira su di se Coppola e serve al centro l'accorrente Forestieri, il cui tentativo di conclusione viene respinto da Brienza.

Nella ripresa il Siena prende in mano il pallino del gioco e va in più occasioni vicino al vantaggio, ma prima Calaiò poi Mastronunzio devono fare i conti con un insuperabile Pelagotti. Al 50' un tiro di Reginaldo smorzato dalla difesa diventa un assist per Calaiò, ma il portiere empolese è superlativo nella parata ravvicinata. E l'estremo difensore si ripete sulla conclusione a botta sicura di Mastronunzio, che al 71', sugli sviluppi di un corner, manda a vuoto Stovini e scarica in porta un bolide che viene respinto. Conte le prova tutte per vincere la gara, ma non serve a nulla la girandola di cambi. Anzi, il più pericoloso è l'insospettabile Vergassola, che in pieno recupero raccoglie un assist di Larrondo e anticipa Pelagotti in uscita, ma è sfortunato perché il pallone finisce di poco alto.