Serie B, Pro Vercelli-Pescara 5-2: Leoni a segno nella neve

2016-03-05 19:16:11
Pubblicato il 5 marzo 2016 alle 19:16:11
Categoria: Serie B
Autore: Redazione Datasport.it

Serata di gloria per la Pro Vercelli che sfrutta al meglio la superiorità numerica e i regali della difesa abruzzese per travolgere il Pescara, tornando al successo dopo 4 turni. Uno-due Coly-Malonga a fine primo tempo, Torreira illude gli ospiti al 52' ma Scavone e Beretta ristabiliscono le distanze, prima delle reti di Benali e ancora Scavone che fissano il risultato sul 5-2. Male la squadra di Oddo, che paga l'espulsione di Zampano ma è senza vittorie da 6 gare.

Dopo un rinvio di due ore per spazzare via la neve caduta copiosa su Vercelli, comincia finalmente la gara: il Pescara assume il controllo delle operazioni ma il primo tiro arriva solo al 16’: punizione alta di Memushaj. Al 24’, miracolo di Pigliacelli che leva dalla porta un pericolosissimo colpo di testa ravvicinato di Benali. Tre minuti dopo, altra chance per gli ospiti: diagonale in area di Caprari che esce a fil di palo. A sorpresa, però, passa in vantaggio la Pro Vercelli al 37’: angolo di Mammarella e perfetto stacco di testa di Coly che non dà scampo a Fiorillo. Uno a zero per i padroni di casa.

Pescara in confusione e la squadra di Foscarini ne approfitta al minuto 40: punizione da destra di Mammarella, Fiorillo respinge il colpo di testa di Malonga ma non può nulla sul secondo tentativo dell’ex-Hibernian, ed è 2-0. Difesa abruzzese in bambola, al 44’ ancora Malonga scatta verso la porta e Zampano lo stende, rimediando un inevitabile cartellino rosso.

Nonostante l’inferiorità numerica, gli ospiti ci credono e al 52’ accorciano grazie a un colpo di testa in torsione di Torreira, su angolo di Caprari. Illusione che dura appena 3’,  poi un gran sinistro da fuori area di Scavone vale il 3-1. Al 60’ Mazzotta regala il pallone a Beretta che ringrazia e fa poker. Il Pescara reagisce con orgoglio e al 76Benali sfrutta un assist dal fondo di Acosta per segnare il secondo gol abruzzese. Al festival degli orrori difensivi però si iscrive anche Fiorillo che, al minuto 81, si lascia scappare il pallone dopo un corner di Mammarella e permette a Scavone di firmare la personale doppietta e il definitivo 5-2. Prossimo turno a Bari per i piemontesi, mentre gli abruzzesi ospiteranno il Novara.