Serie B, Pro Vercelli-Ascoli 1-1: pari nello scontro salvezza

2016-03-19 17:15:41
Pubblicato il 19 marzo 2016 alle 17:15:41
Categoria: Serie B
Autore: Redazione Datasport.it

Finisce 1 a 1 lo scontro salvezza della 32esima giornata del campionato di Serie B tra Pro Vercelli e Ascoli. Al calcio di rigore trasformato da Cacia al 3' risponde sempre dagli undici metri Marchi al 22'. Nella ripresa la Pro non sfrutta la superiorità numerica maturata per l'espulsione di Benedicic per doppio giallo al 73'. Distacco invariato in classifica tra le due formazioni con i piemontesi che salgono a 34 punti e la squadra di Mangia a 36.
 
Primo tempo di grande tensione al Silvio Piola. Si comincia subito dopo neanche 2': l'arbitro Pezzuto fischia un rigore piuttosto dubbio all'Ascoli per una leggera spinta di Budel su Cacia. Dal dischetto va lo stesso numero 21 che porta avanti gli ospiti. La Pro reagisce e prova a chiudere l'Ascoli nella sua metà campo, ma ci vuole un altro rigore per ristabilire l'equilibrio. Anche in questo caso la trattenuta di Canini su Marchi sembra piuttosto leggera. Nell'occasione il difensore viene anche ammonito. Dal dischetto si presenta Marchi che non sbaglia e interrompe un digiuno dal gol durato ben 154 giorni. 
 
Dopo il pareggio c'è solo la Pro Vercelli in campo. Marchi sfiora ancora il gol sparando su Lanni al termine di uno schema su calcio d'angolo innescato da Mammarella al 25'. Un minuto dopo, sempre su corner di Mammarella, Beretta stacca di testa, ma manda di poco alto. Al 29' il sinistro potente e preciso di Beretta va a sbattere sulla traversa a seguito della deviazione decisiva di Lanni. Al 45' Almici sembra trattenere in area Scavone, ma Pezzuto fischia fallo in attacco scatenando le proteste dei padroni di casa. Finale rovente con momenti di tensione al tunnel di ingresso. Meglio la Pro Vercelli dopo il gol di Marchi, ma il risultato rimane in parità.
 
Il secondo tempo è di tutt'altro tenore: nessuna vera palla gol, tanti falli e diversi provvedimenti disciplinari. La svolta della partita potrebbe arrivare al 73' quando Benedicic, già ammonito, commette un fallo tanto duro quanto ingenuo su Rossi: secondo giallo e doccia anticipata per il centrocampista. Nonostante la superiorità numerica e gli ingressi di Malonga e Mustacchio, i padroni di casa non riescono mai a rendersi insidiosi dalle parti di Lanni. Finisce quindi in parità al Silvio Piola nel rammarico generale dei piemontesi che, nella ripresa, non hanno saputo essere all'altezza dell'ottimo primo tempo. La corsa salvezza riprenderà la prossima settimana con la Pro che sarà impegnata a Livorno, mentre l'Ascoli ospiterà il Vicenza.