Serie B, Pescara-Bari 3-1: Oddo può sognare

2016-01-30 17:15:27
Pubblicato il 30 gennaio 2016 alle 17:15:27
Categoria: Serie B
Autore: Redazione Datasport.it

Gran colpo del Pescara che supera 3-1 in casa il Bari e lo stacca in classifica nella corsa al terzo posto: 46 i punti ora per gli abruzzesi, a +7 sulla squadra di Camplone, caparbia ma costretta ad inginocchiarsi alla classe di Gianluca Lapadula, sempre più capocannoniere di Serie B grazie alla doppietta di oggi condita dall’assist per il 2-1 di Caprari dopo il momentaneo pareggio del Bari in apertura di ripresa con De Luca.  

Inizio arrembante dei padroni di casa che nei primi minuti schiacciano gli avversari nella propria metà campo. Prima Verre mette in mezzo al 6’ dalla destra un bel cross che nessun compagno riesce a deviare in rete, quindi due minuti più tardi Lapadula non sfrutta un altro bel traversone dalla sinistra di Caprari. Dopo un’occasione per il Bari al 13’ con De Luca poco cattivo ad aggredire di testa l’assist di Valiani regalando il pallone a Fiorillo, i pugliesi al 17’ devono rinunciare a Contini, costretto a uscire per infortunio. Il capitano biancorosso lascia così spazio a Rada, che si posizione al centro della difesa insieme a Di Cesare. Il Pescara riprende campo e impegna Guarna prima con un sinistro rasoterra dal limite di Benali ben bloccato a terra, quindi con una ripartenza che Memushaj conclude su assist di Benali con un mancino che costringe il portiere barese alla prodezza. Alla mezz’ora arriva il vantaggio dei padroni di casa con Caprari che lancia Lapadula in sospetta posizione di offside: la punta pescarese, a tu per tu con Guarna, dribbla il portiere e deposita in rete di sinistro. L’ultimo quarto d’ora della frazione è a tinte biancorosse, con Fiorillo che prima blocca una sponda pericolosa di testa di Rosina in area di rigore, quindi smanaccia in corner un altro colpo di testa, stavolta di De Luca.

Nella ripresa parte ancora bene il Pescara che al 51’ sfiora il gol con Caprari, liberato sulla sinistra in area da una pregevole giocata di Verre. La punta dei padroni di casa controlla però male e dà il tempo a Guarna di uscire e chiudere in corner. Gol sbagliato e castigo immediato per il Pescara: al 53’ infatti il Bari trova l’1-1 grazie a un gran colpo di testa di De Luca che, pescato bene da un cross dalla destra di Defendi, insacca sul palo lontano. Dopo il pareggio il Bari cambia marcia: Rosina sfiora il vantaggio con un sinistro a giro su punizione dal limite che sfiora l’incrocio dei pali. Oddo annusa l’aria ed effettua un doppio cambio mandando in campo Verde per Verre e Mitrita per Benali. Cambia poco però perché il Bari al 67’ va due volte vicinissimo al gol: prima Maniero, liberato in area con uno splendido colpo di tacco da De Luca, conclude sui piedi di Fiorillo, quindi il portiere di casa sventa anche un tiro di Valiani smanacciando con la mano di richiamo e conservando così il pareggio. Inerzia che spinge ancora il Bari mentre dalle panchine prosegue il giro di sostituzioni: nel Bari dentro Puscas per Maniero, quindi Sansone per De Luca, mentre nel Pescara Campagnaro lascia il posto a Vitturini. Al 79’, dal nulla, ecco il 2-1 del Pescara: il lungo rinvio di Fiorillo fa finire dopo un paio di rimbalzi il pallone dalle parti di Lapadula, bravo ad addomesticare in area e a scaricare per Caprari che col destro infila Guarna per il 2-1. Nell’ultimo quarto d’ora gioco spezzettato e tanto nervosismo fino al gol al 93’ di Lapadula che chiude la gara. Lanciato da Mitrita, il capocannoniere di Serie B fredda il portiere pugliese con un gran tocco sotto di mancino.