Serie B, Ascoli-Virtus Entella: le pagelle di Datasport

2019-10-26 00:20:48
Serie B, Ascoli-Virtus Entella: le pagelle di Datasport
Pubblicato il 26 ottobre 2019 alle 00:20:48
Categoria: Serie B
Autore: Redazione Datasport

Le pagelle della gara del “Del Duca” di Piceno tra Ascoli e Virtus Entella, la quale permette momentaneamente ai marchigiani di occupare la seconda posizione in classifica in attesa del termine del nono turno del campionato cadetto.

Ascoli

Allenatore, Vincenzo Vivarini (7): la sua squadra non esprime il miglior gioco di sempre, ma per una notte si regalerà la seconda posizione grazie all'ottimo equilibrio dimostrato dai giocatori in campo. Fondamentale l'ingresso di Scamacca che si procura diversi palloni preziosi e costringe Chiosa all'intervento che gli costa la seconda ammonizione.

Nicola Leali (5.5): uscita non irrestibile quella che porta al momentaneo pareggio dei liguri. Per il resto della gara conferma le sue buone doti da portiere.

Raffaele Pucino (6): non sono sue le colpe sull'autogol, per tutta la gara è una sicurezza ma in un paio di occasioni rischia l'intervento in area di rigore.

Riccardo Brosco (6.5): buono il suo lavoro di copertura su Mancosu, riuscendo a rendere vane le giocate dell'ex Juventus.

Nahuel Valentini (6): rischia con un paio di sbavature, ma tutto sommato la sua gara è sufficiente e conferisce un buon apporto al reparto di difesa.

Mario Piccinocchi (5.5): ottime le sue giocate alla ricerca del reparto di centrocampo e attacco. Spreca un'occasione a tu per tu con il portiere alla metà del secondo tempo e non chiude la partita.

Michele Cavion (6): primo tempo senza infamia e senza lode, nella ripresa combatte su ogni pallone e si rende protagonista con diverse giocate da fantasista.

Michele Troiano (6.5): esce nei minuti finali, ma contro la sua ex squadra combatte e lotta, capendo l'importanza del match e dei tre punti. Dal 74’ Petar Brlek (Sv).

Simone Padoin (6): parte a centrocampo poi nel corso del secondo tempo trova maggiore spazio sulla corsia sinistra facendo avanti e dietro su tutta la fascia mancina, offrendo tanto.

Nikola Ninkovic (6.5): secondo migliore della gara solo dopo Da Cruz, inventa e si propone al centro dell'area, trovandosi sempre al posto giusto nel momento giusto, come nell'occasione del gol. Dal 80’ Alberto Gerbo (Sv).

Matteo Ardemagni (6.5): esperienza e gol al cospetto della sua squadra! Fa salire i suoi, ma l'età si fa sentire ed a metà del secondo tempo è costretto ad uscire, tra gli applausi dello stadio "Del Duca". Dal 61’ Gianluca Scamacca (6,5): la sua giovane età gli costa un'ingenuità, ma nel quarto d'ora finale fa salire i suoi, guadagna falli di vitale importanza e poi fa espellere Chiosa. Talento puro, dimostra la giusta esperienza già in cadetteria.

Alessio Da Cruz (7.5): gara sontuosa del giocatore in prestito dal Parma! Suo l'assist vincente per il gol del vantaggio ed anche quello del raddoppio, viene espulso ingiustamente e reagisce male. Forse dovrebbe cominciare a controllarsi caratterialmente.

Virtus Entella

Allenatore, Roberto Boscaglia (5): i suoi scendono in campo con troppa leggerezza e se non fosse strato per il beffardo autogol di Pucino non avrebbero trovato facilmente il gol del momentaneo pareggio. Viene espulso per proteste reiterate nei confronti del direttore di gara.

Nikita Contini (6): salva i suoi con un paio di interventi importanti, su entrambi i gol e sfortunato.

Mauro Coppolaro (5): non è la sua miglior gara, perde diverse volte gli avversari e su calcio d'angolo butta al vento un'occasione da gol. Dal 80’ Manuel Cicconi (Sv).

Michele Pellizzer (6): nonostante l’ammonizione mantiene sempre la calma oltre che la sua posizione e quando non lo fa recupera in velocità con diverse falcate degne di nota.

Marco Chiosa (5.5): lascia i suoi in 10 nelle battute finali, ovvero nei minuti in cui servivano più uomini possibili in fase offensiva. In difesa è quasi perfetto.

Marco Sala (5): non spinge quanto deve, proprio come nelle scorse gare. In entrambe le frazioni di gioco si rende protagonista con due involate, ma le sue conclusioni sono da cancellare. Dal 71’ Luca Nizzetto (6): il fantasista dei binacazzurri entra a partita in corso ma fa la differenza! Tante giocate belle, che confermano le sue doti tecniche elevate.

Mirko Eramo (6): nel primo offre tanto alla causa ligure, guadagna palloni importanti, prova la conclusione a rete ma le deviazioni gli negano la gloria personale.

Andrea Paolucci (5): si accende positivamente solo nel finale, quando la squadra ha bisogno di giocate vincenti. Molto impreciso e superficiale.

Krisztian Adorjan (6,5): tutti i palloni passano dai suoi piedi e le manovre dei liguri partono da lui. Ottimo lavoro in zona d'interdizione.

Andrea Schenetti (6): cerca di aprire la difesa avversaria grazie a palle servite in maniera ottimale ai propri compagni di squadra. Prova anche la conclusione a rete, ma cala tanto nel finale.

Matteo Mancosu (6): gara di sacrificio quella dell'ex Juve che nonostante non offra molto apporto nelle zone d'attacco, cerca sempre di far salire i suoi e soprattutto il compagno d'attacco De Luca al centro, senza molta fortuna. Dal 74’ Manuel De Luca (Sv).

Giuseppe De Luca (5): non è la sua giornata, i centimetri dei difensori avversari non gli permettono di vincere contrasti aerei ed in velocità. Segna, ma col braccio e viene sanzionato.


ARTICOLO E PAGELLE DI SIMONE CATALDO

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it